Lorenzo a Laguna Seca contro il parere dei medici

Il Campione del Mondo, operato due volte alla spalla sinistra nelle ultime due settimane, si è sottoposto ieri a una serie di controlli: i dottori consigliano il riposo, ma lo spagnolo correrà il GP degli Stati Uniti.

Dopo essere stato sottopopsto a due operazioni chirurgiche alla spalla sinistra in seguito ad altrettanti incidenti negli ultimi rounds di Assen e del Sachsenring, sembrava che Jorge Lorenzo si fosse messo l'animo in pace per completare con la dovuta calma il normale percorso riabilitativo post-operatorio - come lo stesso pilota aveva lasciato trapelare dopo l'incidente via Twitter - ma il forfait di Dani Pedrosa al GP d'Olanda sembra aver fatto cambiare idea al Campione del Mondo.

Il fuoriclasse della Yamaha ieri si è sottoposto ad una serie di controlli medici al Catalunya General Hospital di Barcellona per valutare lo stato della sua clavicola dopo i due interventi, e sebbene il recupero stia procedendo bene, i medici hanno consigliato a Lorenzo di proseguire con il riposo evitando di correre il GP degli Stati Uniti - in programma questo fine settimana a Laguna Seca - un consiglio che il pilota maiorchino sembra però non voler raccogliere.

Il Dottor Marc Cots ha così commentato l'esito degli esami di ieri:

"La ferita sta guarendo bene, e tutto sembra procedere normalmente. La piastra che abbiamo inserito è ben posizionata, e siamo soddisfatti dei progressi che la ferita sta facendo. Ora Jorge è fisicamente in grado di correre di nuovo, proprio come ha fatto ad Assen subito dopo il suo primo intervento chirurgico, ma il nostro consiglio è quello di essere prudente ed evitare il rischio di un altro incidente. Tuttavia, la decisione su quando tornare in pista è interamente delegata a lui, e suppongo che prenderà questa decisione al più presto."

E, a quanto pare, Lorenzo la sua decisione l'ha già presa: a Laguna Seca ci sarà. Inutile negare che questo epilogo era già nell'aria - con la sua crew che in effetti era già volata negli Stati Uniti "in caso di evenieneza" - ma il pilota ha poi confermato le sue intenzioni, prima con una dichiarazione raccolta ieri dalla spagnola TeleCinco:

"Proverò ad andare il più veloce possibile, correndo pochi rischi".

E poi anche tramite il suo account Twitter, dove ha postato una foto di se stesso mentre prepara i bagagli e l'inequivocabile frase:

"Quasi pronto per Laguna Seca"


Alla fine è arrivata tramite comunicato anche la conferma ufficiale del team Yamaha Factory Racing, che riporta anche una dichiarazione dello stesso Lorenzo sulla sua scelta:

"Alla fine abbiamo deciso di andare a Laguna Seca. Dopo la visita medica finale e dopo aver parlato con il dottor Rodríguez, abbiamo deciso di provarci. All'inizio avevo seriamente pensato che sarebbe stato meglio prendermi il tempo necessario per recuperare e tornare a Indianapolis, ma negli ultimi due giorni mi sono sentito molto meglio e quindi voglio esserci, anche se cercherò di non prendere troppi rischi. Voglio andarci anche per i tifosi, per il campionato, ma soprattutto per la mia squadra, che mi sta già aspettando."

"Voglio ringraziare tutti per il grande sostegno che ho ricevuto finora, e voglio dire "grazie" ai dottori che si sono presi cura di me dopo l'incidente del Sachsenring, sia presso la Clinica Mobile che all'Ospedale di Catalunya, in particolare i Dottori Rodriguez e Cots."

Il fatto di aver perso pochi punti dalla testa del Mondiale dopo l'assenza del rivale Dani Pedrosa in Germania (il nuovo leader, Marc Marquez, è solo 11 punti davanti a lui, mentre lo 'scarto' da Pedrosa è rimasto fermo a 9 punti) ha sicuramente indotto Lorenzo a ripensare alla sua strategia: se dopo l'incidente dello scorso venerdì il titolo mondiale sembrava allontanarsi in modo difficilmente rimediabile, gli eventi successivi hanno invece rinfocolato le speranze di conferma dell'attuale Campione, che ora pare intenzionato a rischiare ancora per giocarsi tutte le sue chances fino in fondo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: