Pedrosa, "Il mio sogno è la Yamaha". Rossi, "Io in Ducati? Chissà..."

Rossi incita Pedrosa a tener duro a Laguna Seca

Ebbene si, un fulmine a ciel sereno soprattutto considerando il rinnovo contrattuale avvenuto in quel di Misano. Secondo quanto Dani Pedrosa avrebbe dichiarato, l'impossibilità di approdare in Yamaha sarebbe l'unica ragione della sua permanenza nel team Repsol Honda.

Un anno ancora prima di lasciare l'ala dorata, sempre che nel 2010 non accada l'inimmaginabile, ovvero la conquista del titolo iridato. "Non ci sono posti in Yamaha e così resto dove sono" - ha dichiarato telegraficamente il campione di Sabadell.

"Spero che in questo anno di contratto gli ingegneri ed i meccanici riescano a lavorare sulla moto e a renderla realmente competitiva. Se ciò non accadrà cercherò una valida alternativa per il 2011." Rossi, dal canto suo, ha confermato la sua presenza in Yamaha per il prossimo anno, lasciando uno spiraglio aperto per un suo futuro, eventuale passaggio in Ducati.

"Nel 2010 sarò senza alcun dubbio ancora con il team attuale. Ho già un contratto firmato ed ho tutta l'intenzione di rispettarlo" - ha tenuto a precisare l'otto volte campione del mondo.

"Per quanto riguarda il futuro devo ancora parlare con Yamaha e capire quali sono i loro progetti per gli anni a venire. Tutto è possibile, non mi sento di escludere nulla". Rossi-Ducati, il sogno degli italiani "rischia" di diventare realtà!

via | Autosport.com

  • shares
  • Mail
98 commenti Aggiorna
Ordina: