CIV, Imola: vittorie per La Marra, Locatelli, Nocco e Faccani

Si è svolto ieri a Imola l'ottavo round del Campionato Italiano Velocità 2013: solo La Marra bissa la vittoria del sabato.

CIV 2013 - Imola - Round 8

Dopo il round 7 corso nella giornata di sabato, i protagonisti del Campionato Italiano Velocità (CIV) sono tornati in pista ieri all'Autodromo 'Enzo e Dino Ferrari' di Imola per le gare dell'ottavo round della stagione 2013.

Seguendo in pratica lo stesso copione della gara del sabato, nella classe Superbike gli alfieri del team Ducati Barni Racing hanno fatto ancora una volta il bello e il cattivo tempo. Dopo un minuto di silenzio in memoria di Andrea Antonelli (scomparso la scorsa settimana nella gara del Mondiale Supersport di Mosca), Eddi La Marra e Ivan Goi hanno nuovamente salutato la concorrenza per dar vita ad un duello 'in famiglia' che si è trascinato fin sotto la bandiera a scacchi. La Marra è scattato forte al via e ha comandato la gara sin dall’inizio, mentre Goi ha dovuto risalire la china sbarazzandosi prima di Alessandro Polita e poi dello spagnolo Javier Fores, entrambi wild-cards Ducati.

Nel giro conclusivo Goi ci ha provato in due punti, nella staccata della Rivazza e in quella della Variante Bassa, arrivando però sempre “lungo” e lasciando quindi la porta aperta a La Marra per il controsorpasso in entrambe le occasioni. Per il laziale, vincitore per 308 millesimi, si è trattato della 6a vittoria consecutiva, abbastanza per portare il suo vantaggio in classifica sull'argentino Leandro Mercado (Kawasaki Pedercini, solo quinto ieri) a ben 48 i punti. Terzo posto per Fores a +10.943, con Polita quarto pochi decimi più indietro.

In Moto3 c'è stat invece una nuova affermazione per Mahindra Racing, che dopo aver incassato la vittoria di Rinaldi nel round di sabato ha fatto ieri il bis con il il capoclassifica Andrea Locatelli. Il bergamasco, leader della classifica, questa volta non si è fatto sfuggire la vittoria grazie ad una splendida gara in rimonta. Dopo una prima fase di gara che hanno visto ben 15 piloti formare il gruppetto di testa, nel finale in tre sono riusciti a fare la differenza: Locatelli, Luca Marini e Micheal Ruben Rinaldi. Protagonista assoluto è stato il primo, che ha sorpassato il compagno di squadra e che poi ha avuto la meglio sul pesarese Marini (Twelve Racing) difendendosi poi dagli attacchi dei due rivali alla Rivazza e alla Variante Bassa.

Per Locatelli è arrivata quindi la quarta vittoria grazie alla quale sono ora 23 i punti di vantaggio in classifica che lo separano da Luca Marini, ieri secondo a +0.380. Il giovane pesarese ha centrato il suo sesto podio in stagione, ma la vittoria contunua a sfuggirgli. L’ultimo gradino del podio è andato al romagnolo Rinaldi, che ha portato a casa 16 punti importanti per una classifica che ora lo vede terzo, a 32 punti di distanza dal leader. Nella top five di ieri sono finiti anche Andrea Migno e Micheal Coletti.

Nella Stock 600 l'ha invece spuntata Alessandro Nocco, che ha così pareggiato i conti con l'altra wild-card franco Morbidelli, vincitore del sabato. I due compagni di squadra del team Kawasaki Puccetti Racing (supportato dalla FMI) sono stati protagonisti ieri di un appassionante duello nel qule ha prevalso il pugliese grazie ad un giro finale da manuale, Si tratta sicuramente di un buon viatico in vista del prossimo appuntamento del campionato europeo, in programma il prossimo weekend a Silverstone. Morbidelli ha chiuso secondo a +0.395, mentre in terza posizione si è piazzato Nicola J. Morrentino. Il campano non aveva il passo per stare con i due di testa, e ha quindi corso pensando alla classifica generale: le wild-card non prendono punti, quindi l’alfiere del team Yamaha Mottini Corse ne ha portati a casa ben 25 per il campionato grazie al terzo posto, a +12.350 dal vincitore. A provare a strappargli il podio fino all’ultimo metro è stato Luca Vitali (Suzuki Team Suriano) mentre il leader della classifica, Andrea Tucci (Honda), quinto ieri, ha ora solo 10 punti di vantaggio su Morrentino.

Marco Faccani (Honda) ha invece vinto vinto l’ottavo round della classe Supersport lanciando un segnale forte al leader della classifica Stefano Cruciani (Kawasaki Puccetti Racing). Fino a metà gara il protagonista assoluto era stato il compagno di colori di quest'ultimo, Riccardo Russo, costretto al ritiro a causa di un problema tecnico mentre era al comando. Faccani, secondo fino a quel momento, ha preso così il comando della gara controllando il primo posto dal ritorno di uno scatenato Mathew Scholtz, poi secondo a +3.872. Con i 25 punti della vittoria, Faccani ora è a 27 lunghezze dal leader Cruciani, ieri terzo a +10.030 davanti al compagno di squadra Mirko Giansanti. In quinta piazza il campione in carica Ilario Dionisi, ormai tagliato fuori dai giochi per il titolo.

CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8
CIV 2013 - Imola - Round 8

  • shares
  • Mail