WSBK 2009: i programmi Pirelli svelati da Giorgio Barbier

Giorgio Barbier Responsabile Reparto Corse PirelliSe l'inizio del campionato 2009 è ancora, purtroppo, molto lontano, i team della Superbike cominciano ad affilare le armi in vista degli importanti test ufficiali di Kyalami, Sudafrica, in programma a dicembre.

Come ogni anno, fondamentale sarà il supporto tecnico fornito da Pirelli, gommista unico nelle derivate di serie fino al 2012. Vi proponiamo un'intervista rilasciata da Giorgio Barbier, responsabile tecnico Pirelli al sito WorldSBK.com.

Quali sono i programmi e gli obiettivi di Pirelli per il campionato SBK 2009?

"Il test in Sudafrica sarà molto importante. Innanzitutto perché si tratta di un circuito dove non corriamo dal 2002 e quindi va verificato il materiale che abbiamo utilizzato nella stagione appena conclusa. La pista ha sempre avuto un asfalto molto abrasivo alla alte temperature e ovviamente bisognerà valutarne il comportamento."

"Il secondo aspetto riguarda le squadre. Ci sarà il primo contatto ufficiale con Aprilia e BMW e quindi la nostra priorità è mettere loro a disposizione l'evoluzione finale del materiale 2008 in modo che comincino a lavorare su quello".

Poche novità, dunque. Quando vedremo le gomme sviluppo 2009?

"A Kyalami qualche cosa porteremo ma, ripeto, le priorità sono altre. Sicuramente avremo più gomme evoluzione nel test di gennaio a Portimao, dove abbiamo già i dati della gara di quest'anno".

Cosa si propone Pirelli per il 2009?

"Ci saranno tante novità, a cominciare, come ho detto dall'ingresso di due nuove squadre ufficiali, poi nuovi circuiti, e la nuova procedura della Superpole, che andrà valutata bene proprio riguardo agli pneumatici. Ci sarà da ottimizzare il lavoro in generale, e anche il lavoro di sviluppo andrà in questa direzione".

Il 2009 vi vedrà alla ricerca di una maggiore prestazione assoluta oppure cercherete sempre più una costanza di rendimento?

"Il secondo aspetto è sicuramente quello che ci interessa di più. Vogliamo arrivare ad avere un prodotto che garantisca una prestazione il più possibile costante in gara, ed è anche l'obiettivo che abbiamo cercato di raggiungere in questi anni del nostro impegno in SBK come fornitore unico. Anche quest'anno abbiamo ottenuto una media di sei decimi di miglioramento a giro in quasi tutti i circuiti e contiamo il prossimo anno quanto meno di ripeterci".

via | WorldSBK.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: