WSBK, Test Day 2: a Phillip Island Nakano e Laconi appaiati al comando

Regis Laconi al comando nei test di Phillip Island

Seconda giornata di test sul tracciato australiano di Phillip Island dove tra soli 10 giorni partirà la stagione 2009 del campionato del mondo Superbike e Supersport. Quest'oggi i più veloci in pista sono stati Regis Laconi ed il giapponese Shinya Nakano.

Il centauro del team DFX Ducati, in sella alla sua 1098R numero 55 ha fatto segnare un ottimo 1'33"1, 6 decimi più lento della migliore prestazione di Troy Bayliss in gara nel 2008. Stesso crono per Nakano con la sua Aprilia RSV4.

Scivolata senza conseguenze fisiche per Max Biaggi primo nella giornata di ieri. Il pilota romano è caduto all'altezza del tornantino Honda nel tentativo di limare il suo 1'33"7.

Più indietro troviamo Leon Haslam (Honda Stiggy), che ha cominciato con un promettente 1'34"1 e le Kawasaki di Makoto Tamada (1'34"9) e Broc Parkes (1'35"4). Le ZX10-R F9 sono ancora un po' in ritardo ma i tecnici giapponesi sono impegnativi per recuperare terreno.

Quattro i piloti in pista per la Supersport. Il più veloce è stato Anthony West (Honda Stiggy) in 1'36"2 davanti al compagno di squadra Gianluca Vizziello, 1'36"7. Buoni riscontri anche per i due neo acquisti della Honda Althea: Mark Aitchison ha fatto 1'36"7, Matthieu Lagrive 1'36"9.

Queste le parole di Regis Laconi a fine giornata: “Sono estremamente soddisfatto per la prestazione odierna che non fa altro che confermare le ottime potenzialità già espresse nel test precedente a Portimao nel mese di Gennaio. La moto è già ad un ottimo step di messa a punto, anche se sono rimaste ancora da testare alcune soluzioni sulla ciclistica. Il grande caldo e l’elevata temperatura dell’asfalto potevano procurarci dei guai ma, grazie allo strepitoso lavoro svolto dai miei tecnici, ho avuto la possibilità di girare fortissimo per quasi tutto il tempo a mia disposizione. Domani proveremo a modificare ancora qualcosa nella ciclistica testando di pari passo alcune mappature sull’elettronica che ci dovrebbero dare ancora più accelerazione all’uscita delle curve. Sono davvero molto contento in quanto ho ripreso a guidare come so fare assecondato al meglio da un mezzo molto competitivo.”

via | WorldSBK.com

  • shares
  • Mail
72 commenti Aggiorna
Ordina: