MotoGP Germania 2013: caduta per Lorenzo, Bradl primo nelle FP2

Segui la prove libere LIVE del Gran Premio di Germania, ottavo round del Motomondiale 2013, in programma nel weekend sul circuito del Sachsenring

MotoGP 2013 - Prove libere Sachsenring

La caduta del Campione del Mondo Jorge Lorenzo alla 'Curva 11' del Sachsenring ha caratterizzato il secondo turno di prove libere del GP di Germania, ottavo appuntamento del Motomondiale 2013. Lo spagnolo è stato visto recarsi in clinica mobile per degli esami, e naturalmente desta molta preoccupazione la suituazione della spalla sinistra, reduce dalla frattura della clavicola di Assen con conseguente operazione chirurgica.

Il turno se lo è poi aggiudicato l'eroe di casa Stefan Bradl (LCR Honda), che con il crono di 1'22.030 ha regolato nell'ordine Dani Pedrosa (Honda Rpsol, +0.209), Marc Marquez (Honda Repsol, +0.221), lo stesso Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing +0.222), Valentino Rossi (Yamaha Factory Racing, +0.365) e Nicky Hayden (Ducati Team, +0.542).

Ore 16:00 | I primi esami effettuati da Jorge Lorenzo hanno confermato che la placca sulla clavicola si è piegata anche se le otto viti presenti non hanno risentito della caduta. Il pilota maiorchino della Yamaha si sottoporrà ora ad ulteriori accertamenti nel centro medico del circuito ma saranno necessarie almeno 24/48 ore di riposo prima di un eventuale operazione per sistemare nuovamente la placca. Le prime indicazioni suggeriscono che non dovrebbe prendere il via della gara tedesca. QUI tutti i dettagli.

MotoGP Germania 2013 - Sachsenring - Classifica FP2

1 Stefan BRADL GER | LCR Honda MotoGP | Honda | 1'22.030
2 Dani PEDROSA SPA | Repsol Honda Team | Honda | 1'22.239 0.209 / 0.209
3 Marc MARQUEZ SPA | Repsol Honda Team | Honda | 1'22.251 0.221 / 0.012
4 Jorge LORENZO SPA | Yamaha Factory Racing | Yamaha | 1'22.252 0.222 / 0.001
5 Valentino ROSSI ITA | Yamaha Factory Racing | Yamaha | 1'22.395 0.365 / 0.143
6 Nicky HAYDEN USA | Ducati Team | Ducati | 1'22.572 0.542 / 0.177
7 Aleix ESPARGARO SPA | Power Electronics Aspar | ART | 1'22.763 0.733 / 0.191
8 Andrea DOVIZIOSO ITA | Ducati Team | Ducati | 1'22.850 0.820 / 0.087
9 Alvaro BAUTISTA SPA | GO&FUN Honda Gresini | Honda | 1'22.976 0.946 / 0.126
10 Andrea IANNONE ITA | Energy T.I. Pramac Racing | Ducati | 1'23.008 0.978 / 0.032
11 Bradley SMITH GBR | Monster Yamaha Tech 3 | Yamaha | 1'23.040 1.010 / 0.032
12 Randy DE PUNIET FRA | Power Electronics Aspar | ART | 1'23.255 1.225 / 0.215
13 Michele PIRRO ITA | Ignite Pramac Racing | Ducati | 1'23.491 1.461 / 0.236
14 Yonny HERNANDEZ COL | Paul Bird Motorsport | ART | 1'23.524 1.494 / 0.033
15 Hector BARBERA SPA | Avintia Blusens | FTR | 1'23.627 1.597 / 0.103
16 Michael LAVERTY GBR | Paul Bird Motorsport | PBM | 1'23.636 1.606 / 0.009
17 Danilo PETRUCCI ITA | Came IodaRacing Project | Ioda-Suter | 1'23.866 1.836 / 0.230
18 Colin EDWARDS USA | NGM Mobile Forward Racing | FTR Kawasaki | 1'23.911 1.881 / 0.045
19 Cal CRUTCHLOW GBR | Monster Yamaha Tech 3 | Yamaha | 1'23.932 1.902 / 0.021
20 Claudio CORTI ITA | NGM Mobile Forward Racing | FTR Kawasaki | 1'24.078 2.048 / 0.146
21 Hiroshi AOYAMA JPN | Avintia Blusens | FTR | 1'24.647 2.617 / 0.569
22 Bryan STARING AUS | GO&FUN Honda Gresini | FTR Honda | 1'24.862 2.832 / 0.215
23 Lukas PESEK CZE | Came IodaRacing Project | Ioda-Suter | 1'25.568 3.538 / 0.706
Karel ABRAHAM CZE | Cardion AB Motoracing | ART

MotoGP Germania 2013: la diretta della FP2

14:59: Qualche problema per Crutchlow, ma sembra ormai certo che il Britannico domani ci sarà.

14:57: 1.22.239 per Pedrosa che soffia la seconda posizione a Marquez. Lorenzo conserva il quarto posto davanti a Rossi. sesto Nicky Kayden con la migliore Ducati davanti ad Espargaro con la migliore CRT.

14:53: Caduto Nicky Hayden, nessuna conseguenza per il pilota. Lungo di Marquez alla prima staccata, ma il giovane spagnolo mantiene il controllo della sua honda sulla ghiaia e riguadagna la pista.

14:51: 1:22.251 per Marc Marquez che sale al secondo posto.

14:50: Dani Pedrosa piazza il suo primo giro davvero veloce del turno e sale al terzo posto.

14:45: gran crono di Aleix Espargaro con la ART: ora è settimo a +0.733 dal crono di Bradl davanti a Bautista e Dovizioso.

14:43: Jorge Lorenzo sta facendo delle radiografie, ma nessuna comunicazione ufficiale è ancora stata rilasciata sulle sue condizioni.

14:40: Scivolata anche per l'australiano del team Gresini Brian Staring, senza problemi per il pilota.

14:38: Migliora ancora Stefan Bradl: il nuovo miglior tempo è 1'22.030.

14:37: Buon crono per Valentino Rossi con 1.22.395, il pesarese è quarto.

14:34: Miglior tempo per l'idolo di casa Stefan Bradl con 1:22.183.

14:32: Questa la situazione a metà sessione, resiste il tempo fatto segnare da Lorenzo al terzo giro, quello prima della sua caduta:

1 LORENZO J.Yamaha Factory Racing 1:22.252
2 PEDROSA D.Repsol Honda Team +0.115
3 MARQUEZ M.Repsol Honda Team +0.266
4 ROSSI V.Yamaha Factory Racing +0.367
5 BRADL S.LCR Honda MotoGP +0.505
6 HAYDEN N.Ducati Team +0.550
7 DOVIZIOSO A.Ducati Team +0.926
8 ESPARGARO A.Power Electronics Aspar +1.054
9 BAUTISTA A.GO&FUN Honda Gresini +1.159
10 PIRRO M.Ignite Pramac Racing +1.239
11 DE PUNIET R.Power Electronics Aspar +1.436
12 IANNONE A.Energy T.I. Pramac Racing +1.484

14:29: Bradl quarto a +0.505, Rossi sesto a +0.538

14:27: Big ai box. Crutchlow raggiunge Lorenzo in clinica mobile reggendosi la mano destra.

14:25: Lorenzo, coscente e sulle sue gambe, viene trasportato dal box alla clinica mobile. Nessuna dichiarazione, ma la sua espressione non è delle più serene.

14:22: Migliora Pedrosa, ora +0.115 dal crono di Lorenzo.

14:20: Cade anche Crutchlow, nello stesso punto di Lorenzo. Il britannico si rialza subito e fa segno ai commissari che è tutto ok.

14:17: Riaperta la pit lane, si attendono aggiornamenti sullo stato di salute del Campione del Mondo.

14:15: Re-start alle 14:17.

14:11: High-side per Lorenzo, che ricade proprio sulla spalla sinistra della clavicola operata. Lo spagnolo perde il posteriore e cade sull'asfalto: il pilota si controlla subito la spalla e se ne va camminando sulle sue gambe. La sua M1 rimane invece in mezzo alla pista e forza la Direzione Gara ad esporre la bandiera rossa.

14:09: Scende ancora Lorenzo: 1:22.252.

14:09: Subito 1'22.879 per la Yamaha M1 di Jorge Lorenzo, seguito da Marquez (+0.266) e Rossi (+0.767).

14:05: Aperta la pit-lane: gomma 'dura' davanti e 'morbida' dietro per quasi tutti i piloti.

14:03: Ufficialmente fuori uso per tutto il fine settimana il telaio 'EVO' di Andrea Dovizioso. Per il Ducati Team ci sarà solamente il 'vecchio' telaio. Karel Abraham indisposto, non parteciperà alle FP2.

E' Tutto pronto per l'inizio del secondo turno di prove libere per il Gran Premio di Germania, ottavo appuntamento del Motomondiale 2013. 1'22.047 il crono da battere stabilito questa mattina dal Campione del Mondo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing).

MotoGP Germania 2013: Lorenzo davanti a Pedrosa e Rossi nelle FP1

MotoGP 2013 - Prove libere Sachsenring

Lo spagnolo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) ha dimostrato subito a tutto il paddock della MotoGP di essersi ripreso alla grande dalla frattura alla clavicola del GP d'Olanda - che comunque non gli aveva impedito di prendere il via ad Assen - andando a conquistare il primo turno di libere per il GP di Germania, ottavo appuntamento del Motomondiale 2013.

Sul circuito del Sachsenring, oltre a mettere in mostra come al solito un passo già convincente, il Campione del Mondo in carica della MotoGP ha firmato un 1'22.047 con il quale si è messo alle spalle il favorito Dani Pedrosa (Honda Repsol, +0.174) ed il compagno di squadra Valentino Rossi (+0.194), anche lui parso in buon forma in termini di passo-gara. Quarto Marquez davanti a Bradl e Crutchlow.

Indietro le Ducati, con Iannone e Dovizioso che sono caduti distruggendo le rispettive moto e Nicky Hayden migliore tra le GP13 in pista dopo un'imbarcata piuttosto pericolosa. L'americano è però dietro la sorprendente ART di Aleix Espargaro, sorprendente ottavo a poco meno di 6 decimi dal crono di Lorenzo.

LEGGI quì il report completo

GP di Germania 2013 - Sachsenring - Le foto delle Prove Libere

MotoGP Germania 2013 - Sachsenring - Classifica FP1

1 Jorge LORENZO SPA | Yamaha Factory Racing | Yamaha | 1'22.047
2 Dani PEDROSA SPA | Repsol Honda Team | Honda | 1'22.221 +0.174
3 Valentino ROSSI ITA | Yamaha Factory Racing | Yamaha | 1'22.241 +0.194
4 Marc MARQUEZ SPA | Repsol Honda Team | Honda | 1'22.397 +0.350
5 Stefan BRADL GER | LCR Honda MotoGP | Honda | 1'22.460 +0.413
6 Cal CRUTCHLOW GBR | Monster Yamaha Tech 3 | Yamaha | 1'22.469 +0.422
7 Aleix ESPARGARO SPA | Power Electronics Aspar | ART | 1'22.641 +0.594
8 Nicky HAYDEN USA | Ducati Team | Ducati | 1'22.816 +0.769
9 Alvaro BAUTISTA SPA | GO&FUN Honda Gresini | Honda | 1'22.882 +0.835
10 Andrea DOVIZIOSO ITA | Ducati Team | Ducati | 1'23.068 +1.021
11 Randy DE PUNIET FRA | Power Electronics Aspar | ART | 1'23.131 +1.084
12 Andrea IANNONE ITA | Energy T.I. Pramac Racing | Ducati | 1'23.578 +1.531
13 Hector BARBERA SPA | Avintia Blusens | FTR | 1'23.672 +1.625
14 Yonny HERNANDEZ COL | Paul Bird Motorsport | ART | 1'23.695 +1.648
15 Bradley SMITH GBR | Monster Yamaha Tech 3 | Yamaha | 1'23.726 +1.679
16 Michele PIRRO ITA | Ignite Pramac Racing | Ducati | 1'23.868 +1.821
17 Colin EDWARDS USA | NGM Mobile Forward Racing | FTR Kawasaki | 1'24.521 +2.474
18 Danilo PETRUCCI ITA | Came IodaRacing Project | Ioda-Suter | 1'24.575 +2.528
19 Hiroshi AOYAMA JPN | Avintia Blusens | FTR | 1'24.682 +2.635
20 Claudio CORTI ITA | NGM Mobile Forward Racing | FTR Kawasaki | 1'24.728 +2.681
21 Bryan STARING AUS | GO&FUN Honda Gresini | FTR Honda | 1'24.798 +2.751
22 Michael LAVERTY GBR | Paul Bird Motorsport | PBM | 1'25.129 +3.082
23 Karel ABRAHAM CZE | Cardion AB Motoracing | ART | 1'26.195 +4.148
24 Lukas PESEK CZE | Came IodaRacing Project | Ioda-Suter | 1'27.172 +5.125

MotoGP Germania 2013: la Diretta delle FP1

MotoGP Assen 2013 - Gara

10:42: Chiuse le FP1, con Jorge Lorenzo al primo posto seguito da Pedrosa (+0.174), Rossi (+0.194), Marquez (+0.350), Bradl (+0.413) e Crutchlow (+0.422). Ducati dietro la ART di Espargaro, settimo a +0.594.

10:38: Arriva subito la risposta di Jorge Lorenzo: 1:22.047. Caduta per Cal Crutchlow, che sembra non aver riportato gravi conseguenze sul piano fisico.

10:36: Finalmente si fa vedere Dani Pedrosa, che sale al secondo posto a +0.047 dal crono di Lorenzo. Migliora anche Rossi, ora terzo a +0.067 dal compagno.

10:34: Fuori tutti i big.

10:31: La situazione a 5 minuti dalla fine:

1 LORENZO J.Yamaha Factory Racing 1:22.174
2 ROSSI V.Yamaha Factory Racing +0.232
3 MARQUEZ M.Repsol Honda Team +0.278
4 BRADL S.LCR Honda MotoGP +0.286
5 CRUTCHLOW C.Monster Yamaha Tech 3 +0.351
6 PEDROSA D.Repsol Honda Team +0.389
7 HAYDEN N.Ducati Team +0.687
8 DE PUNIET R.Power Electronics Aspar +0.957
9 ESPARGARO A.Power Electronics Aspar +0.965
10 BAUTISTA A.GO&FUN Honda Gresini +1.044
11 BARBERA H.Avintia Blusens +1.498
12 IANNONE A.Energy T.I. Pramac Racing +1.719

10:30: Il sole inizia a far capolino nel cielo del Sachsenring.

10:28: Valentino Rossi sale al secondo posto, a +0.232 dal compagno di squadra: anche il suo passo sembra piuttosto buono.

10:26: Dovizioso esce con la sua seconda moto - quella senza il nuovo aggiornamento al telaio - ma solo per prendere confidenza con il mezzo.

10:24: Continua a migliorare Jorge Lorenzo: 1:22.174.

10:22: Migliora ancora Jorge Lorenzo: 1:22.216.

10:20: Lorenzo lavora sul passo, che appare già ottimo. Migliorano Marquez, ora secondo a +0.056, e Bradl, che sale al terzo posto (+0.064) davanti a Crutchlow. In ombra il grande favorito Dani Pedrosa, sesto dietro a Rossi a quasi un secondo.

10:19: 1:22.417 per Jorge Lorenzo, seguito da Crutchlow (+0.219) e Marquez (+0.299). Rossi adesso è quarto (+0.303).

10:17: Cade anche Andrea Iannone (Ducati Pramac) nello stesso punto dove era caduto Dovizioso. Dinamica spettacolare ma nessuna conseguenza apparente per il pilota. Moto distrutta.

10:16: Valentino Rossi fa segnare il miglior tempo: 1:22.720

10:15: Questa la situazione dei tempi a metà sessione:

1 MARQUEZ M.Repsol Honda Team 1:22.818
2 BRADL S. - LCR Honda MotoGP +0.035
3 CRUTCHLOW C. - Monster Yamaha Tech 3 +0.141
4 LORENZO J. - Yamaha Factory Racing +0.230
5 PEDROSA D. - Repsol Honda Team +0.489
6 ROSSI V. - Yamaha Factory Racing +0.699
7 HAYDEN N. - Ducati Team +0.828
8 ESPARGARO A. - Power Electronics Aspar +0.872
9 DOVIZIOSO A. - Ducati Team +1.257
10 DE PUNIET R. - Power Electronics Aspa r+1.304
11 BARBERA H. - Avintia Blusens +1.366
12 IANNONE A.Energy T.I. Pramac Racing+1.455

10:12: tutti ai box tranne Michael Laverty (PBM).

10:10: Cal Crutchlow (Yamaha Tech3) sale al terzo posto a +0.141 da Marquez, quarto Lorenzo (+0.230), quinto Pedrosa (Honda Repsol, +0.489), sesto Rossi (+0.699).

10:07: Grande imarcata di Nicky Hayden (Ducati Team), che però riesce a mantenere il controllo della sua GP13 senza cadere.

10:05: Marquez e Bradl sono i primi scendere sotto l'1'23": 1:22.818 per lo spagnolo, 1:22.852 per il pilota di casa.

10:05: Cade Andrea Dovizioso (Ducati Team), nessun problema per il pilota.

10:03: Marc Marquez (Honda Repsol) si prende la vetta: 1:23.054. Lorenzo secondo a 9 millesimi, terzo Bradl.

10:00: Stefan Bradl (LCR honda) è al comando della classifica dei tempi dopo la prima tornata di giri con 1:23.303. Seguono gli alfieri di Yamaha Factory Racing Jorge Lorenzo (+0.069) e Valentino Rossi (+0.214).

9:55: Aperta la pit-lane, subito tutti in pista.

9:50: Tutto pronto per il primo turno di libere per il GP di Germania, ottava prova del Motomondiale 2013. Cielo grigio, 15°C la temperatura ambiente, 21°C quella dell'asfalto. Si attende solo l'apertura della pit lane.

Tra poco apre la pit-lane del Sachsenring con le prime prove libere della categoria Moto3. A seguire, alle ore 9:55 la prima sessione di prove libere (FP1) della MotoGP. Seguite la diretta Live insieme a noi.

Conferenza Stampa pre-gara

MotoGP 2013 - Prove libere Sachsenring

Domani, venerdì 12 luglio si accendono i motori sul circuito del Sachsenring, dove domenica 14 luglio andrà in scena l'ottavo round stagionale della MotoGP: oggi si è tenuta la rituale conferenza stampa del giovedì e buona parte dei top riders erano presenti, Valentino Rossi in primis. E partiamo proprio con la dichiarazione del campione del team Yamaha Factory Racing, fresco vincitore del GP di Assen, dove si è dimostrato ancora in grado di regalare grandi emozioni ai suoi tifosi e a tutto gli appassionati:

“Qui sarà una gara importante. Ad Assen è stato un fine settimana ottimo e qui vogliamo confermare che il mio livello è aumentato e che possiamo correre con i migliori. È una pista che mi trae buoni ricordi nonostante non sia tra le mie preferite, aspettiamo, ma siamo positivi”.

Seguitiamo con il compagno di squadra Jorge Lorenzo, attuale campione in carica e ormai famoso anche come "l'eroe di Assen" per aver corso il GP con una clavicola operata il giorno precedente:

“Sono sorpreso di quanto il recupero sia stato rapido. Ho due fisioterapisti che lavorano con me tutti i giorni e qui, 10 giorni dopo, non sono in perfette condizioni, ma sto decisamente meglio”.

Concludiamo la rassegna dei piloti Yamaha con Cal Crutchlow (Monster Yamaha Team Tech 3), reduce dai test privati in Argentina e che sta disputando la sua miglior stagione in MotoGP della sua carriera e il cui futuro sta facendo molto discutere negli ultimi giorni:

“Non ho riposato molto dopo Assen con il viaggio in Argentina, che è stato comunque un bel viaggio. Ad Assen abbiamo perso una buona occasione per vincere, ma ogni gara corsa fino ad ora lo è stata perché non ho mai vinto. Il primo anno qui è stato il mio peggior GP, mentre lo scorso anno abbiamo fatto una buona gara nonostante un’uscita di pista. Sono ottimista per questo fine settimana”.

Dei piloti Repsol Honda il solo Dani Pedrosa, leader della classifica generale, si è presentato in conferenza: lo spagnolo, 4° ad Assen, si sente sicuro perchè ama il circuito tedesco, sul quale ha sempre ottenuto grandi risultati:

“Mi piace correre qui e in passato ho fatto bene. È una pista difficile per le gomme, con poche curve a destra, ma è sicuramente un bel tracciato su cui correre. Dobbiamo lavorare duramente sessione per sessione e la missione è trovare un buon setting per fare un gran risultato per il team e per me stesso. Ovviamente ad Assen ho perso l’occasione di aumentare il vantaggio su Jorge, ma è stato comunque un fine settimana positivo e una gara meno nel mondiale”.

Toccherà al tedesco Stefan Bradl, fare gli onori di casa e il giovane pilota del team LCR Honda è apparso motivato e pronto a fare scintille davanti al proprio pubblico:

“Ci aspettavamo di fare meglio ad Assen, ma ora siamo in condizioni migliori. Conosciamo i nostri problemi e non vedo l’ora di scendere in pista domani. Continueremo a correre con Brembo come ad Assen. Sachsenring è fantastico per me e per i miei tifosi ed essere qui non fa altro che darti più energie”.

Chiudiamo con Ducati e Andrea Dovizioso. Il forlivese ultimamente è sembrato un po' sfiduciato, dal momento che non riesce (come il compagno di team Hayden) a ridurre il gap che lo separa dagli altri big:

“Sarà un fine settimana duro, ma il test della scorsa settimana è stato positivo. Avremo un nuovo telaio questo fine, a Misano abbiamo fatto buoni tempi sul giro e non so sinceramente cosa potremo fare su questo circuito. Abbiamo bisogno di molto tempo, ci saranno cambi da fare, ma è normale. Non è il massimo per Ducati e per i piloti, ma è la realtà è questa al momento”.

MotoGP Sachsenring 2013: I numeri della GP di Germania


MotoGP Assen 2013 - Gara

Mancano ormai poche ore all'apertura della pit-lane del Sachsenring, sede dell'ottavo appuntamento stagionale con il Motomondiale 2013, e per ingannare l'attesa è sempre divertente sciorinare alcuni numeri e statistiche particolarmente significativi in vista dell'appuntamento con la pista tedesca (e con un occhio al recente Assen TT):

4.646 – Non servono molte descrizioni: è il numero di punti accumulati fino ad oggi in carriera da Valentino Rossi dopo la grande vittoria di Assen. Potrebbe essere di buon auspicio per il Dottore...

44 anni – Nella giornata di sabato cadrà l’anniversario della storica vittoria di Dave Simmonds nel GP delle 125 del vecchio circuito del Sachsenring: con quella vittoria, datata 1969, il britannico diventò il primo pilota nella storia a vincere un titolo mondiale su Kawasaki.

24 – Prima del GP d’Olanda, in 24 occasioni consecutive abbiamo visto sul podio almeno uno tra Lorenzo e Pedrosa. L’ultima volta con nessuno dei due finì sul podio fu a Valencia 2011.

23 – Tutti i piloti della classe regina hanno terminato il GP olandese nello stesso giro. L’ultima volta che in 23 hanno concluso la gara nello stesso giro accadde nel lontano GP di Germania 1980, classe 500, che si correva su 6 giri del vecchio tracciato del Nurburgring, lungo 22.8 km.

23 – Con il podio di sabato scorso nel GP d'Olanda, lo svizzero Dominique Aegerter è andato a punti per la 23ª volta consecutiva nella classe Moto2.

21 anni – Nel venerdì del Sachsenring ricorrerà l’anniversario della vittoria di Eddie Lawson nel GP di Ungheria classe 500 cc del 1992, vittoria passata alla storia in quanto primo trionfo assoluto della Cagiva.

11 anni – La pole position di Cal Crutchlow ad Assen è stata la prima ottenuta da un pilota inglese da quando Jeremy McWilliams si guadagnò la partenza al palo nel GP d’Australia del 2002 con una Proton KR 2 tempi.

– Il settimo posto di Aleix Espargaro sulla griglia di partenza di Assen è stato il miglior risultatom in qualifica di sempre di un pilota CRT.

7 – Sia Luis Salom che Maverick Viñales sono saliti sul podio in tutte le prime 7 gare dell’anno della classe Moto3. È la prima volta che questo accade dal 1993, quando ci riuscì Kazuto Sakata in 125.

– La quinta piazza stoicamente conquistata da Jorge Lorenzo ad Assen porta a quota 3 le mancate presenze dello spagnolo nella Top 4 di una gara della MotoGP dai tempi della sua stagione da rookie: le altre due sono Assen 2011 (quando fu sesto) e Le Mans 2013.

3 – Sono i podi stagionali già conquistati da Cal Crutchlow, un risultato che non riusciva ad un pilota inglese sin dal 1985: in quella stagione fu Ron Haslam (padre di Leon) a raggiungere quella cifra.

0.416 secondi – Lo spagnolo Alex Marquez, quinto nel GP di Assen della Moto3, ha chiuso il GP d'Olanda a +0.416 dal vincitore della corsa, il connazionale Luis Salom, facendo del Dutch TT 2013 la gara più combattuta dai tempi del GP d’Italia 2008.

MotoGP 2013 - Prove libere Sachsenring

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
188 commenti Aggiorna
Ordina: