Colin Edwards è contento di avere Spies in squadra


Colin Edwards sta per concludere un'annata da incorniciare con il team Tech3, e potrebbe farlo con il suo secondo miglior risultato di sempre in MotoGP. Nell'ultima gara di Valencia tenterà di strappare la quarta posizione in campionato ad Andrea Dovizioso, che lo precede di 4 punti, in modo da eguagliare il risultato del 2004, quando la sua moto era ufficiale.

“Un solo podio in stagione non è sufficiente - ha dichiarato l'americano - Tutto è stato più eguagliato rispetto al passato. Con due case produttrici di pneumatici c'erano piste più adatte ad un pilota e piste più adatte ad altri. Ora molto spetta al pilota. Ci sono quattro imprendibili davanti che stanno dominando, ma il Campionato è sicuramente più aperto”.

E non poteva non fare qualche considerazione sul suo nuovo compagno Ben Spies: “Credo che con Ben Spies le cose andranno bene, lui è ovviamente un grande talento abituato a vincere. Arriva e vuole far bene, ma senza una moto ufficiale potrebbe non essere così semplice anche se con la nuova regola sui motori le cose potrebbero equilibrarsi ulteriormente, non lo so. Sicuramente sarà veloce, sarà bravo, e io sono felice di poter lavorare con lui".

  • shares
  • Mail
70 commenti Aggiorna
Ordina: