MotoGP, Crutchlow pronto per Ducati: "Ribalteremo la situazione"

Il pilota britannico parla per la prima volta da quando è stato ufficializzato il suo passaggio alla Ducati per il biennio 2014-2015: "Ducati mi darà il 100%, e lo stesso farò io per loro.."

MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3

Il passaggio di Cal Crutchlow dal team Yamaha Tech3 al Ducati Team a partire dalla prossima stagione è probabilmente il 'colpo' più importante del mercato piloti 2013/2014 della MotoGP. Il britannico - che quest'anno ha conquistato quattro podi e una pole position in nove gare con la YZR-M1 del team satellite francese - si ritroverà quindi di nuovo in squadra con Andrea Dovizioso (già suo compagno lo scorso anno nel team gestito da Herve Poncharal), ma la sua decisione di passare alla scuderia di Borgo Panigale presenta obiettivamente alcune incognite.

Crutchlow infatti sta per voltare le spalle ad una moto veloce, affidabile e dal potenziale già ampiamente verificato - la M1, appunto - per provare a domare la scorbutica Ducati Desmosedici, un prototipo dal carattere bizzoso che in passato ha messo in difficoltà più di un collega, non ultimo lo stesso Dovizioso.

Tanto per dirne una, Crutchlow quest'anno ha gia fatto più podi di quanti un certo Valentino Rossi ne abbia totalizzati nei 2 anni e 35 GP disputati con Ducati, una moto che non è più riuscita più a sfidare seriamente Honda e Yamaha per la vittoria sin dal 2010. Certo i soldoni messi sul piatto da Ducati avranno fatto la loro parte nel convincere il 27enne di Coventry a prendersi questo 'rischio', ma Crutchlow preferisce considerarlo 'la più grande sfida della sua carriera'.

MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3

Raggiunto dal solito magazine britannico MCN durante le sue vacanze a San Diego, Crutchlow ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da quando il suo fidanzamento con il costruttore bolognese è stato finalmente formalizzato. Queste le sue dichiarazioni:

"Sono molto contento della mia decisione per la prossima stagione: credo che la Ducati mi darà il 100%, e lo stesso farò io per loro. Credo che il mio 100% sia sufficiente per lottare là davanti in futuro: questo non significa 'per la prima gara dell'anno prossimo', mi riferisco proprio al futuro. Sono molto entusiasta del progetto, e tutto quello che posso fare è dare sempre il massimo."

"So che Claudio Domenicali [Amministratore Delegato Ducati] ha fatto di tutto per avermi in Ducati, e io l'ho apprezzato molto. Ho anche parlato molto con Claudio, e so che si tratta di una persona molto impegnata. Ho davvero apprezzato tutto lo sforzo che Ducati ha messo in campo per prendermi, spero di poterli ricompensare presto."

"La moto al momento è ovviamente più ostica rispetto alle altre, ma sono pronto per la sfida. Credo che riusciranno a ribaltare la situazione, e io sono pieno di entusiasmo: considerando da dove arrivo, sono riuscito ad arrivare in MotoGP in un periodo di tempo relativamente breve, quindi non vi è alcuna ragione per cui io non possa essere ancora competitivo".

MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3

Uno dei motivi principali per cui Crutchlow ha accettato l'offerta Ducati è stata l'impossibilità di Yamaha di garantirgli un futuro da pilota ufficiale nonostante gli ottimi risultati raccolti quest'anno: con Lorenzo e Rossi già confermati per il 2014 nel team Factory (e probabilmente anche oltre) e nuovi talenti all'orizzonte nell'orbita Yamaha (Pol Espargaro) il britannico ha quindi deciso di accettare la corte di Borgo Panigale per diventare finalemte 'pilota ufficiale'.

"Mi dispiace lasciare il Monster Energy Tech 3 Team. Hervé ed io abbiamo costruito un grande rapporto, e per me lui e tutto il team sono amici veri. Ma lui era sinceramente felice per me: voleva vedermi progredire con la mia carriera e ottenere quello che mi merito, in termini di supporto dalla fabbrica e di soldi."

"Io lascio in ottimi rapporti e, come abbiamo detto, sarò solo in un altro garage! Naturalmente Herve voleva che guidassi per lui anche il prossimo anno, ma la cosa bella è che mi ha comunque lasciato la porta aperta per il futuro, e questo io l'ho apprezzato molto. E' grazie a Tech 3 che sono diventato un pilota 'factory', e per questo io sarò per sempre grato a loro."

"Voglio comunque sottolineare che ho ancora un lavoro da fare quest'anno: voglio vincere una gara per Tech 3. Adesso che questo accordo è stato finalmente finalizzato, posso concentrarmi sul resto della stagione e combattere sul serio."

MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3
MotoGP 2013 - Cal Crutchlow - Yamaha Tech3

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: