Triumph Daytona 675 Vs Mercedes A45 AMG con Kawasaki Stunt e Elicottero Ar22

Una test atipico quello in cui abbiamo calato la nostra Triumph Daytona 675 versione 2013, perchè a succhiarle la scia in pista stavolta non c'erano le solite giapponesi a quattro cilindri, bensi una insolita Mercedes anch'essa a quattro cilindri. Una potenza da record quella dell'auto che con i suoi 360 cavalli raggiunge potenze specifiche allineate a quelle di una moto

Triumph Daytona Vs Mercedes A45 AMG VS Elicopter AR22

Un test diverso dal solito quello che vi proponiamo questo fine di luglio, un modo diverso e speriamo divertente per augurarci buone vacanze e tanto fumo e manciate di gas che oltre a divertirci ci aiuteranno a scaricare la tensione di un semestre tutt'altro che facile, forse un pò per tutti.

A poche ore dall'ultimo week end di luglio, per molti il giro di boa dell'estate, un week end senza gare in pista per gli amanti delle due ruote con il mondiale Superbike e Moto GP contemporaneamente fermi accendiamo però il motore delle nostre moto e sfruttiamo questa pausa non solo per un giro al mare, ma anche per una bella passeggiata in moto.

Questo silenzio del motociclismo sportivo sembra che arriva ad una sola distanza dal tragico epilogo di Mosca e che speriamo aiutino tanti addetti ai lavori a riflettere su alcuni aspetti e a lavorare per rendere le gare ancora un pò più sicure rispetto al passato. Perchè se il mercato è in crisi speriamo non vada in crisi anche quella nostra splendida passione che un pò a tutti ci lega a doppio filo con il mondo delle due ruote, perchè non scordiamo che è solo questo, in fondo ciò che tiene in piedi tutto, dalle corse ai concessionari.

Ricollegandoci al test proposto oggi, abbiamo voluto arricchire questa nostra ennesima sfida tra auto e moto inserendo nel test anche il nostro Emanuele Freddo e la sua moto da Stunt che è stato affiancato da un mezzo ancor più insolito e fascinoso. Un piccolo elicottero a due posti l'AR 22 mono pala con motore boxer che tanto ci ha fatto divertire prima e dopo che i mezzi scendessero in pista.

Triumph Daytona 675 R


Triumph Daytona Vs Mercedes A45 AMG VS Elicopter AR22

La versione speciale della Supersport della casa di Sua Maestà la regina. Scelte filosofiche storiche, ben impresse, quasi marchiate, per una moto che coniuga la tradizione del tre cilindri marchiato Union Jack, con l'evoluzione della tecnica odierna. Il risultato è una moto originale e avanguardistica, tradizionale e futuristica. Non stiamo parlando di una semplice evoluzione, ed anche quando l'abbiamo apostrofata come "versione speciale", forse siamo stati un pò riduttivi. La Triumph Daytona 675 è la summa, la sintesi di un progetto di evoluzione nato tre anni fa.

Non si tratta di un semplice restyling rispetto al modello precedente, qua ci troviamo di fronte ad un progetto totalmente nuovo, con la R nel ruolo di edizione ancor più esclusiva e speciale.D'altro canto, i numeri parlano chiaro:il motore tre cilindri è in grado di erogare 128 cavalli (+3CV rispetto alla versione precedente), ed una coppia pari a 75 Nm (+2Nm); aumentato l'allungo, con la linea rossa portata a ora 14.400 giri. Un tre cilindri quasi precursore rispetto alla scia evolutiva degli ultimi tempi, che hanno visto l'arrivo del tre cilindri 675 e 800 di casa MV Agusta, e l'approdo del tre cilindri Yamaha con albero a croce.
Un motore con valori superquadro, con il diametro del pistone che arriva a 76mm, e la corsa invece che scende a 49,6 mm.

Capitolo ciclistica: la nuova Daytona R 2013 presenta un nuovo telaio con una migliore distribuzione del peso. Simile al telaio del precedente modello, questa unità è stata completamente rivista, formata in questa versione da otto elementi, e non più undici. In questo modo si è riusciti ad ottenere una unità con una miglior rigidità torsionale ed una miglior guidabilità, anche grazie all'angolo di canotto di sterzo che passa da 23.9° a 22.9°, mentre l'avancorsa cresce da 85.1 a 87.2 mm. Riposizionato anche lo scarico, ora sotto la vasca, e non più sotto il codone.

Nuovo anche il sistema ABS disinseribile che lavora sui due dischi anteriori da 310 mm con pinze monoblocco Brembo ad attacco radiale; radiale è anche la pompa freno, sempre Brembo, a differenza della versione standard della 675 che prevede un impianto totalmente Nissin. Dietro il disco da 220 mm è legato ad una pompa a singolo pistoncino. E' stata Nissin invece a sviluppare l'ABS per la Daytona, previsto in una doppia modalità, Normal e Circuit, oltre alla possibilità di disinserirlo. Di serie anche la frizione antisaltellamento.

Una moto più leggera di 1,5 kg rispetto al modello uscente e, nella sua versione R, con componenti d’ispirazione racing e cambio elettronico di serie. Sulla Daytona 675R sono montate sospensioni Öhlins, che includono un ammortizzatore posteriore TTX e forcelle invertite NIX30, fornendo alla R un’ampia gamma di possibilità di regolazione, una risposta migliorata e un’impostazione di base più stabile. Sono montate le ultimissime e più leggere pinze monoblocco Brembo per un arresto preciso e potente.

AMG un marchio prestigioso e molto particolare


Triumph Daytona Vs Mercedes A45 AMG VS Elicopter AR22

La storia ha legato la realtà AMG con quella di Mercedes, rendendole quasi un unicuum. Parlare di AMG significa raccontare quella vetrina di modelli di spicco della casa di Stoccarda che mostrano quanto di meglio la tecnologia possa offrire. Eppure, talvolta progredire significa ridefinire le regole, crearne di nuove, intraprendere nuove strade. Il conformismo parlerà di anomalia del sistema, di “anticonformismo”, ma son quelle visioni “distorte” e fuori dagli schemi che la storia ricorda nei suoi libri.

La nuova Mercedes A45 AMG che avevamo ammirato durante la presentazione ufficiale esclusiva di Marzo è un’anomalia, una distorsione, una nuova strada. AMG cambia via e passa dai suoi V8 aspirati ad un quattro cilindri turbo da 2 litri, con una vettura compatta. Lo fa per una vettura di vitale e primaria importanza, considerando il suo ruolo di ambasciatrice della strategia AMG Performance 50 - il 50esimo compleanno arriverà nel 2017 - e che vuole mostrare tutta la sua grandezza prestazionale in quei quattro cilindri, il primo della storia AMG.

Un’anomalia in grado di erogare 360 cavalli a 6000 giri/min, passare da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi, capace di raggiungere una velocità massima autolimitata di 250 km/h. Più di ogni altra cosa però, 181 cavalli/litro, un dato paragonabile a quello di una moto.
Per una vettura del genere quindi, non potevamo limitarci ad una semplice prova. Siamo scesi in pista con la A45 AMG in un vero e proprio show. Gli “avversari”? Niente auto, non ne abbiamo trovate di congrue.

Ci siamo rivolti altrove: una moto da pista, la Triumph Daytona 675 R, con i suoi 188 cavalli litro, una moto da stunt, la Kawasaki KS65, con 190 cavalli litro, e per non farci mancare proprio nulla, un elicottero, un AR 22 Boxer. Avversari simbolici invero, ma che sottolineano l’unicità di questa auto. E Che la “sfida” abbia inizio!

  • shares
  • Mail