Goodwood Festival of Speed 2013, il paradiso dei motori

Una parata di stelle delle due e delle quattro ruote ha festeggiato il 30° anniversario di uno dei più eccezionali raduni motoristici al mondo.

Goodwood Festival of Speed 2013

Dal 1993 il Goodwood Festival of Speed, che si tiene nella cittadina inglese di Chichester , è il paradiso dei motori e ogni anno oltre 100 mila visitatori affollano nella tenuta a pochi chilometri a nord del canale della Manica per ammirare ogni tipo di auto e moto sportiva, da quelle d'epoca (in questa edizione è stata battuta all'asta anche una Ferrari appartenuta a John Lennon) ai dragster, passando per il rally e le superbike. Tutto ebbe inizio nel '36, quando il Duca di Richmond, noto e talentuoso pilota, vinse a bordo di una Lancia una gara in salita all'interno della sua tenuta, Goodwood House. A quasi sessantanni di distanza, il nipote, decise di rinverdire i fasti motoristici della sua famiglia dando vita a uno degli eventi più spettacolari al mondo per gli amanti delle due e delle quattro ruote.

L'edizione di quest'anno, caratterizzata dalla solita oceanica affluenza di pubblico, ha visto una parata di stelle impressionante, sia del presente che del passato: a rappresentare la Formula 1 c'erano il mitico Stirling Moss, che ha pilotato una Mercedes d'epoca nella classica gara in collina, i campionissimi Alain Prost a Nelson Piquet, Jacky Stewart e molti altri ancora, tra cui Lewis Hamilton che ha gareggiato sulla sua F1.

Tra le star a due ruote non poteva mancare Giacomo Agostini, in sella, ovviamente, a una MV Agusta, poi Kevin Schwantz, Kenny Roberts, Freddie Spencer, Randy Mamola (sulla ex Ducati di Valentino Rossi) e il 20 volte vincitore del TT di Man John McGuinness... Insomma un raduno di leggende, a cui si sono uniti anche parecchi piloti del Mondiale Superbike, in attesa di partire per il Raceway di Mosca, dove il 21 luglio si correrà l'ottavo round del Mondiale SBK: tra loro spiccavano Sylvain Guintoli, Jules Cluzel e il gallese Chaz Davies. Quest'ultimo, alfiere con Marco Melandri del team BMW Motorrad Goldbet normalmente pilota una BMW S 1000 RR, questa volta è montato in sella alla più cattiva delle stradali della casa bavarese: la BMW HP4, una bestia da ben 193 cavalli (guarda il video test), con la quale ha partecipato a una gara in salita. La HP4 è utilizzata dal compagno di scuderia Sylvain Barrier, con la quale sta ottenendo ottimi risultati nel campionato FIM Superstock 1000. Dopo la gara, il gallese ha commentato:

"Goodwood è sempre un posto fantastico, è sempre così divertente! C'è di tutto qui, moto, auto, da quelle d'epoca alle moderne Formula 1. Inoltre è stato meraviglioso incontrare piloti del calibro di Kenny Roberts, Kevin Schwantz e Giacomo Agostini. Ci sono leggende viventi di ogni epoca delle gare, sia a due che a quattro ruote. La HP4 è stata fantastica da pilotare, il traction control ha dato il meglio di sé sul tracciato scivoloso dell'Hill Climb. Ho fatto anche un paio di wheelies lungo la strada e poi mi sono divertito in sella alla R 1100 S nella Boxer Cup. Inoltre volevo vedere il comportamento delle forcelle Telelever e devo dire che è una gran bella innovazione tecnologica che permette di migliorare notevolmente la maneggevolezza quando si frena in curva. Molto bello anche lo stand per i 90 anni di BMW, dove ho particolarmente apprezzato la Concept Ninety."

Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013
Goodwood Festival of Speed 2013

  • shares
  • Mail