MotoGP Laguna Seca: la “prima” di Bradl. Marquez “sciupone”. Undici piloti in un secondo!

Prima pole position in MotoGP per Stefan Bradl che cerca la riconferma in Honda. Marquez sciupone. Rossi 4° e primo pilota Yamaha in pista... domani ne vedremo delle belle.


Qualifiche da fuochi d’artificio, scassacuore, con 11 piloti dentro un secondo e … udite udite! Stefan Bradl – stratosferico - in pole (1’21.176) davanti a Marquez (+0.017, ruzzolato proprio alla fine) e a Bautista (+0.197).

Tre Honda in prima fila e tre Yamaha in seconda: Rossi (+0.242), Crutchlow (+0.244 attardato per noie ad un sensore), Lorenzo (+0.277) davanti a Pedrosa (+0552). Quindi Dovizioso, Smith, Hayden, Espargaro con quasi un secondo di gap (+0.923).

Le caratteristiche di Laguna Seca, pista corta, stretta, e tortuosa, spingono all’ammucchiata e sarà gran bagarre domani in corsa. Onore a Bradl, ma la sostanza non cambia, neppure con la scivolata finale di Marquez. E’ questa, se non si fosse ancora capito, l’aria che tira qui a Laguna Seca e nel mondiale MotoGP, con Marc Marquez a dettar legge, “irriverente” sverniciatore da “veni, vidi, vici”.

Il rookie della Honda, al debutto nel difficile toboga californiano, esagera, spazzola i cordoli come suonasse un violino, gran passo, un capolavoro alla Giotto da prefigurare domani una possibile corsa da “gatto col topo”, e, perché no, da cominciare davvero a ipotizzare la conquista del titolo iridato al debutto nella classe regina. Vedremo.

Un plauso ai due grandi acciaccati, Lorenzo e Pedrosa, capaci di soffrire e di costruire in modo certosino la corsa di domani che li vedrà comunque fra i protagonisti.

Ci sarà anche Rossi, pronto alla stoccata miracolosa. Non fa notizia, ma all’appello mancano sempre le Ducati, con il Dovi tornato nelle retrovie e con Hayden oramai spento come una candela.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: