Altroconsumo conferma la bontà dei suoi test sui caschi integrali

Ancora puntualizzazioni da Altroconsumo dopo i test sui caschiLa ormai sempre più ingarbugliata e spiacevole questione dei caschi non sicuri lanciata da Altroconsumo non pare pronta a placarsi. Ma anzi. Una questione che ricordiamo è nata dopo i risultati piuttosto scioccanti dei test organizzati dall'ente, dove sarebbero risultati ben 4 modelli privi dei necessari standard di sicurezza.

Che nello specifico erano il Bieffe Syntek, MDS Edge, Suomy Trek e Vemar VSREV. Tutti caschi che non erano risultati sufficientemente protettivi in caso di incidente secondo i test svolti da Altroconsumo, creando una situazione molto delicata, che ovviamente aveva anche portato le rispettive aziende a dire la loro in merito ai prodotti incriminati, AGV in primis.

Ma nonostante le dovute puntualizzazioni da parte delle aziende interessate, ora Altroconsumo ha deciso di ribadire la correttezza e fondatezza dei propri dati e della valutazione degli stessi nei test di sicurezza su caschi moto integrali. E lo fa spiegando la sua posizione:

"Quattro dei prodotti acquistati nei negozi e portati in un laboratorio europeo accreditato per l’omologazione dei caschi moto non hanno superato le prove di impatto previste dalla norma di omologazione ECE 22-05. Abbiamo informato il ministero delle Infrastrutture e Trasporti dei risultati e chiesto che siano ritirati dal mercato poiché non assicurano una protezione adeguata della testa.

In un ottica di totale trasparenza, sul sito di Altroconsumo, all'indirizzo http://www.altroconsumo.it/caschi/caschi-moto-un-flop-integrale-s239023.htm i vostri lettori potranno trovare il test completo sui caschi moto integrali, le precisazioni dei produttori e la risposta di Altroconsumo."

via | Altroconsumo

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO