Ezpeleta: "Crutchlow fondamentale per la MotoGP"

Il manager spagnolo ha riconosciuto a Crutchlow una grande crescita negli ultimi due anni e lo vede come una figura di richiamo nella classe regina.

Calvin "Cal" Crutchlow nato il 29 ottobre 1985 a Coventry, Regno Unito: da Campione del Mondo Supersport nel 2009 a protetto di Carmelo Ezpeleta nell'arco di soli quattro anni. La crescita del pilota Monster Yamaha Team Tech 3 è stata innegabile e dal suo esordio in MotoGP nel 2011 il suo rendimento è costantemente migliorato. 12° in classifica generale nell'anno dell'esordio, con un 4° posto come miglior risultato, ottenuto nel round conclusivo a Valencia; 7° al termine della scorsa stagione con due podi conquistati e (ritiri a parte) una presenza fissa tra i primi 8. Quest'anno Cal ha già conquistato 3 podi in 7 gare, è quarto in classifica generale e non sembra aver nessuna intenzione di mollare il colpo. Il boss della Dorna e non solo, ha fiutato in lui un vincente, un cavallo di razza e in una recente intervista rilasciata al magazine MCN ha dichiarato:

"Per noi la figura di Cal è molto importante, ne abbiamo discusso con il consiglio di amministrazione di Dorna e abbiamo deciso di cercare di aiutarlo affinché possa avere la miglior moto e il miglior team possibile per gareggiare con successo. Lo scenario ideale sarebbe quello di continuare con la Yamaha, ma entrambi devono essere felici. Se non riusciranno a portare avanti il rapporto cercheremo di aprire altre opportunità, Cal sta facendo molto bene. E' un personaggio fantastico e tutti si trovano bene con lui. Abbiamo scoperto una persona speciale anche fuori dalla pista e abbiamo comunicato alla Yamaha che vorremmo tenessero Cal nel 2014. Capisco che ognuno è libero di fare le proprie scelte, ma ho anche detto loro che per il campionato sarebbe molto importante. Stiamo lavorando anche con Herve, ma in questo momento c'è un sacco di interesse per Cal e lui è una risorsa fantastica per la MotoGP. Sto cercando di capire quello che tutti vogliono per poi magari intervenire per cercare di sistemare le cose."

Come sempre Ezpeleta non ha difficoltà a esprimere quello che pensa e le sue parole sono significative e facili da decifrare: Crutchlow è una figura apicale nella MotoGP, un vincente e cosa da non sottovalutare, il primo inglese che sale sul podio dopo anni di assenza. Un personaggio fuori e dentro la pista, un lottatore. Forse che Don Carmelo veda in in Cal un buon sostituto per l'ex enfant prodige Valentino Rossi che, presto o tardi appenderà il casco al chiodo?

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: