Andrea Dovizioso: "chiedo ai nostri tifosi di avere pazienza, stiamo dando il massimo"

Hayden, caduto nel warm up non ha trovato il feeling necessario in gara, Dovizioso, partito 9° ha recuperato due posizioni ma il gap con gli altri piloti è sempre enorme.

MotoGP Germania 2013 - Qualifiche e FP3

Il GP di Germania, che ha visto Marc Marquez conquistare la sua seconda vittoria in carriera in MotoGP, è stata un'altra gara poco entusiasmante per i piloti Ducati: nonostante non stia certo mancando l'impegno né da parte di Andrea Dovizioso, né da parte di Nicky Hayden, il gap con quelli davanti è apparso anche oggi incolmabile e il forlivese ha tagliato il traguardo 7°, con ben +30.027 di distacco dal vincitore, mentre lo statunitense è arrivato 9°, con addirittura +45.355 dallo spagnolo e e 15 secondi di svantaggio sul suo predecessore Espargarò, in sella a una CRT. Dovizioso è stato autore di una bella gara e, partito 9° è comunque riuscito a recuperare due posizioni, ma non dimentichiamo che se Pedrosa e Lorenzo fossero scesi oggi in pista, con ogni probabilità il pilota Ducati sarebbe arrivato 9°. Andrea, con l'onestà e che lo ha sempre contraddistinto ha parlato con molta franchezza dopo il GP, appellandosi anche ai tifosi delle rosse:

“A livello personale sono abbastanza contento della gara, perché è stato molto difficile per me durante tutto il weekend tenere il passo del 1'23 basso e riuscire a farlo per 30 giri in gara mi rende soddisfatto della mia prestazione. Logicamente non possiamo però essere contenti di questo risultato perché abbiamo preso 30 secondi dai primi ed è un’ulteriore conferma del gap che abbiamo in questo momento, per cui oggi non ci potevamo aspettare qualcosa di molto diverso. Stiamo lavorando davvero tanto, ma la moto con cui ho corso oggi è molto simile a quella dell’inizio del campionato, anche perché purtroppo il nuovo telaio è rimasto danneggiato nella caduta di venerdì mattina. Non voglio cercare scuse: questa é la realtà in questo momento e chiedo a tutti i tifosi Ducati di avere ancora pazienza, perché ci stiamo tutti impegnando al massimo per migliorare la nostra competitività, ma non è una situazione che si può risolvere tra una gara e l'altra oppure con delle semplici modifiche di setup.”

Hayden, a causa della caduta nel warm up, ha dovuto cambiare moto e ha poi lamentato problemi di feeling:

“Non è stata esattamente la gara che mi aspettavo. Questa mattina nel warm-up stavo andando abbastanza bene finché non sono caduto a pochi minuti dalla fine. Anche se non è stata una caduta grave, purtroppo il telaio è rimasto leggermente danneggiato e quindi ho dovuto usare l’altra GP13 per la gara. Con questa moto avevo provato poco e non mi dava lo stesso feeling dell'altra e soprattutto non aveva molto grip. Nei primi giri, ogni volta che spingevo mi partiva il posteriore. Per me è stata dunque una gara lunga e solitaria! Dobbiamo cercare di capire meglio cosa è successo, perché avevamo un passo di gara migliore nel corso del weekend, soprattutto con le gomme usate. Come sempre, è davvero un peccato perché i ragazzi del team hanno dato il massimo e meritavano un po' di soddisfazione.”

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: