Melandri preoccupato: "Abbiamo qualche difficoltà "

Il pilota BMW non va oltre l'ottavo posto nelle qualifiche del venerdì di Silverstone: "la gara sarà lentissima".

SBK Silverstone 2013 - Venerd�¬

Marco Melandri non è tra i piloti soddisfatti al termine del venerdì di Silverstone, sede del nono round del Mondiale SBK 2013. L'alfiere del team BMW Motorrad GoldBel SBK ha raccolto infatti solo l'ottavo tempo nel turno di qualifiche del pomeriggio, incassando +1.235 di distacco dalla Kawasaki ZX-10R di un Tom Sykes ancora una volta imprendibile sul gito secco.

Di nuovo in pista dopo lo sciagurato round di Mosca, il ravennate è ora alla testa di un progetto per portare alla luce di una commissione per la sicurezza dei piloti, ma per quanto riguarda strettamente la pista, il ravennate non è riuscito a fare meglio di 2'06.590, circa 4 decimi meglio del 2'07.005 con cui aveva chiuso al quinto posto il primo turno di libere del mattino. Queste le sue dichiarazioni a fine giornata:

“Tornare in pista, dopo quello che è successo a Mosca, é la cura migliore per noi piloti. Oggi pomeriggio ci sarà un meeting con tutti i piloti e l’organizzazione per scambiare le nostre impressioni. Lì, inoltre, si deciderà se, da qui in avanti, ci incontreremo regolarmente per scambiare i nostri pareri per quanto riguarda la sicurezza, e questo è molto importante."

"La condizione dell’asfalto a Silverstone è abbastanza cattiva e abbiamo qualche difficoltà nell’assorbimento delle sconnessioni. Con le gomme usate ho un buon feeling, mentre con le gomme nuove non riusciamo ancora a essere veloci. Continueremo a lavorare per migliorare il feeling sulle sconnessioni e con le gomme nuove. Secondo me la gara sarà lentissima e molto difficile, dopo i primi giri si vedrà. Sono comunque fiducioso, possiamo essere con i primi”.

Se possibile, il gallese Chaz Davies è ancora più deluso del suo compagno di box. La sua migliore prestazione in qualifica è stata un 2'06.826 che gli è valsa solo il 12° posto. Si è trattato sicuramente di un bel passo avanti rispetto al disastroso 2'08.450 con cui aveva chiuso le FP1, ma non ci sono dubbi che Davies si augurasse di regalare ben altri risultati al suo pubblico di casa:

“Una giornata non facile, siamo, di nuovo, su un tracciato con molti dossi. Abbiamo iniziato a lavorare con il set up che avevamo nella gara in Russia, ma si è dimostrato non altrettanto favorevole, su un tracciato come questo. Così abbiamo preso una strada diversa alla ricerca di qualcosa che funzionasse in queste condizioni e che ci aiutasse a trovare più grip sui dossi e con una pista scivolosa. Stamattina è stato difficile ma, già nel pomeriggio, la moto andava meglio. Dobbiamo però migliorare ancora. In generale credo che siamo sulla strada giusta, domani continueremo a lavorare in questa direzione”.

Nonostanti i risultati del venerdì siano stati certamente al di sotto delle aspettative, Serafino Foti, Direttore Sportivo del team BMW Motorrad GoldBet SBK, mette comunque l'accento sulla professionalità messa in pista della squadra nonostante l'annuncio del ritiro del costruttore bavarese dal Mondiale SBK alla fine dell'attuale stagione:

“Voglio fare i complimenti a tutto il team che ha mantenuto la concentrazione e l’attenzione, lavorando molto bene e dimostrando di essere dei veri professionisti. La pista è piena di dossi e questo non ha certo facilitato il nostro lavoro, Marco ha comunque un buon passo e, con gomma usata, è andato abbastanza bene. Chaz ha faticato un po’ di più ma siamo fiduciosi per le gare. In Superstock Sylvain ha conquistato la pole position provvisoria, mentre Greg ha sofferto perché è la prima volta che gira qui”.

SBK Silverstone 2013 - Venerd�¬
SBK Silverstone 2013 - Venerd�¬
SBK Silverstone 2013 - Venerd�¬
SBK Silverstone 2013 - Venerd�¬

  • shares
  • Mail