Eicma 2009: Moto Morini Granferro 1200

Moto Morini Granferro 1200

Tra le novità Moto Morini presenti al Salone di Milano, spicca sicuramente la massiccia Granferro 1200. Se la vita fosse una successione di curve e controcurve con brevi rettilinei e forti accelerazioni, Granferro sarebbe di certo il mezzo giusto per attraversarla. Snella e aggressiva, maneggevole e potente, Granferro è una fun-bike di stile italiano che promette prestazioni da sportiva.

L’esuberante bicilindrico Bialbero CorsaCorta da 1187 cc è qui in configurazione doppio scarico ed è in grado di erogare oltre 125 cv all’albero. La componentistica è di eccellenza: ruote da 17” con cerchi forgiati in lega leggera, freni con pinze monoblocco, forcella e mono ammortizzatore completamente regolabili, sovrastrutture in carbonio.

Disegnata, come tutte le Morini di nuova generazione, da Rodolfo Frascoli (Marabese Design), si presenta con un look grintoso, nel quale risalta il telaio in traliccio. La vista frontale è fortemente caratterizzata dal doppio gruppo ottico e dal piccolo cupolino posto a protezione del cruscotto che si allunga “a becco; il parafango anteriore in fibra di carbonio accoglie la luce di posizione, soluzione tecnica che impreziosisce l’estetica della moto.

Moto Morini Granferro 1200
Moto Morini Granferro 1200
Moto Morini Granferro 1200
Moto Morini Granferro 1200

Il serbatoio, di derivazione Granpasso, è molto ampio, in controtendenza rispetto alla filosofia “motard” che pretende capienze limitate. Peraltro i 27 litri di capienza garantiscono ampia autonomia e consentono un utilizzo più trasversale della moto, che si presta anche a spostamenti di medio e lungo raggio.

Granferro è equipaggiata con il motore bicilindrico Bialbero CorsaCorta da 1187 cc. che presenta un lay out molto compatto, fortemente caratterizzato dalla disposizione a V da 87° dei cilindri e dalla soluzione del carter integrale, con il motore stesso portante. Il propulsore disegnato da Franco Lambertini ha doti prestazionali ben note e in questa configurazione sviluppa 126.5 CV a 8500 giri/min, con una coppia elevata di 11,4 Kgm a 7000 giri/min e ben distribuita su tutto l’arco di erogazione. Le teste sono a 4 valvole ad angolo stretto; la distribuzione è mista ingranaggicatena silenziosa DOHC; i condotti di aspirazione sono verticali; quelli di scarico sono caratterizzati dall’uscita del condotto sdoppiata; la candela è unica e centrale. Il motore ha un pistone stampato di 107 mm, il più grosso mai costruito per una moto di questa categoria. La corsa è di 66 mm. L’albero motore è “scomposto” e utilizza una biella integrale, senza bulloni di tenuta e cappello.

Il cambio è a sei velocità, ad innesti frontali. La frizione è dotata di pompa radiale e dispositivo antisaltellamento per limitare l’eccesso di coppia frenante ed assicurare un assetto ottimale della moto anche nelle staccate più corsaiole e un ingresso in curva pulito. L’alimentazione è caratterizzata da un sistema integrato di accensione iniezione Magneti Marelli, i corpi farfallati sono da 54 mm. con iniettori multigetto.

Moto Morini Granferro 1200
Moto Morini Granferro 1200
Moto Morini Granferro 1200
Moto Morini Granferro 1200

Il doppio scarico in acciaio è perfettamente integrato nel disegno della moto, divenendone un elemento caratterizzante. Sulla Granferro è stato introdotto per la prima volta un nuovo software di gestione per il controllo dell’iniezione, che prevede la doppia sonda lambda, applicata ai collettori di entrambi i cilindri. La nuova mappatura ottimizza la fluidità di erogazione e garantisce una migliore guidabilità, nel rispetto – ovviamente – dei limiti di emissioni di scarico imposti dalla normativa
antinquinamento Euro 3.

Il lavoro del telaio è coadiuvato da sospensioni di ottimo livello. All’anteriore lavora una possente Marzocchi Magnum con steli rovesciati da 50mm di diametro, stretta da piastre realizzate in fusione di lega leggera, regolabile in pre-carico, compressione ed estensione. Il posteriore è caratterizzato da un poderoso forcellone bibraccio di derivazione Granpasso, realizzato in idroformatura, tecnologia costruttiva che si basa sulla capacità deformante della forza idrica e che consente la produzione di manufatti senza saldature, con evidenti vantaggi in termini di peso e soprattutto di rigidezza strutturale. È coadiuvato da un monoammortizzatore lateraleb Ohlins completamente regolabile in lunghezza, pre-carico, compressione ed estensione.

Gli impianti Brembo con pompa radiale garantiscono decelerazioni potenti ed estremamente efficaci offrendo al pilota tutta la sensibilità necessaria per gestire al meglio questa difficile fase della guida. All’anteriore la coppia di dischi con diametro da 320 mm è lavorata da pinze monoblocco a 4 pistoncini. Al posteriore monodisco da 255 mm con pinza flottante a 2 pistoncini.

Moto Morini Granferro 1200
Moto Morini Granferro 1200

Di piccole dimensioni e ben integrato con il cupolino, il cruscotto digitale è completo e perfettamente leggibile. I comandi sono facili da raggiungere perché posti sulla manopola; tra le altre funzioni della strumentazione si possono visualizzare temperatura esterna, marcia inserita, orologio e intervalli di manutenzione. Granferro è prevista in due versioni di colori: bianco/carbonio su telaio giallo. Una seconda colorazione sarà presentata successivamente.

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: