Spidi lancia il Neck DPS System

Sistema di sicurezza Spidi DPS Neck

Dopo anni di sviluppo e collaudo, Spidi è pronta ad evolvere radicalmente il suo sistema DPS (Dispositivo Pneumatico di Sicurezza) con l’introduzione del nuovo Neck DPS, un sistema figlio di ricerche intraprese quindici anni fa a partire dai primi contatti tra tecnici italiani e giapponesi.

Nel 1999 la collaborazione italo-giapponese si traduce inizialmente in un prodotto chiamato DPS 01: un gilet da indossare sopra l’abituale giacca da moto all’interno del quale era stato integrato il sistema derivato dagli air-bag automobilistici. Nel 2002 nasce il primo vero e proprio capo spalla con sistema pneumatico integrato: si chiama DPS 02 ed è una giacca impermeabile con vestibilità tipicamente touring.

La gamma viene rapidamente rinnovata nel 2003, con una giacca più leggera e dalla vocazione più sportiva, la DPS 03, un modello che rimane tutt’ora in collezione; nel 2005 viene ideato un nuovo modello, meno tecnico ma più sportivo, con un ideale rapporto qualità prezzo e nasce così DPS SPORT.

Sistema di sicurezza Spidi DPS Neck
Sistema di sicurezza Spidi DPS Neck
Spidi Venture Neck DPS
Spidi T2 Neck DPS

Nello stesso anno viene presentato al salone di EICMA Milano DPP (Dispositivo Pneumatico di Protezione), un rivoluzionario prototipo di Neck DPS per tute racing. Nel 2009, dopo quattro anni di sviluppo, Spidi è pronta al lancio del nuovo sistema DPS NECK: più compatto, leggero ed efficiente del precedente, dotato di doppia camera di gonfiaggio per una protezione totale della zona cervicale; verrà integrato in tre prodotti: la giacca touring Venture H2OUT, la tuta professionale T2 Wind Pro e DPS Neck Vest, un cover-jacket ergonomico da indossare da solo o sopra l’abituale abbigliamento.

Nel corso di questi dieci anni, sono migliaia coloro i quali hanno vestito almeno uno di questi prodotti, tra i quali la squadra israeliana del servizio motoambulanze e i motociclisti della guardia reale spagnola, oltre a tantissimi collaudatori e appassionati che, attraverso il loro costante feedback, hanno a loro modo contribuito a questo step evolutivo della famiglia DPS.

Pietro Zanetti, a capo di Safety Lab, dipartimento R&D di Spidi, commenta così il raggiungimento di questo traguardo: "Da più di 10 anni lo Spidi Safety Lab lavorava per ridurre peso e tempi di attivazione del sistema DPS, sulla strada che porta alla definitiva applicazione degli airbag automobilistici nel settore moto. Il risultato ottenuto è un nuovo prodotto con performance superiori alle aspettative: riduzione del peso del 60%, abbattimento dei tempi di attivazione del 50% e completa riconfigurazione di ergonomia e geometrie."

"Grazie a questo siamo stati in grado di integrare DPS Neck in capi di natura differente; siamo convinti dell’efficacia e della flessibilità di un prodotto così leggero ed efficiente allo stesso tempo. Per noi questo rappresenta davvero un salto in avanti concreto nell’evoluzione dell’abbigliamento tecnico da moto".

Nicola Dalla Grana, presidente di Spidi, parla così dell’impatto che Neck DPS potrà avere a livello di pubblico e di mercato: "Ancora una volta Spidi conferma la propria leadership a livello mondiale precorrendo i tempi e contribuendo in maniera concreta ad elevare la sicurezza passiva del motociclista, con prodotti accessibili e di facile uso. Sono sicuro che questo nostro risultato rivoluzionerà il mercato dell’abbigliamento da moto: i primi test commerciali stanno generando un grande entusiasmo, con un boom di richieste che ci fa capire quanto sia maturata la cultura della sicurezza negli ultimi anni."

I prezzi annunciati al pubblico IVA inclusa saranno di 659,90 Euro per la Venture DPS NECK e di 1399,90 Euro per la T2 DPS NECK.

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO