SBK, Guintoli: "A Silverstone con Andrea nel cuore"

Anticipazioni e aspettative del Team Aprilia Racing in vista del nono round del Campionato Mondiale eni FIM Superbike 2013 in programma domenica 4 agosto a Silverstone

Il Campionato Mondiale Superbike 2013 fa tappa per la seconda volta nel Regno Unito, in occasione della gara di Silverstone in programma domenica prossima 3 agosto. Dopo il difficile weekend di Mosca, funestato dal tragico incidente occorso ad Andrea Antonelli, i piloti calcheranno lo storico asfalto inglese famoso per aver ospitato, nel 1950, la prima gara del Mondiale di Formula 1. Il circuito delle Midlands è noto anche per la sua configurazione scorrevole, oltre che per l'estrema variabilità delle condizioni atmosferiche.

Sylvain Guintoli è tornato da Mosca con un sesto posto finale nell'unica gara che si è svolta in Russia e che lo ha proiettato di nuovo in testa alla classifica del Mondiale. I 4 punti di vantaggio non rappresentano comunque un bottino sul quale impostare strategie o calcoli, in un campionato dove ogni weekend di gara mette in palio 50 punti. Il pilota francese ha continuato nei giorni scorsi il recupero della spalla infortunata e, dal punto di vista fisico, si presenterà in condizioni nettamente migliori anche se non ancora perfette.

A Silverstone conta di far bene anche Eugene Laverty autore di una scivolata nel Gran Premio di Russia. L'umore del pilota di Toomebridge è comunque buono, specialmente perché affronta un tracciato sul quale sa di poter puntare al bersaglio grosso. Seguono i commenti di entrambi i piloti del Team Aprilia Racing.

Sylvain Guintoli:

"Il mio primo pensiero non può che andare a quanto accaduto a Mosca. Purtroppo uno di noi se n'è andato sollevando dubbi e sensazioni contrastanti. Correre in moto è il nostro lavoro ma è anche la nostra passione, oltre a ricoprire un ruolo fondamentale nei nostri cuori e nelle nostre vite. Per questo Silverstone sarà una gara emozionante, ma tutti i nostri pensieri saranno rivolti alla famiglia di Andrea Antonelli".

Eugene Laverty:

"Dobbiamo tutti, e per i motivi che sappiamo, lasciarci Mosca alle spalle. Silverstone mi piace davvero molto, è un circuito molto lungo e la sua natura scorrevole lo rende uno dei miei preferiti. Il meteo ha condizionato in negativo la mia ultima gara a Mosca, per questo weekend spero in una situazione migliore specialmente nelle due gare di domenica".

  • shares
  • Mail