Cartagena: ultimi test per il team Yamaha Lorenzini by Leoni

Michele Pirro test Yamaha di Cartagena

Tutti in pista a Cartagena i piloti del Team Yamaha Lorenzini by Leoni. Michele Pirro, Tommy Bridewell e Niccolò Rosso hanno preso parte alla tre giorni in programma sul circuito spagnolo, (ultimo test pre campionato) prima di tornare nel quartier generale mantovano.

Tanti i giri completati (oltre 500 complessivi) che hanno permesso ai tre centauri di provare del materiale Pirelli evoluzione e delle nuove soluzioni tecniche.

Le impressioni di Michele Pirro in sella alla sua YZF-R6 (miglior crono in 1’35’’5): "Onestamente sono abbastanza stanco ma non salivo in moto da due mesi e questo circuito non ti permette grossi recuperi. L’opportunità di provare nuovo materiale Pirelli mi ha permesso di riprendere confidenza con la mia moto in vista del round d’apertura del mondiale tra poco più di due settimane in Australia."

"Ci siamo concentrati sul setting del mezzo e devo dire che ho trovato un buon bilanciamento generale. Potevamo fare ancora meglio con il tempo ma ho preferito non prendere rischi, la base su cui lavorare è eccellente e sono pronto per il via."

Prima assoluta per Tommy Bridewell e Niccolò Rosso sulla YZF-R1 2009. Entrambi i piloti si sono dimostrati entusiasti del mezzo. In particolare Bridewell che con il missile di Iwata ha fatto segnare un eccellente 1’35’’1.

"Ero davvero curioso di provare la nuova R1 e dopo questo test posso dire sinceramente di aver fatto la scelta giusta"
- ha dichiarato Tommy - "La squadra lavora alla perfezione ed il margine di crescita è ancora ampio, una bella garanzia in vista di un campionato difficilissimo. La moto ha una progressione fantastica e necessita ancora di qualche piccolo intervento sulla ciclistica, normale ruotine per un mezzo nuovo come questo. Sono felice del tempo ma non dobbiamo farci illusioni, la strada è lunga e difficile."

In ripresa Niccolò Rosso reduce da un paio di stagioni difficili. Il pilota piemontese ha preso confidenza con la R1 su di un tracciato mai visto prima scendendo costantemente con i tempi ed ottenendo un buon 1’37’’7.

"Devo riprendermi mentalmente da due anni davvero difficili ma posso dire che su questa moto e con i ragazzi del team possiamo davvero cominciare una nuova storia."
- conferma Niccolò.

"Non avevo mai girato su questa pista per cui ho faticato un pochino di più il primo giorno ma poi sono sceso con i tempi. E’ una moto terribilmente potente con un motore fantastico, devo solo trovare il migliore compromesso con la ciclistica, difficile da mettere a punto. Spero di poter effettuare ancora un test prima del via del campionato ad inizio Aprile."

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: