BMW S1000RR SBK: Il test a Imola con la versione di serie

Abbiamo provato sul tracciato di Imola le BMW S1000RR HP4 e le potentissime versioni da Superbike e Superstock

Imola - Dopo l'annuncio del ritiro del team ufficiale BMW dal Mondiale Superbike e Superstock vi proponiamo il video test di quelle che a questo punto saranno le ultime moto ufficiali da Superbike e Superstock della Casa dell'elica. Perchè nonostante la crisi generalizzata del mercato motoristico e non solo le grandi Case motociclistiche non hanno smesso di confezionare prodotti al top, ancor più professionali e raffinati di un tempo, con moto vicinissime ai rispettivi modelli da competizione e che vengono proposte al grande pubblico a prezzi allineati a quelli di una normale utilitaria.

L’eccellenza tecnica di questi modelli gli regala rapporti peso potenza nell’ordine dell’unità e accelerazioni allineate con quelle di jet in decollo. Tra i modelli di maggiore spicco tra le super sportive odierne troviamo senza dubbio la BMW S1000RR che, fin dal suo debutto nel 2010, ha stabilito dei nuovi riferimenti in termini di prestazioni assolute.

Il suo segreto nasce dalla profonda similitudine tra il modello di serie e gli esemplari impiegati nel campionato Mondiale Superbike. Una moto in grado di sfornare ben 193 cavalli a fronte di un peso di soli 183 kg, il tutto associato già di serie ad un'elettronica di gestione del veicolo di primissimo livello.

Si perchè la moto sportiva continua ad affascinare intere generazioni oltre che a rappresentare l'apice massimo dell'attuale livello tecnologico raggiunto in tema motoristico. La moto sportiva riesce ad emozionare anche a motore spento o a far sognare ad occhi aperti i tanti motociclistici che pur con qualche difficoltà e qualche rinuncia la utilizzato più o meno di ieri.

Inizia così sul circuito di Imola il nostro giro di giostra, una passerella esclusiva va infatti in scena sulla pit lane del circuito emiliano, con tutta la famiglia S1000RR che si alterna in una escaltion di prestazioni e stati d'animo partendo dalla versione base per poi salire con la HP4, da quì in poi abbandoniamo la linea stradale e ci trasferiamo sulla parte racing con la moto campione del mondo nel campionato Superstock con il francese Sylvain Barrier e prima con Ayrton Badovini. La ciliegina sulla torta è infine la moto di Marco, quella S1000RR Factory in configurazione SBK che lo scorso anno ha conteso a lungo la leadership del mondiale al nostro MaX Biaggi.

  • shares
  • Mail