Pedrosa: "Spero in una seconda metà stagione come nel 2012"

Arrivati al giro di boa del Mondiale MotoGP 2013, lo spagnolo si ritrova ad inseguire il compagno di squadra Marc Marquez in classifica piloti con una clavicola ancora in via di guarigione e la pressione di sapere che un certo Casey Stoner si appresta a testare la moto 2014 a Motegi. Le sue considerazioni.

Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013

Secondo in Campionato a 16 punti dal compagno di squadra Marc Marquez, Dani Pedrosa ha chiuso la prima parte della stagione 2013 conquistando un buon quinto posto nel round di Laguna Seca, dove ha corso con una clavicola fatturata ma si è messo alle spalle l'altrettanto dolorante Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), raccogliendo 11 punti davvero importanti per la sua classifica. In California Pedrosa ha tenuto un atteggiamento necessariamente conservatore, e se il suo obiettivo era 'limitare i danni' in vista della pausa - durante la quale potrà prendersi cura della sua spalla con la dovuta calma - si può dire che sia stato raggiunto.

La posizione di Pedrosa non è comunque facile: il fenomenale Marc Marquez potrebbe tentare la fuga in classifica e quindi 'declassarlo' nelle gerarchie interne HRC, mentre dall'altra parte del mondo il vecchio compagno Casey Stoner si appresta ad iniziare una serie di test con il prototipo della Honda RC213V per il 2014 (con le inevitabili voci di ritorno nel Mondiale dell'australiano che questo comparta).

La pressione quindi non manca di certo sulle spalle dell'introverso pilota spagnolo, al suo ottavo anno in HRC e con zero titoli mondiali all'attivo. Dopo l'impressionante serie di vittorie nella seconda metà della stagione 2012 (quando vinse 6 delle ultime 8 gare), questo doveva essere 'per forza' il suo 'anno buono' per il titolo, e tutto sembrava volgere per il meglio dopo lo sfortunato infortunio dell'arci-rivale Lorenzo, ma il suo successivo errore nelle libere del Sachsenring (forse la sua pista preferita tra quelle in calendario) ha poi di fatto riapero i giochi.

Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013

Queste le considerazioni di Dani Pedrosa rilasciate in una lunga intervista ufficiale:

Come stai fisicamente dopo Laguna Seca?

"Onestamente, sono molto soddisfatto. Quando fai un grande sforzo e ti prendi dei rischi - come ho fatto io nel GP degli Stati Uniti - e poi ottieni dei buoni risultati e dei punti, è sempre molto gratificante."

Sei a 16 punti dal leader della classifica. Che valutazione faresti delle gare disputate fino ad ora?

"Nel complesso, credo che il livello sia stato buono. Ho guidato bene, anche se non alla perfezione in ogni corsa, e abbiamo perso molti punti nelle ultime tre gare. Forse il nostro punto debole è stata la continuità, ma siamo ancora in lotta per il titolo. Entrando nella seconda metà della stagione, abbiamo bisogno di migliorare su questo aspetto."

In che modo pensi che tu e la moto dovrete migliorare per la seconda metà dell'anno?

"In ogni gara abbiamo riscontrato alcune differenze con la concorrenza. Ci sono stati diversi fattori che hanno influito sul comportamento della moto, come il caldo, il freddo etc., ed è stato molto difficile compensare questo problema. In pochi gare abbiamo visto la completa uguaglianza di prestazioni, c'è sempre stato un vantaggio per Honda o per Yamaha. Per questo è stato molto difficile, come pilota, fare la differenza in questo senso, ma ad ogni modo siamo riusciti ed essere secondi. Possiamo dire di aver fatto alcune buone gare, e che ci siamo concentrati sul non fare errori quando non eravamo in grado di lottare per la vittoria".

Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013

In che modo l'incidente in Germania abbia influenzato la tua stagione?

"Ci è costato dei punti. a causa dell'infortunio, non ne abbiamo fatti al Sachsenring e ne abbiamo persi alcuni e Laguna Seca. Speriamo che tutto ciò sia dietro di noi adesso e che nella seconda parte della stagione potremo fare una bella serie di risultati fino alla fine del campionato."

Con piloti come Marquez e Lorenzo, gli errori sono recuperabili?

"Fortunatamente per me, anche loro hanno fatto degli errori. Forse Marquez è quello che ne ha fatti di meno, ed è per questo che è lui il leader. Si può vedere dall'andamento di questo campionato del mondo che chi fa il minor numero di errori ottiene il maggior numero di punti. Tuttavia, nel caso in cui si commetta un errore, si può ancora recuperare se l'altro pilota ne fa uno anche lui. Infatti l'anno scorso abbiamo fatto così, anche se adesso è molto più difficile. "

Cosa ti ha sorpreso di più riguardo all'adattamento di Marc?

"Più che altro sono sorpreso dalla velocità con cui apprende le cose: non ci mette molto ad imparare."

Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013

Come ti prepari ad affrontare la seconda metà della stagione?

"Con entusiasmo e forza. Con la determinazione di fare una buona seconda parte di stagione e ottenere punti pesanti in ogni gara."

Quale è il GP che non vedi l'ora di correre?

"Nessuno in particolare. Cerco di andare avanti gara dopo gara. Quindi, in questo momento, sto solo pensando a Indianapolis, che è la prima gara dopo la pausa."

Per vincere serve soffrire o divertirsi?

"Entrambi! Principalmente bisogna divertirsi, deve piacerti quello che fai, ma durante la gara ci sono momenti in cui si soffre."

Rivedremo il Dani della seconda metà del 2012?

"Spero di sì. Ora avrò qualche giorno per recuperare e ricaricarmi, che è la cosa più importante. Speriamo di essere in ottime condizioni fisiche per la seconda metà della stagione, che ripartirà con tre gare di fila: sarà importante essere fisicamente in forma per poter fare le cose come si deve in quelle tre settimane. "

Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013

Dani Pedrosa sarà Campione del Mondo nel 2013, se ...

"Se riuscirò a correre bene in ogni gara, senza fare errori. La cosa importante è mantenere un livello elevato e conservarlo fino alla fine dell'anno: questo può valere il campionato."

I tuoi piani per questa estate? Fisioterapia e svago?

"Sì, mi concentrerò soprattutto sul lavoro di recupero e sulla valutazione della guarigione. Abbiamo un piano di recupero che può variare a seconda dei miglioramenti. Vedremo come va. Allo stesso tempo cercherò di 'staccare' perchè la seconda parte di stagione sarà molto intensa, per cui farò bene a divertirmi un po' adesso."

Dei diversi paesi visitati, dove pensi che siano i tuoi fans più appassionati (Spagna a parte)?

"In America, dove il motociclismo ha molti fans. Trattano tutti i piloti allo stesso modo, il che è grande. Ma la passione che c'è in Europa per le moto è senza pari."

Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013

Dove è meglio guardare le gare: al circuito o in televisione?

"Al circuito! E' l'unico modo per capire la reale velocità e l'intensità di questo sport. Guardando le gare da casa TV si dicono sempre cose tipo "ma perché non lo sorpassa?", ma al circuito si riscono a vedere e a comprendere perché le cose succedono, quanto velocemente vanno le moto, quanto può fisicamente duro e le piccole distanze che ci sono tra i piloti. Per capire l'essenza di questo sport bisogna vederlo dal vivo".

Ti identifichi in qualche sportivo?

"Ogni atleta è diverso, ma è vero che esistono delle somiglianze. Anche se non mi identifico con nessuno in particolare, ho un grande rispetto per Andres Iniesta [calciatore spagnolo in forza al Barcellona]. Ha dei valori sportivi che mi piacciono: disciplina, sincerità, educazione e rispetto. Lui è una persona che ha carattere e rispetta sempre le regole del gioco. Questi sono i valori che mi piace vedere in un atleta."

Cosa ti piace fare per rilassarsi?

"Mi piace divertirmi e trascorrere dei bei momenti con amici e familiari. Andare in bicicletta, guidare un kart, fare windsurf e cose del genere sono grandi passatempi, ma è comunque una questione di disconnessione. Questi giorni li userò per riposare, mangiare bene e divertirmi: niente di speciale, mi godrò semplicemente il periodo."

Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013
Dani Pedrosa - Honda Repsol - MotoGP 2013

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: