MotoGP: Bridgestone conferma altri due anni di monogomma ma... "manca la concorrenza"


Conclusasi con successo la prima stagione di monogomma Bridgestone nella MotoGP, i tecnici giapponesi fanno i soliti bilanci di fine anno, e sebbene qualche problema durante la stagione c'è stato, in linea di massima Hiroshi Yasukawa, responsabile di Bridgestone Motorsport, si è detto soddisfatto dei risultati raggiunti.

Il 2009 ha rappresentato per Bridgestone un'importante nuova sfida che puntava all'affidabilità del prodotto e alle performance elevate, seppure lo spirito di competizione rispetto agli scorsi campionati è venuto a mancare: "abbiamo un po di nostalgia della concorrenza fra i vari fornitori - ammette con sincerità Yasukawa - ma quest'anno ci siamo impegnati molto supportando tutti i team, e ci inorgoglisce aver fatto un buon lavoro"

Continua: "in un periodo di crisi (che ha indotto bridgestone ad abbandonare la F1 - n.d.r.) la MotoGP rimane una importantissima vetrina per il mercato e per l'evoluzione tecnologica dei prodotti stradali. L'impegno con Dorna è confermato fino a fine 2011"; perciò altri due campionati di monogomma, non ce li toglie nessuno.

Di 133 gare disputate in MotoGP dal 2002, Bridgestone ha all'attivo 50 vittorie. Certo, con il monogomma è difficile che vinca le gare qualche altro gestore, ma il risultato rimane storicamente importante e grande vanto per chi lavora a questo progetto.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: