MotoGP Laguna Seca 2013: Trionfo Marquez, Bradl e Rossi sul podio

Segui la diretta delle prove libere e delle qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti della MotoGP che si corre domenica 21 luglio a Laguna Seca (Orari diretta TV).

Marc Marquez vince la sua terza gara stagionale a Laguna Seca e lo spagnolo consolida la leadership in classifica generale. Il pilota Honda e Valentino Rossi si abbracciano ridendo sotto al podio, nonostante il sorpasso aggressivo dello spagnolo ai danni del pilota Yamaha nei primi giri della gara: allievo e maestro si congratulano l'un l'altro. Marquez in trionfo, Bradl secondo, Rossi sul podio. Il rookie del team Repsol Honda si dimostra ancora una volta un fenomeno, diventando sempre più uomo record, Bradl gli tiene testa e Rossi si difende egregiamente dagli attacchi di un non troppo pericoloso Bautista. Dietro di loro una gara non emozionante, con Pedrosa che riesce a passare l'altro infortunato Lorenzo. Solo settimo Crutchlow che non ha brillato, davanti alle due Ducati di Hayden e Dovizioso che si sono fatti di dispetti. Il pesarese prima di salire sul podio ha commentato scherzosamente l'aggressivo sorpasso subito da Marquez:

"Mi copia i sorpassi, deve darmi dei soldi quel bastardo! Era troppo veloce, non c'era niente da fare. Sono contento di questo terzo posto. Sono stato dietro a Bradl e sono al terzo podio consecutivo, va bene così."

MotoGP Laguna Seca 2013 - Gara


1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 157.4 44'00.695
2 20 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 157.3 +2.298
3 16 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 157.2 +4.498
4 13 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 157.2 +4.557
5 11 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 156.9 +9.257
6 10 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 156.7 +12.970
7 9 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 156.5 +15.304
8 8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 155.4 +33.963
9 7 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 155.4 +34.129
10 6 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 153.8 +1'02.369
11 5 15 Alex DE ANGELIS RSM Ignite Pramac Racing Ducati 153.8 +1'02.604
12 4 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 153.7 +1'03.593
13 3 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 152.8 +1'20.450
14 2 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing ART 152.2 1 Giro
15 1 68 Yonny HERNANDEZ COL Paul Bird Motorsport ART 151.6 1 Giro
16 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 151.6 1 Giro
17 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 151.1 1 Giro
18 52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacing Project Ioda-Suter 148.8 1 Giro
Non classificati
38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 153.8 25 Giri
41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 153.3 27 Giri
14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 149.9 28 Giri
71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 44.9 29 Giri
70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 138.8 31 Giri

Ultimo giro: Marc Marquez taglia il traguardo in testa! Lo seguono Stefan Bradl, Valentino Rossi, che resiste fino all'ultimo agli attacchi di Bautista, poi Pedrosa, Lorenzo, Crutchlow e le Ducati.

Giro 31: sta partendo il duello Rossi-Bautista per il terzo posto. Rossi gira forte ma lo spagnolo gli tiene testa, mentre Marquez è sempre al comando.

Giro 30: Marquez è riuscito a tornare sotto l'1'22, mentre Bautista cerca di abdare all'attacco di Rossi.

Giro 29: situazione ordinata, con due coppie distinte in testa Marquez-Bradl e Rossi-Bautista. Seguono gli infortunati Pedrosa e Lorenzo.

Giro 28: Marquez sempre al comando seguito da Stefan Bradl. Rossi sempre terzo, il suo svantaggio è ormai tale che sembra difficile possa recuperare rispetto al duo di testa.

Giro 27: 5 giri alla fine. Marquez ha circa 1.5 secondi di vantaggio su Bradl. Rossi 3° alle prese con i doppiati.

Giro 26: i doppiati allungano leggermente il terzetto di testa. Marquez davanti ma Rossi ora è il più veloce. Crutchlow 7° sta conducendo una gara che sembra non appartenergli.

Giro 25: mancano 7 giri alla fine e Marquez ha quasi 1.5 secondi di vantaggio su Bradl. Rossi sempre 3°. Iniziano i doppiaggi, Marquez passa Aoyama e Staring.

Giro 24: Marquez, alla sua prima volta a Laguna Seca, continua a dominare la gara. Bradl, l'uomo pole, lo insegue; terzo Rossi, seguito da Bautista. Pedrosa leggermente staccato. Le due Ducati rischiano di toccarsi, Dovizioso chiede scusa a Hayden.

Giro 23: 4 Honda e 3 Yamaha nei primi sette posti, seguono le Ducati ufficiali. Marquez, dopo una brutta partenza sta ormai dominando la gara.

Giro 22: gran giro di Rossi che però non sembra in grado di raggiungere la coppia di testa. Marquez sta girando sull'1'22 basso, Bradl è staccato di circa 1 secondo.

Giro 21: lo spagnolo della Honda tira come un dannato, Bradl cerca di tenere il suo ritmo. Rossi difende il terzo posto e Bautista non sembra in grado di passarlo.

Giro 20: Marquez conduce la gara, Bradl lo segue a 5 decimi. Terzo Rossi tallonato da Bautista mentre Pedrosa cerca di raggiungerli.

Giro 18: Marquez in testa dopo un grande sorpasso su Bradl! Rossi sempre 3° che tiene a bada Bautista. pedrosa si avvicina ai due. Lorenzo sesto, sembra stia gestendo la situazione.

Giro 17: situazione invariata in testa, mentre Bautista si sta facendo sotto a Rossi che sta girando più lentamente degli avversari. Anche Pedrosa sta recuperando ed è ormai alle spalle di Bautista.

Giro 16: siamo a metà gara e Bradl è sempre in testa ma l'impressione è che Marquez possa attaccarlo da una curva all'altra. Rossi sempre 3° a quasi 4 secondi dal tedesco. Il pesarese deve ormai contenere gli attacchi di Bautista.

Giro 15: Pedrosa in quinta posizione sta cercando di andare a prendere Bautista, lo spagnolo della Honda è staccato di poco più di un secondo. Bradl conduce sempre la gara, Marquez non lo molla e sembra in attesa del momento giusto per passarlo.

Giro 14: la coppia di testa sta ormai conducendo una gara a sé, con Rossi staccato da Marquez di circa 3 secondi. I tempi si stanno lentamente abbassando e nessuno gira sotto l'1'22.

Giro 13: Bradl sempre in testa ma Marquez non lo molla. Rossi inizia a recuperare qualche decimo, Bautista è staccato di 1 secondo.

Giro 12: Marquez tallona Bradl, mentre Rossi a 3 secondi e 6 decimi si sta difendendo da Bautista. Seguono Pedrosa e Lorenzo, Crutchlow e le due Ducati.

Giro 11. la coppia di testa Bradl-Marquez sta allungando sugli inseguitori. Lo spagnolo è partito alla caccia del tedesco mentre Pedrosa guadagna il 5° posto passando Lorenzo.

Giro 10: nel cavatappi Marquez si avvicina a Bradl mentre i tempi si sono leggermente alzati verso l'1'22. Marquez è ora a soli 3 decimi dal tedesco.

Giro 9: Marquez sbaglia l'uscita e perdi metri da Bradl che continua a dirigere la gara, Nel frattempo Pedrosa parte all'attacco di Lorenzo nella lotta per il 5° posto.

Giro 8. Bradl in testa mentre Marquez continua ad avvicinarsi. Rossi è ormai staccato (oltre 3 secondi dal tedesco) e si difende dagli attacchi di Bautista.

Giro 7: Bradl ha girato a 1'21.813, Marquez gli tiene dietro e rosicchia alcuni decimi a giro. Bradley Smith fermo.

Giro 6: esce Espargaro nell'ultima curva. Situazione invariata in testa, conduce Bradl. Bautista marca Rossi.

Giro 5: Bradl sempre in testa ma Marquez sembra in grado di raggiungerlo. Rossi è altre 2 secondi dal battistrada.

Giro 4: dopo l'irruento sorpasso di Marquez, Bradl continua a fare il battistrada. Rossi 3°, mentre si ferma De Puniet per un guasto. Gara finita per lui. Anche Corti è dovuto tornare ai box per un guasto all'elettronica.

Giro 3: Bradl tenta di allungare mentre Marquez parte già all'attacco di Rossi. Segue Bautista seguito da Lorenzo. Duello meraviglioso tra Marquez e Rossi, lo spagnolo passa, entrambi vanno nella ghiaia e rientrano.

Giro 2: Bradl in testa, segue Rossi, 3° Marquez, poi la Honda di Bautista. 5° lorenzo, lo segue Pedrosa. Le Ducati dietro alla Yamaha di Crutchlow. Bradl ha 5 decimi di vantaggio su Rossi, il pesarese recupera nel 2° settore.

Giro 1: parte bene Bradl, male Marquez ma poi cerca di recuperare. Rossi subito secondo!

Ore 22.59: i meccanici abbandona la griglia di partenza, parte il giro di ricognizione. 23 gradi al suolo, 49 sull'asfalto, vento praticamente assente. Poco meno di 50 mila gli spettatori.

Ore 22.55: intona l'inno USA il grande virtuoso della chitarra Joe Satriani. 5 minuti al via.

Ore 22.50: minuto di silenzio in memoria di Andrea Antonelli sul circuito di Laguna Seca.

Ore 22.45: mancano 15 minuti alla partenza del Gran Premio degli Stati Uniti, cielo sereno e circa 25 gradi di temperatura. Piloti in griglia, ricordiamo che Stefan Bradl partirà in pole davanti alla Honda ufficiale di Marquez.

Ore 20.00. bandiera a scacchi. Bradl il più veloce nel warm-p di Laguna Seca, davanti a Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Alvaro Bautista. Rossi 5° davanti a Crutchlow e al compagno di squadra del britannico Bradley Sith. Le due Ducati al 9° e al 10° posto, dietro Espargaro, rispettivamente con Dovizioso e Hayden. Appuntamento alle 23.00 (ora italiana) per il Gran Premio degli Stati Uniti.

Ore 19.58: Bradl, l'uomo pole, ottiene il miglior tempo nel warm-up con 1'21.743, soli 8 millesimi più veloce di Marquez.

Ore 19.55: cinque minuti al termine e Marquez è ancora il più veloce. I piloti cercano il ritmo da adottare in gara.

Ore 19.52: Rossi al momento è 5°, le Yamaha continuano a soffrire nel T3. Crutchlow torna ai box per cambiare moto e fare una comparativa tra le due.

Ore 19.50: Bradl, l'uomo pole di ieri centra il terzo tempo dietro a Marquez e Lorenzo, quando mancano dieci minuti alla fine del warm-up.

Ore 19.48: Marquez passa in testa con 1'21.751 e inizia ad abbassare i tempi. Cade Bautista, con la moto che si schianta fino alle barriere, fortunatamente nessuna conseguenza per il pilota.

Ore 19.46: Lorenzo il più veloce con 1'21.834, ma anche Crutchlow e Marquez iniziamo a tirare (tenendo presente che nel warm-up i tempi sono sensibilmente più alti della norma).

Ore 19.44: Lorenzo migliora il suo tempo precedente con un 1'22.145.

Ore 19.43: Jorge Lorenzo centra con un 1'23.413 è attualmente il più veloce. Seguono Espargarò e Bautista. Marquez 5° dietro a Smith, Rossi 9°.

Ore 19.41: piloti in pista, 18 minuti al termine.

Ore 19.40: sta per iniziare il Warm-Up a Laguna Seca, grave cordoglio tra i piloti della MotoGP per Antonelli. Danilo Petrucci: "oggi non è bello ne parlare ne correre".

Ore 19.15: anche Valentino Rossi, ha appreso della scomparsa di Antonelli e ha pubblicato sul suo profilo twitter una foto che lo ritrae assieme al pilota e una fase piuttosto emblematica sul suo stato d'animo.

MotoGP 2013 - Laguna Seca - Prove libere

Ore 19.10: mancano 30 minuti al warm-up a Laguna Seca. Nel frattempo FIM e Dorna hanno deciso che prima del Gran Premio verrà dedicato un minuto di silenzio in memoria di Andrea Antonelli, scomparso oggi al Moscow Raceway.

Ore 17.00: la notizia della tragica morte di Andrea Antonelli, durante la gara del Mondiale Supersport, ha lasciato profondamente turbati anche tanti piloti della MotoGP, a poche ore dalla partenza del Gran Premio di Laguna Seca. Andrea Iannone, impossibilitato a correre perché infortunato ha così commentato l'accaduto:

Gli fa eco Danilo Petrucci (Came IodaRacing Project), conterraneo dello scomparso Antonelli:

Ore 12.30: Valentino Rossi (Yamaha Factory Racing) questa sera alle 23.00 ora italiana (guarda gli orari TV), partirà dalla quarta casella della griglia di partenza, alle spalle di tre Honda, quelle di Bradl, Marquez e del sorprendete Bautista. Il pesarese ha commentato:

"Sono soddisfatto della mia posizione in griglia perché ho fatto un ottimo giro, sfortunatamente ho mancato la prima fila ma quarto non è male. Abbiamo lavorato molto sulla moto, specialmente dopo alcuni giri, quando le gomme iniziavano aslittare. Abbiamo fatto miglioramenti, ma forse non è abbastanza. Sono abbastanza preoccupato perché dobbiamo trovare il modo di essere più forti in vista della gara, specialmente dopo i primi giri. Dobbiamo lavorare e migliorare, ma il quarto posto è un buon punto di partenza."

MotoGP Laguna Seca 2013: Bradl conquista la pole! Tre Honda in prima fila, Rossi 4°


MotoGP Sachsenring 2013 - Gara

Stefan Bradl ha conquistato la pole position a Laguna Seca, al termine di una sessione di qualifica molto emozionante, dove numerosi top rider hanno lottato per il 1° posto in griglia. Il tedesco del team LCR Honda ha soffiato, negli ultimi secondi a disposizione, la pole a Marc Marquez, caduto alcuni minuti prima e impossibilitato a migliorare il suo tempo precedente. Segue Bautista, terzo pilota Honda (team Gresini), davanti a un terzetto Yamaha comandato da Valentino Rossi, domani primo della seconda fila, Crutchlow, costretto a uscire per alcuni minuti per un guasto a un sensore e Jorge Lorenzo. 7° Pedrosa davanti alla Ducati di Andrea Dovizioso, a precedere Smith e il compagno di squadra Hayden che completa la top ten. Appuntamento a domani, ore 19.40 per il warm-up, seguito alle 23.00 dalla gara.

MotoGP Laguna Seca 2013 - Classifica Q2


1 BRADL S.LCR Honda MotoGP 1:21.176
2 MARQUEZ M.Repsol Honda Team +0.017
3 BAUTISTA A.GO&FUN Honda Gresini +0.197
4 ROSSI V.Yamaha Factory Racing +0.242
5 CRUTCHLOW C.Monster Yamaha Tech 3 +0.244
6 LORENZO J.Yamaha Factory Racing +0.277
7 PEDROSA D.Repsol Honda Team +0.552
8 DOVIZIOSO A.Ducati Team +0.850
9 SMITH B.Monster Yamaha Tech 3 +0.899
10 HAYDEN N.Ducati Team +0.914
11 ESPARGARO A.Power Electronics Aspar +0.923

Ore 23.50: bandiera a scacchi. Stefan Bradl conquista la pole a Laguna Seca, facendo segnare un grandioso 1'21.176, seguito da Marquez e Bautista.

Ore 23.49. manca un minuto e Bautista soffia a Rossi il 2° posto. Bradl subito dopo segna il primo tempo ed è in pole!

Ore 23.47: Crutchlow, come prevedibile è rientrato in pista come un indemoniato e ha scalzato Lorenzo dalla terza posizione quando mancano due minuti al termine.

Ore 23.46: cade Marquez1 Lo spagnolo si rialza senza problemi e cerca di rientrare in pista. Rossi nel frattempo conquista il 2° posto, il pesarese cerca la pole.

Ore 23.45: 5 minuti al termine delle Q2. Al momento Marc Marquez è in pole e la prima fila è completata da Bradl e Lorenzo. Rientra in pista Crutchlow che è tornato ai box per colpa di un sensore sull'anteriore che si era staccato.

Ore 23.41: Marquez migliora nuovamente il suo tempo scendendo a 1'21.193. Segue Bradl, poi Lorenzo e Pedrosa. Torna ai box Rossi, al momento 8°, quando mancano 7 minuti alla fine delle Q2.

Ore 22.39: lotta a colpi di crono tra Bradl, Lorenzo e Marquez. Prevale Marquez che segna 1'21.292. Cade De Puniet.

Ore 22.38: Bradl subito in testa con 1'22.069, secondo Lorenzo davanti a Bautista. Cratchlow torna ai box. Rossi 3°.

Ore 22.35: iniziate le Q2, parte la lotta per la pole position a Laguna Seca.

Ore 22.30: mancano pochi minuti alla partenza delle Q2, ultima sessione di qualifiche a Laguna Seca, nella quale verrà stabilito chi partirà in pole domani.

MotoGP Laguna Seca 2013: Pedrosa 1° nelle Q2


Ore 23.25

: bandiera a scacchi. Daniel Pedrosa accede di prepotenza alle Q2 assieme a Randi De Puniet. Terzo Hector Barbera a sopravanzare Alex De Angelis.

MotoGP Laguna Seca 2013 - Classifica Q2


1 PEDROSA D.Repsol Honda Team 1:22.017
2 DE PUNIET R.Power Electronics Aspar +0.677
3 BARBERA H.Avintia Blusens +0.791
4 DE ANGELIS A.Ignite Pramac Racing +1.236
5 EDWARDS C.NGM Mobile Forward Racing +1.255
6 PETRUCCI D.Came IodaRacing Project +1.306
7 CORTI C.NGM Mobile Forward Racing +1.599
8 HERNANDEZ Y.Paul Bird Motorsport +1.858
9 ABRAHAM K.Cardion AB Motoracing +1.902
10 LAVERTY M.Paul Bird Motorsport +1.970
11 AOYAMA H.Avintia Blusens +2.218
12 STARING B.GO&FUN Honda Gresini +2.739
13 PESEK L.Came IodaRacing Project +2.792

Ore 23.21: 3 minuti al termine delle Q2. Pedrosa, tornato ai box, sempre primo sicuro del risultato. Brutta scivolata di Abrams, ma il pilota si rialza immediatamente.

Ore 23.18: Pedrosa si assicura l'accesso alle Q2 con un ottimo 1'22.022. Segue De Puniet, 3° Barbera.

Ore 22.15: mancano 8 minuti al termine delle Q1 e Barbera è andato momentaneamente in testa, prima dell'ingresso in pista di Dani Pedrosa che si porta immediatamente al primo posto con 1'22.845.

Ore 23.12: Petrucci in testa con 1'23.692, seguito da Corti e Laverty.

Ore 23.10: sono iniziate le Q1, piloti in pista.

Ore 23.08: mancano due minuti all'inizio delle Q1, prima sessione di qualifiche ufficiali del Gran Premio di Laguna Seca.

MotoGP 2013 - Laguna Seca - Prove libere

MotoGP Laguna Seca 2013: Marquez primo nelle FP4


Sono finite le FP4 a Laguna Seca e Marc Marquez, nonostante la sessione fosse ininfluente per l'accesso alle qualifiche, ha comunque tirato al massimo, o quasi, realizzando un ottimo 1:21.680. Gli altri piloti si sono per la maggior parte limitati a migliorare il set up: da segnalare il secondo tempo di Stefan Bradl (LCR Honda), seguito da Cal Crutchlow, poi Bautista, il redivivo Pedrosa e le due Yamaha di Lorenzo e Rossi.

Ore 22.30: bandiera a scacchi, terminano anche le FP4. Miglior tempo per Marquez, che all'ultimo giro migliora ancora il suo tempo precedente, seguito da Bradl, Crutclow, un sorprendete Bautista, poi Pedrosa, Lorenzo, Rossi e Dovizioso.

Ore 22.57: mancano 3 minuti alla fine delle FP4. La sessione non ha regalato particolari emozioni, tranne il buon tempo di Marquez che in ogni occasione tira sempre al massimo o quasi. Gli altri piloti stanno prevalentemente provando il set-up.

Ore 22.52: mancano 7 minuti alla fine della FP4 e Marc Marquez è sempre davanti. Bradl 2°, segue Crutchlow, Rossi 6° dietro al compagno di squadra Jorge Lorenzo.

Ore 22.47: cade Cal Crutchlow nei pressi della curva 1. Brutta botta ma il pilota si rialza immediatamente.

Ore 22.45: Marquez sempre il migliore, seguono Bradl, Crutchlow, Pedrosa e Rossi, 5° davanti a Dovizioso, quando mancano 13 minuti alla fine delle FP4.

Ore 22.40: colpo di reni di Bradl che si porta in testa con 1'21.890. E' un vantaggio effimero perché Marquez ribatte immediatamente con un ottimo 1'21.799.

Ore 22.38: Marc Marquez ribatte al tempo di Crutchlow con un 1'22.002 e si porta in testa.

Ore 22.37: Crutchlow segna 1'22.225 e si porta in prima posizione, davanti a Bradl e a Andrea Dovizioso che nel frattempo è entrato in pista. Rossi 8°. Jorge Lorenzo entra ora nel suo box.

Ore 22.35: Stefan Bradl il più veloce al momento, davanti a Hayden, ma con tempi nettamente superiori alla norma.

Ore 22.30: torna in pista anche Pedrosa. Il dott. Costa: "Lorenzo e Pedrosa stanno bene e vogliono mettere alla prova se stessi."

Ore 22.25: sono le 13.25 a Laguna Seca, in California e tra 5 minuti i piloti scenderanno in pista per le FP4, sessione che non influisce sulle qualifiche, che partiranno tra 40 minuti. Marquez "matador" anche nelle FP3, seguito da Rossi.

MotoGP Laguna Seca 2013: Marquez strepitoso nelle FP3, Rossi 2°


MotoGP 2013 - Laguna Seca - Prove libere

Sono da poco terminate le FP3 a Laguna Seca, sessione di prove determinante per stabilire quali piloti potessero accedere direttamente alle Q2: nella mattinata nuvolosa del circuito californiano Marc Marquez è stato nuovamente il protagonista, migliorando il suo tempo di ieri e facendo segnare un ottimo 1'21.568, probabilmente destinato a migliorare nelle prossime sessioni. Molto bene Valentino Rossi: dopo una prima parte di prova in cui il pesarese sembrava in difficoltà, negli ultimi minuti il pesarese è riuscito a centrare un buon giro veloce che gli consente di star subito dietro al giovane spagnolo della Honda. Dietro al campione Yamaha, staccato di +0.184, si posizionano Bradl, Bautista e Crutchlow, seguiti dalla Ducati di Dovizioso, che non è riuscito a migliorare il tempo di ieri, pur eguagliandolo. 7° Jorge Lorenzo che ha realizzato solo sei giri per preservare le energie in vista della sessione di qualifiche. Di seguito i tempi delle FP3: i primi 10 piloti accedono direttamente alle Q2. Grande assente Dani Pedrosa che ha deciso di non partecipare a questa sessione di prove.

MotoGP - Laguna Seca 2013 - FP3


11 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 263.6 1'21.568
2 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 267.5 1'21.752 0.184 / 0.184
3 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 265.4 1'21.959 0.391 / 0.207
4 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 269.1 1'22.085 0.517 / 0.126
5 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 262.5 1'22.187 0.619 / 0.102
6 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 264.4 1'22.226 0.658 / 0.039
7 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 261.7 1'22.290 0.722 / 0.064
8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 263.6 1'22.504 0.936 / 0.214
9 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 257.6 1'22.733 1.165 / 0.229
10 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 256.4 1'22.812 1.244 / 0.079
11 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 253.1 1'23.269 1.701 / 0.457
12 15 Alex DE ANGELIS RSM Ignite Pramac Racing Ducati 258.1 1'23.616 2.048 / 0.347
13 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Ioda-Suter 254.7 1'24.057 2.489 / 0.441
14 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward FTR Kawasaki 256.4 1'24.108 2.540 / 0.051
15 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 257.6 1'24.460 2.892 / 0.352
16 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 253.9 1'24.618 3.050 / 0.158
17 68 Yonny HERNANDEZ COL Paul Bird Motorsport ART 250.6 1'24.670 3.102 / 0.052
18 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing ART 256.4 1'24.761 3.193 / 0.091
19 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward FTR Kawasaki 256.5 1'24.895 3.327 / 0.134
20 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 251.8 1'24.946 3.378 / 0.051
21 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 248.3 1'25.220 3.652 / 0.274
22 52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacingIoda-Suter 236.9 1'26.979 5.411 / 1.759
26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda

Ore 20.10: bandiera a scacchi. Marquez 1° in virtù del suo spettacolare 1'21.568, seguito da Rossi, Bradl e Bautista.

Ore 20.09: Rossi ribalta la situazione e mette a segno un gran giro veloce, portandosi al secondo posto, a 1 decimo da Marquez.

Ore 20.07: Rossi, dopo aver sostituito la gomma posteriore, non è comunque riuscito a migliorare il suo tempo quando mancano 2 minuti alla fine delle FP3. Lorenzo sta per rientrare.

Ore 20.05: Dovizioso replica il tempo di ieri e si porta al 5° posto della classifica combinata.

Ore 20.03: mancano 6' minuti al termine della sessione. Rossi torna ai box con la gomma posteriore particolarmente rovinata sulla spalla destra, poi rientra subito in pista. Il pesarese al momento è 7° nei tempi combinati.

Ore 20.00: ottimo tempo di Bautista che si piazza dietro a Marquez con 5 decimi di distacco. Stefan Bradl 3°.

Ore 19.57: mancano 12 minuti alla fine delle FP3 e molti dei piloti sono ai box, compreso Lorenzo che probabilmente non scenderà più in pista in questa sessione per non correre rischi visto il suo stato fisico.

Ore 19.55: Lorenzo è tornato ai box dopo soli 5 giri ma attualmente è terzo nei tempi delle FP3 (5° nei combinati dietro a Dovizioso)

Ore 19.48: giro mostruoso di Marquez che migliora nuovamente il suo miglior tempo con un ottimo 1'21.568. Crutchlow non molla e ora è al secondo posto.

Ore 19.45: mancano 25 minuti alla fine delle FP3, Lorenzo e Rossi ancora lenti rispetto a Marquez.

Ore 19.40: Rossi 3° a poco più di 5 decimi da Marquez. Scende in pista Jorge Lorenzo.

Ore 19.37: Marquez realizza un giro strepitoso e migliora il suo tempo di ieri, scendendo sotto l'1'22.

Ore 19.35: Crutchlow il più veloce al momento, ma tenendo conto dei tempi di ieri è ancora Marquez in testa.

Ore 19.30: Marquez (Repsol Honda) davanti in virtù del suo miglior tempo di ieri 1.22.040, lo seguono Bradl, Dovizioso e Rossi. Lorenzo rimane nei box e attende di vedere i tempi degli altri prima di scendere in pista. Volo di Alex De Angelis, wild card per il team Pramac Ducati.

Ore 19.25: bandiera verde e tutti in pista per i 45 minuti di FP3.

Ore 18.30: manca poco meno di un'ora alle FP3 a Laguna Seca. Il cielo è parzialmente nuvoloso ma non è prevista pioggia e la temperatura e di circa 19°.

Tutto pronto a Laguna Seca per la seconda giornata di qualifiche che determineranno la griglia di partenza del Red Bull Grand Prix di domani: ieri Marc Marquez (Honda Repsol), era stato il più veloce con un buon 1′22.040 e oggi ci si aspetta che sia lo spagnolo sia i suoi inseguitori abbattano il muro dell'1'22. Buone prospettive anche per Stefan Bradl (LCR Honda MotoGP) secondo davanti a un fiducioso Andrea Dovizioso (Ducati): molto bene anche Valentino Rossi (Yamaha Factory Racing), staccato nelle Q2, di 3 decimi dal battistrada, seguito da Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3). Lorenzo e Pedrosa sono rimasti più indietro, forse ancora acciaccati a causa dei rispettivi infortuni.

Andrea Dovizioso, è soddisfatto delle prestazioni ottenute dalla sua Ducati GP 13 durante la prima giornata, dove ha utilizzato il nuovo telaio:

“È sempre bello vedere il mio nome in alto sugli schermi! Avevo Marquez un po’ lontano come riferimento, ma sono riuscito a fare un gran bel giro. In ogni caso la sensazione è buona: siamo più vicini che nelle altre piste e, anche se Laguna Seca è una pista molto particolare, la nostra GP13 qui funziona meglio. Domani vedremo qual'è il nostro passo, ma non siamo messi male. Però mi sembra che siamo in tanti ad avere un buon passo, e quindi è ancora presto per fare pronostici per la gara. Sono comunque contento di come siamo partiti oggi. Ho girato solo con il telaio nuovo, e mi sembra che vada meglio, anche se non posso dire esattamente quanto perché non ho fatto una prova comparativa.”

Nonostante l'ottimo tempo fatto segnare rimane cauto Marc Marquez:

“Mi sono sentito bene fin da subito sulla moto e le condizioni della pista questo pomeriggio erano decisamente migliori rispetto a questa mattina. Dopo le fp1 ci siamo resi conto che bisognava migliorare in alcune aree e nelle fp2 abbiamo fatto un passo in avanti. Poco a poco siamo stati più veloci, forse il grip della pista non è lo stesso rispetto allo scorso anno ma stiamo facendo bene e speriamo di continuare così anche domani”.

Raggiante Stefan Bradl, che dopo il 4° posto ottenuto al Sachsenring ha iniziato alla grande il suo week end californiano:

“Già stamattina, con la pista in quelle condizioni, abbiamo dimostrato il nostro passo ma sinceramente il piano di lavoro non era perfetto. Abbiamo commesso qualche errorino ma ci siamo ravveduti per la sessione del pomeriggio. Forse ho perso troppo tempo con la gomma dura visto che sono stato il primo ad usarla ma non ha funzionato bene. Poi ho nuovamente paragonato le due moto che avevano il forcellone con lunghezze diverse e ho fatto la mia scelta in vista della gara. Con la gomma morbida, alla fine del turno, è arrivato il giro veloce ma subito dopo hanno stoppato il turno a causa di una caduta. Credo che abbiamo preso la direzione giusta ma dobbiamo migliorare l’anteriore in frenata”.

Questo il programma di oggi (ora italiana) e gli orari delle dirette TV:

MotoGP FP3
19:25 - 20:10

MotoGP FP4
22:30 - 23:00

MotoGP Q1
23:10 - 23:25

MotoGP Q2
23:35 - 23:50

Classifica FP2 MotoGP Laguna Seca 2013

1 Marc MARQUEZ 1′22.040
2 Stefan BRADL 1′22.269 0.229 / 0.229
3 Andrea DOVIZIOSO 1′22.284 0.244 / 0.015
4 Valentino ROSSI 1′22.346 0.306 / 0.062
5 Cal CRUTCHLOW 1′22.457 0.417 / 0.111
6 Jorge LORENZO 1′22.467 0.427 / 0.010
7 Aleix ESPARGARO 1′22.531 0.491 / 0.064
8 Alvaro BAUTISTA 1′22.539 0.499 / 0.008
9 Nicky HAYDEN 1′22.733 0.693 / 0.194
10 Bradley SMITH 1′22.767 0.727 / 0.034
11 Dani PEDROSA 1′23.129 1.089 / 0.362
12 Hector BARBERA 1′23.158 1.118 / 0.029
13 Randy DE PUNIET 1′23.437 1.397 / 0.279
14 Alex DE ANGELIS 1′23.973 1.933 / 0.536
15 Danilo PETRUCCI 1′24.047 2.007 / 0.074
16 Claudio CORTI 1′24.180 2.140 / 0.133
17 Colin EDWARDS 1′24.410 2.370 / 0.230
18 Karel ABRAHAM 1′24.421 2.381 / 0.011
19 Hiroshi AOYAMA 1′24.473 2.433 / 0.052
20 Yonny HERNANDEZ 1′24.555 2.515 / 0.082
21 Michael LAVERTY 1′24.727 2.687 / 0.172
22 Bryan STARING 1′25.345 3.305 / 0.618
23 Blake YOUNG 1′25.764 3.724 / 0.419
24 Lukas PESEK 1′27.173 5.133 / 1.409

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
160 commenti Aggiorna
Ordina: