Dovizioso: "Gara dura come ci aspettavamo"

Hayden si aggiudica il 'derby' del Ducati Team a Laguna Seca, ma le Rosse accusano mezzo minuto di ritardo dai primi. L'americano: "Speriamo che le cose vadano meglio dopo la pausa estiva".

MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara

Il GP degli Stati Uniti è stato avaro di soddisfazioni per il Ducati Team. Dopo delle qualifiche opache con Dovizioso e Hayden ripsttivamente ottavo e decimo in griglia, i due alfieri del team di Borgo Panigale hanno viaggiato gomito-a-gomito (anche letteralmente, visto il contatto tra i due sul rettilineo a metà gara) ed in perfetta solitudine per praticamente tutta la durata della gara, arrivando sotto la bandiera a scacchi con oltre mezzo minuto di ritardo dal vincitore Marc Marquez (Honda Repsol) con l'americano, ottavo, davanti all'italiano.

Laguna Seca ha rappresentato anche il "giro di boa" per il Campionato del Mondo MotoGP, ma prima di pensare a godersi le vacanze della consueta 'pausa estiva' (il Motomondiale tornerà con il round di Indianapolis il prossimo 16-18 Agosto), Andrea Dovizioso sarà impegnato in un altro giorno di test, giovedì prossimo a Misano. L'analisi del GP degli Stati Uniti da parte del forlivese è sicuramente realistica, senza dimenticare il terribile evento luttuoso che ha colpito il mondo del motociclismo con la scomparsa a Mosca del povero Andrea Antonelli:

“E’ stata una gara dura come del resto ci aspettavamo. Era difficile controllare la moto ed essere precisi: io speravo di riuscire a fare tutta la gara sotto l’1’23, ma non c’è stato modo. Purtroppo ho perso una posizione con Nicky verso la fine e mi dispiace, ma sinceramente non potevo fare di più. Ho cercato di imporre il mio ritmo davanti a Hayden per sfiancarlo ma alla fine è lui che ha sfiancato me! Il nostro contatto in rettilineo non è stato assolutamente volontario: la nostra moto tende ad impennare nel rettilineo e di conseguenza non è facile controllarla e gestirla e questo ha fatto sì che andassimo l’uno contro l’altro. È stata una situazione un pò pericolosa ma sono cose che possono capitare, di certo involontariamente."

"Purtroppo questa mattina ci è arrivata la tragica notizia dell’incidente ad Andrea Antonelli in Supersport a Mosca. Sono vicino alla sua famiglia ed al suo team. Non lo conoscevo bene, ma eravamo coetanei e abbiamo fatto insieme delle gare di motocross per beneficenza. È una vera tragedia e mi dispiace moltissimo.”

MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara

Nel weekend che ha sancito il termine del suo rapporto con il Ducati Team (ufficializzata la separazione alla fine della stagione in corso), Nicky Hayden ha raccolto il miglior risultato possibile davanti ai suoi tifosi, anche se l'ottava posizione non rappresenta certo un piazzamento memorabile in confronto alle due vittorie raccolte dal Kentucky Kid nei suoi anni con HRC. Questo il suo commento a fine giornata:

“Non è stato un weekend facile per noi. Speravamo in un risultato migliore, ma sapevamo anche che il nostro potenziale attuale è abbastanza limitato. Non sono partito bene, e poi i freni posteriori hanno cominciato a darmi dei problemi, durati un paio di giri, probabilmente perché si stavano surriscaldando. Sono riuscito a raggiungere Andrea, passandolo sul rettilineo e ci siamo toccati. Eravamo davvero vicinissimi, e nella curva 2 mi sono reso conto che la leva della frizione si era piegata. Non riuscivo a scalare le marce e ho dovuto fare la curva in quarta, ma poi mi sono abituato alla nuova posizione e sono riuscito ad avvicinarmi a lui e superarlo nuovamente."

"L'ottavo posto naturalmente non è un gran risultato, ma i nostri avversari in questo momento sono più forti di noi, soprattutto su una pista così sconnessa come quella di Laguna Seca. Speriamo che le cose vadano meglio dopo la pausa estiva. Voglio aggiungere che è stato davvero triste svegliarmi stamattina con la notizia della scomparsa di Andrea Antonelli. Anche se non lo conoscevo personalmente, la perdita di un compagno di pista è sempre una terribile tragedia.”

MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara

Anche Paolo Ciabatti, Direttore del Progetto Ducati MotoGP, ricorda lo sfortunato Andrea Antonelli nelle sue considerazioni sul GP degli Stati Uniti.

“Oggi la giornata purtroppo è iniziata con la tragica notizia dell'incidente ad Andrea Antonelli durante la gara Supersport a Mosca, che ha fatto scendere un velo di tristezza su tutto il paddock. Conoscevo Andrea e desidero fare, anche a nome di tutto il Ducati Team, le più sentite condoglianze alla sua famiglia, alla sua squadra, e a tutti i suoi parenti ed amici. La gara non ci ha riservato particolari soddisfazioni: Nicky e Andrea hanno fatto una gara solitaria per l'ottavo e il nono posto ed ingaggiato anche una bella battaglia tra di loro, con qualche contatto molto ravvicinato, ma ovviamente non possiamo essere soddisfatti del risultato. Purtroppo siamo ancora lontani dai primi e dobbiamo continuare a lavorare sodo per provare a ridurre il nostro gap.”

MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara
MotoGP 2013 - Laguna Seca - Gara

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: