Portimao esalta la SBK. Esulta Troy Bayliss. Graffiano i giovani leoni

Troy Bayliss a Portimao

La gara: show. Voto 10. “Peccato” per la … superiorità del binomio Bayliss-Ducati. Comunque degna conclusione di una grande stagione SBK, preludio di un 2009 da favola. Conferma del “vecchio” Bayliss e musica nuova con i giovani leoni Fabrizio, Haslam, Rea e Crutchlow.

Bayliss: king. Voto 10 e lode. Di più non si può. Chiude il mondiale e la carriera al top: titolo iridato e doppietta a Portimao (più pole e giri veloci). Grande Troy, grande Ducati (10 e lode).

Fabrizio: scudiero. Voto 9. Recupera con un magnifico secondo posto in gara due una stagione in chiaro scuro. Peccato il crash con Biaggi in gara uno e le polemiche inutili. 2009 decisivo.

Haslam: podio. Voto 9. Un terzo e un settimo posto magnifici che solo parzialmente rendono onore alle due grandi corse fatte dal giovane pilota inglese. Sarà uno dei protagonisti del 2009.

Rea: guerriero. Voto 8+. E’ un altro grande protagonista della giornata. Quarto posto coi denti in gara uno e due corse alla baionetta. Un altro “junior” che farà la voce grossa la prossima stagione.

Crutchlow: bomber. Voto 8. E’ il terzo “super junior” della giornata. Raccoglie poco anche per gli errori commessi. Ma al terzo giovane inglese non mancano determinazione e classe.

Checa: senatore. Voto 8. Gran secondo posto in gara uno e gran belle corse. Il “senatore”, specie sui circuiti inediti, si esprime al massimo. Lotta coi giovani leoni e porta a casa punti preziosi.

Corser: senatore due. Voto 8 – Agguanta il podio in gara uno e combatte in gara due. Un bel saluto alla Yamaha e un buon biglietto da visita per la nuova avventura 2009 con la Bmw.

Haga: sfortuna. Voto 7+. Sempre all’attacco, anche troppo. Stavolta una partenza anticipata in gara due (e conseguente stop and go ai box) priva il giapponese di un podio quasi certo. Addio Yamaha. Benvenuto in Ducati. Anche se l’eredità di Bayliss è pesante.

Xaus: solito. Voto 6. Irruento ma poco produttivo. Lotta sempre come un leone ma non trova mai il proprio limite. Anche a Portimao gara buttata con ennesima caduta.

Biaggi: penombra. Voto 5. Protagonista dell’ennesimo fattaccio in gara uno con conseguente caduta insieme a Fabrizio. E’ falciato ancora una volta da un avversario. Comprensibile ma condannabile il gestaccio delle mani su Fabrizio. Comunque Max “complicato” e svogliato. Chiusura da dimenticare. Come la stagione. 2009 con Aprilia: nuova primavera o fine carriera?

  • shares
  • Mail
112 commenti Aggiorna
Ordina: