Ducati Diavel AMG by Vilner

Il tuner bulgaro è andato a ripescare l'unico tangibile frutto della ormai defunta collaborazione tra Ducati e AMG per proporne una propria rivisitazione in chiave super lusso: immagini e dettagli.

Ducati Diavel AMG by Vilner

Dopo l'acquisto di Ducati da parte di Audi dello scorso anno, la collaborazione tra la casa di Borgo Panigale e AMG - il 'braccio sportivo' di Mercedes-Benz - è ovviamente morta e sepolta, ma prima che i destini dei due marchi fossero costretti a separarsi, qualche frutto della loro breve passione ha comunque fatto in tempo a vedere la luce. Tra questi, la Ducati Diavel AMG Special Edition, introdotta nel Settembre 2011 al Salone di Francoforte con l'intenzione di farla diventare il 'modello di punta' della gamma Diavel per l'anno successivo.

Solo poche settimane dopo aver lanciato la propria rivisitazione della Ducati Diavel Carbon, Vilner - tuner bulgaro famoso principalmente per gli interni auto ma ormai sempre più avvezzo alle motociclette - presenta una propria rivisitazione di quella speciale 'Limited Edition'. Il progetto è stato espressamente commissionato da un cliente, che voleva essere certo di possedere la più esclusiva e costosa versione al mondo di questo già raro modello, e Vilner non si è certo tirato indietro.

La sfida di Vilner non era semplicissima: migliorare un qualcosa prodotto da Ducati e già affinato da AMG, ma dopo circa 5 mesi tra progettazione e lavoro in officina, l'opera finita è finalmente pronta per rientrare nel garage del suo facoltoso proprietario. E come si può vedere dalle foto a corredo, si tratta ancora una volta di un lavoro di eccellente fattura.

La prima cosa che balza all'occhio è l'aumento dei particolari in bianco perlato, che riprendono il colore del telaio e di parte della verniciatura del serbatoio del modello originale, dando un aspetto più 'policromo' alla moto. Sopra il radiatore sono stati sostituiti i condotti aria, impreziositi da inserti in pelle con cucitore bianche a contasto, mentre sono nuove le covers per il faro anteriore (più appuntite) e sulla parte bassa delle forcelle, che regalano all'avantreno un aspetto più personale.

Rivista anche la coda, più piccola per dare una sensazione visiva di magggior leggerezza al retrotreno e con nuovi elementi bianchi ad incorniciare i gruppi ottici posteriori. Pregevole anche la firma 'in rilievo' apposta dal tuner sul serbatoio. Non sono stati 'toccati' invece i già meravigliosi cerchi forgiati a 5 razze AMG, la sella rivestita in Alcantara e lo scarico sportivo, firmato anch'esso da AMG. Tanto per essere certi di non confonderla con nessun altra Diavel AMG, Vilner puntualizza che si tratta di quella con numero seriale 0350.

Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner
Ducati Diavel AMG by Vilner

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: