Eicma 2008: Piaggio MP3 Hybrid

Piaggio MP3 Hybrid

Piaggio ha presentato al Salone del Motociclo di Milano il nuovo MP3 Hybrid, equipaggiato motorizzazione ibrida destinata a rivoluzionare il settore della mobilità urbana.

MP3 Hybrid non è semplicemente uno “scooter con due motori”, ma un nuovo, avanzatissimo concetto di motorizzazione che integra la tradizionale propulsione termica a basso impatto ambientale con la motorizzazione elettrica a emissioni zero, dando vita ad una sinergia vincente.

Entrambe le motorizzazioni, termica ed elettrica, presentano pregi e difetti che, in molti casi, risultano essere complementari: grande autonomia, potenza e “allungo” per i motori a scoppio, che sono penalizzati dall’emissione gas di scarico; emissioni zero e spunto da fermo particolarmente brillante, invece, per i propulsori elettrici che sono peraltro limitati dalla scarsa autonomia delle batterie e da velocità massime contenute.

Piaggio MP3 Hybrid
Piaggio MP3 Hybrid
Piaggio MP3 Hybrid

MP3 Hybrid è mosso dal rivoluzionario sistema di propulsione ibrida che Piaggio ha sviluppato nell’ottica di una decisiva evoluzione della mobilità urbana, unendo i vantaggi del motore a benzina a quelli del motore elettrico. MP3 Hybrid è divertente e sicuro nei tratti extraurbani e può viaggiare anche nelle ZTL (Zone a traffico limitato).

La propulsione ibrida adottata da MP3 Hybrid è di tipo “parallelo” in cui i due motori, elettrico e a scoppio, sono integrati tra loro meccanicamente ed elettronicamente e risultano in grado di fornire simultaneamente potenza alla ruota, dando luogo a una sinergia tecnica vincente.

La “collaborazione” tra i due propulsori di Piaggio MP3 Hybrid prevede che, ogni volta che è richiesta un’accelerazione particolarmente vivace, come accade nelle partenze da fermo, il motore elettrico entra in azione e supporta il propulsore termico, fornendo prestazioni superiori fino all’85% che offrono al veicolo prontezza ed efficacia nei primi metri, cioè proprio quando serve nella guida cittadina.

La sinergia dei due motori, ottenuta attraverso la gestione elettronica integrata, consente di avere non solo migliori prestazioni, ma anche una riduzione dei consumi di benzina (percorrenza fino a 60 km/l) e delle emissioni di CO2, che scendono a soli 40 g/km (Valore su utilizzo 65% ibrido e 35% elettrico).

Dal punto di vista estetico Piaggio MP3 Hybrid è identico al veicoli a propulsione “tradizionale” da cui deriva. Le batterie di trazione sono “nascoste” nel vano sottosella, che mantiene anche uno spazio sufficiente ad alloggiare un casco ed altri oggetti. Il livello di carica delle batterie è sempre sotto l’occhio del conducente, grazie a un indicatore integrato nel cruscotto.

La ricarica tramite rete elettrica avviene semplicemente attraverso un normale cavo elettrico da inserire, a quadro spento, nell’apposita presa. Il tempo di ricarica è di circa 3 ore. Prezzi e data di messa in produzione non se ne conoscono, speriamo davvero che questa volta il colosso di Pontedera faccia sul serio.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: