Rossi terzo a Laguna Seca: "Restituirò il favore a Marquez"

Il Campione di Tavullia si dice soddisfatto del podio e promette la rivincita sul talento HRC. Lorenzo si accontenta: "Gara difficile perché non sono in forma".

Best MotoGP Laguna Seca 2013

Il GP degli Stati Uniti ha visto Valentino Rossi (Yamaha Factory Racing) portare a casa il suo terzo podio consecutivo in una gara dominata dal talento di Marc Marquez (Honda Repsol), autore di una progressione irresistibile che lo ha portato a superare prima il fuoriclasse pesarese al celebre 'Cavatappi' (con una manovra molto simile al famoso sorpasso di Rossi a Stoner del 2008) e poi il poleman Stefan Bradl (LCR Honda), incapace di scappar via allo spagnolo nonostante l'ottima partenza.

Nel dopo gara Rossi ha fatto buon viso a cattivo gioco, congratulandosi con il giovane talento iberico nonostante il sorpasso piuttosto duro che in molti hanno interpretato come il proverbiale 'passaggio di consegne' tra il vecchio campione e l'astro nascente del motociclismo sportivo, ma il fuoriclasse di Tavullia (ora quarto in classifica a 46 punti da Marquez), pur soddisfatto del podio, ha promesso scherzosamente 'vendetta' al giovane spagnolo per l'onta subita:

"Su questa pista con la Yamaha si soffre un po' di più rispetto alla Honda, ma abbiamo lavorato molto bene nella prove: abbiamo provato di tutto e ho potuto tenere un buon ritmo in gara fino alla fine, non lontano da Bradl. Ho lottato con Bautista, ma sempre rimasto davanti e così ho potuto conquistare il terzo podio consecutivo. Sono abbastanza competitivo e sono soddisfatto, è un buon risultato."

"Ora ci prendiamo un po' di riposo, andiamo in vacanza cercando di ricaricare le batterie per la seconda metà della stagione. Per quanto riguarda il passo, ho provato a resistere ma oggi non era il giorno giusto: Marc era troppo forte per me. Prima della fine della stagione faremo un'altra battaglia dove sarò io il più veloce, e gli restituirò il sorpasso di sicuro!"

Dopo i due interventi chirurgici alla martoriata clavicola sinistra, per Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) si è trattato di un weekend sicuramente difficile, in cui però il Campione del Mondo ha racimolato un buon sesto posto che ha lasciato intatte le sue speranze di riconferma in chiave iridata. Il maiorchino, giunto sul traguardo di Laguna Seca subito alle spalle di Dani Pedrosa (Honda Repsol), rimane terzo in campionato, a 26 punti dal leader Marquez e con un vantaggio di 20 punti su Rossi. Questa la sua analisi nel dopo-gara:

"E' stata una gara difficile perché non sono in forma: da più di un mese non faccio allenamento e ho avuto due anestesie generali. Mi sentivo abbastanza stordito da metà gara in avanti, quindi la mia performance è andata peggiorando. Anche la moto non è andata così bene come nel warm up. Forse, con la temperatura un pò più alta, le gomme hanno lavorato in modo diverso ed io non riuscivo fermarla nelle staccate, quindi non ho avuto lo stesso feeling e sono stato mezzo secondo più lento."

"La cosa importante è che abbiamo salvato una situazione molto pericolosa, perché se fossi caduto di nuovo il mio campionato sarebbe potuto finire qui. Abbiamo un mese per riposarci ed allenarci per tornare in forma, il che sarà molto importante per Indianapolis. Spero di arrivarci in condizioni quasi perfette e ritrovare le stesse prestazioni di prima dell'incidente."

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: