Eicma 2008: giorgiogasss partecipa alla Drag Race

giorgiogass alla Drag Race di Motociclismo

Il nostro giorgiogasss, nostro perchè è il lettore con il karma più alto a fronte di oltre 5000 commenti scritti, ha recentemente partecipato alla Drag Race organizzata da Motociclismo in occasione dell'Eicma di Milano. Puntuale come un orologio svizzero farlocco giorgiogasss ci ha racconta la sua esperienza/avventura.

Un giorno come tanti altri, torno dal lavoro e accendo il computer per leggere la posta. “giorgiogasss sei invitato a partecipare alla Drag Race organizzata da Motociclismo”. Questo il testo dell’email.

Un salto sul divano, il tempo di riprendermi dalla sorpresa (non mi ricordavo nemmeno di aver mandato la mia candidatura online...) e un brivido mi sale lungo la schiena. Chiamo la mia ragazza e le spiego che il malato di moto con cui vive anziché andare all’Eicma per vedere le due ruote, ci andrà per correre la sua prima gara! Con la classica femminilità di queste occasioni lei mi liquida con un bel “Ah sì? Bene” e torna a cucinare...

SMS a raffica per comunicare il lieto evento e cercare supporto: totalmente ignorato! L’eccitazione è a mille: mancano solo due giorni all’appuntamento. La Drag Race è una gara di accelerazione da 0 a 100mt in sella al nuovo Ducati Monster 1100 fornito dall’organizzazione; chi impiega il tempo inferiore tra i 65 partecipanti si porta a casa la moto. E a me questa moto piace!

Il boccone è appetitoso, ma più che il premio ciò che mette ansia è fare bella figura nell’area Motolive, davanti a migliaia di persone (scoprirò poi che la nostra performance seguirà lo show del mitico Chris Pfeiffer) il che significa tribune piene di gente che ti guarda e tensione alle stelle.

Il giorno della vigilia vorrei fare qualche tentativo di partenza in un’area privata così, giusto per allenarsi, ovviamente la pioggia copiosa di novembre me lo impedisce, pazienza, improvviserò e cercherò di tirar fuori il classico coniglio dal (bi)cilindrico e sarà così anche per gli altri.

La notte prima dell’evento invece sono agitato, voglio fare bene; anche se alla fine è solo un gioco viene fuori lo spirito (sopito) del pilota, voglio fare del mio meglio e, perché no, mi piacerebbe tornare a casa col Monster! Ambizioso, forse sì ma qualcuno dovrà pur vincere..

Fortunatamente il giorno della gara il sole splende, lascio tuta e casco al guardaroba e mi giro il Salone, soffermandomi più volte sul mio nuovo sogno, la Ducati Streetfighter (che sogno rimane..). Arriva l’ora prefissata e mi presento allo stand di Motociclismo; l’atmosfera è molto cordiale, le ragazze ci accolgono e ci fanno accomodare, i tester della rivista ci danno gli ultimi consigli. Ci cambiamo ed infiliamo le nostre tute che, durante l’attraversamento dei padiglioni ci faranno apparire come dei piloti veri!

Mi sto gasando e mi convinco che farò una bella prova! Usciamo, l’aria è fredda, ormai son le 17.00, il sole sta calando ma dentro di noi la temperatura sta salendo! Arriviamo nei pressi del rettilineo dove si svolgerà la Drag Race: la musica è altissima, lo speaker urla, le tribune sono gremite, la gente saluta, io ricambio un po’ sorpreso e mi chiedo il perché di questa fantastica accoglienza.

Ok, adesso ho capito, 50mt più avanti si sta esibendo di nuovo Chris Pfeiffer che con la sua BMW fa dei numeri incredibili, beato lui. L’addetto al semaforo ci spiega il funzionamento dell’”Albero di Natale”: rimango confuso, prima si accende la prima luce bianca, poi la seconda, poi la gialla, poi la verde, ti puoi muovere ma non esagerare che se passi la riga bianca sei out: ma non potevano fare solo rosso-verde?

I primi concorrenti partono, cerco di capire la tecnica, ho chiesto anche consigli, so che dovrò caricare l’avantreno per evitare di impennare, non usare troppo la frizione, non tirare troppo… vabbè alla fine so già che prevarrà l’istinto e farò come ai semafori (quelli veri..).

Arriva il mio turno, lo speaker chiama giorgiogasss sulla linea di partenza; giù la visiera nera, come la mia tuta, un piccolo bornout per scaldare la gomma. Questo Albero di Natale lo odio sempre di più, alla fine faccio caso solo al giallo perché so che dopo un attimo si spegnerà e si accenderà il verde. Gasss sui 7000 giri, marcia dentro, frizione tirata, giallo, verde, parto, la ruota anteriore resta incollata all’asfalto (una violenza per me!), qualcosa di buono lo sto facendo ma, che succede?
La musica è altissima, lo speaker urla a squarciagola e giorgiogasss… non sente più il motore!!!

Improvvisamente si accendono dei led rossi sul cruscotto: fuorigiri! Tempo perso, addio, metto la seconda, un filo di frizione ma ormai ho capito che il mio score non sarà un granchè, la mia performance nemmeno e il Monster continuerò a sognarlo…
Passo la linea del traguardo, la ragazza sventola la bandiera a scacchi (almeno ho finito la mia prima gara..), rallento e faccio il rettilineo di ritorno in monoruota per salutare i miei fans che hanno speso 18 euro per entrare al Salone e sostenermi anche se tutto ciò non è servito!

Purtroppo l’emozione e l’inesperienza sono stati fatali, ripensandoci a mente fredda avrei almeno 10 punti su cui recriminare, ma resta comunque la felicità per aver vissuto una giornata particolare e straordinaria, un’esperienza unica resa ancora più piacevole dalla gentilezza e dalla cordialità di tutto lo Staff organizzativo, un evento da raccontare e da ricordare!

Rientriamo nei padiglioni e ci togliamo le tute e la tensione, l’adrenalina torna a livelli normali, l’eccitazione pure. Uno dei ragazzi della mia batteria ha fatto il tempo migliore della giornata e si porta a casa i buoni benzina; il suo tempo rimarrà imbattuto fino a domenica e anche il Monster diventerà suo! Bravissimo!

Mi continuo a ripetere che lui è stato aiutato dal fatto che corre in moto e certe cose gli sono famigliari: in realtà è solo stato il migliore di tutti. Alla fine giorgiogasss otterrà un tempo da metà classifica; di solito alla prima gara non si arriva mai al traguardo o ci si arriva al tramonto… posso ritenermi soddisfatto, anche se quel Monster 1100…..

Scritto da giorgiogasss

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: