Lin Jarvis: "Rossi ha trovato la strada giusta nel test di Aragon"

Dopo la prima metà del Mondiale MotoGP 2013, il boss di Yamaha Factory Racing fa il punto della situazione sulla stagione di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi in MotoGP.

Lin Jarvis, boss del team Yamaha Factory Racing, si è recentemente dichiarato soddisfatto delle prestazioni dei suoi due piloti nel Campionato Mondiale MotoGP 2013. Da una parte, il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo è stato chiaramente penalizzato dal suo recente infortunio alla clavicola sinistra che lo ha costretto a correre ad Assen e Indianapolis in condizioni fisiche precarie per non perdere preziosi punti mondiali, ma la straordinaria caparbietà messa in pista dal fuoriclasse maiorchino fa sicuramente ben sperare in merito alla lotta per il titolo Mondiale.

Dall'altra parte del box Yamaha, Valentino Rossi sembra essere tornato ultimamente in gran forma grazie a una serie di tre podi consecutivi aperta dalla grande vittoria in Olanda. Dopo un brillante inizio di stagione in Qatar - dove arrivò secondo dietro a Lorenzo in seguito a un'irresistibile rimonta - il pesarese era infatti incappato in alcuni risultati decisamente al di sotto delle aspettative, ma semra aver ritrovato il bandolo della matassa in termini di 'feeling' con la sua M1 nell'ormai famoso test di Aragon di metà Giugno.

Jorge Lorenzo al momento è terzo in classifica a quota 137 punti, a 26 lunghezze dal leader Marc Marquez (Honda Repsol) e a 10 dal secondo posto del compagno di squadra di quest'ultimo, Dani Pedrosa. Dopo i due terzi posti del Sachsenring e di Laguna Seca, Rossi è invece risalito fino al quarto posto con un bottino di 117 punti, uno in più di Cal Crutchlow (Yamaha Tech3). In classifica costruttori invece, yamaha ha un distacco di soli 13 punti. Il bilancio provvisorio di Lin Jarvis dopo la prima metà della stagione è dunque positivo:

"Jorge ha vinto la gara di apertura, e questo ci ha messo subito nel giusto spirito. La nostra moto è piuttosto buona quest'anno: alla fine della scorsa stagione abbiamo fatto fatica contro le Honda, ma [il campionato] è ancora incredibilmente competitivo. Alcune piste favoriscono la nostra moto, altre la loro."

"Jorge ha vinto tre gare, stava andando alla grande e sembrava fortissimo. Credo ancora che sia il pilota più completo che ci sia in questo momento, ma si è infortunato due volte alla clavicola e questo gli ha fatto perdere molto terreno. Comunque, da parte di Yamaha, gli diamo pieno credito per essere tornato in pista così in fretta: in termini di prestazione pura, direi che siamo estremamente soddisfatti di lui, ed in termini di impegno, direi che non potevamo chiedere di più. Ma adesso non è facile: Marc [Marquez] sembra davvero veloce, mentre Dani [Pedrosa] sta avendo un po' di problemi. Sarà una stagione lunga e difficile."

MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara

Per quanto riguarda invece il ritorno di Rossi in sella alla sua amata YZR-M1, Jarvis si dice assolutamente soddisfatto:

"E' bello avere Valentino di nuovo con noi quest'anno. Penso che vederlo di nuovo su una moto competitiva sia una grande cosa per tutti nella comunità della MotoGP, e anche per i tifosi. Lo abbiamo visto iniziare bene la stagione nella gara di apertura in Qatar, dove ha spinto tanto e fatto una grande rimonta per ottenere un bel secondo posto, ma poi c'è stati un leggero calo."

"Valentino aveva perso il feeling con la moto su alcune piste: aveva problemi in frenata e in ingresso di curva, che normalmente sono i suoi punti di forza, ma poi c'è stato il test-chiave di Aragon, dove abbiamo trovato una modifica nell'assetto della moto che gli ha restituito la fiducia".

"Da li lo abbiamo visto rivitalizzato: ha corso e vinto ad Assen - la sua prima vittoria dopo due anni e mezzo - e quella è stata una cosa favolosa per lui e favoloso per il nostro sport. Ricordo solo l'incredibile reazione della folla nel vederlo vincere di nuovo. Adesso è tornato competitivo, quindi direi che siamo sulla buona strada - secondo programma - e lui si sta divertendo".

MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: