Test MotoGP Rio Hondo: Bautista chiude primo. Appuntamento in Argentina nel 2014

Inizia la settimana di Test Ufficiali MotoGP in Argentina sul nuovo tracciato di Rio Hondo.

Test MotoGP Argentina Rio Hondo

Si è conclusa la due giorni di test. Poca fortuna in questo day2 con pioggia per gran parte della giornata. Sul finire di giornata, proroga di 30 minuti per permettere ai piloti di sfruttare la pista asciutta. Tempi poco significativi fino al termine della giornata quando si è deciso di prorogare il test 30 minuti per sfruttare la pista, finalmente asciutta. Durante la due giorni una numerosa presenza di pubblico ha raggiunto le istallazioni di Rio Hondo, presenza che gli stessi piloti hanno sottolineato. Segue la classifica dei tempi della 2a giornata

Test MotoGP Rio Honda - Argentina - Day 2
1 BAUTISTA, Alvaro - GO&FUN Honda Gresini - 1:45.578
2 CRUTCHLOW, Cal - Monster Yamaha Tech 3 - 1:45.852
3 TEROL, Nicolas - Mapfre Aspar Team Moto2 - 1:48.727
4 RABAT, Esteve Tuenti HP 40 - 1:49.401
5 BARBERA, Hector Avintia Blusens - 1:50.456
6 BRADL, Stefan LCR Honda MotoGP - 1:58.266

Test MotoGP - Giorno 1


Si è conclusa la prima giornata di test sul Termas de Rio Hondo che ha visto scendere in pista Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3), Alvaro Bautista (GO&FUN Gresini), Stefan Bradl (LCR Honda), Hector Barberá (Avintia Blusens) per la MotoGO ed i piloti Moto2 Esteve Rabat (Tuenti HP 40) e Nicolas Terol (Mapfre Aspar Moto2). Miglior tempo per il pilota tedesco del team LCR Honda con il tempo di 1'44.188 seguito a +0.343 da Alvaro Bautista. Terzo Crutchlow e quasi un secondo (+0.982).

Le impressioni generali dei piloti presenti parlano di un circuito veloce, con curve molto rapide e soprattutto di un tracciato divertente, per il pubblico, ma anche per gli stessi protagonisti in pista.

Dopo una mattinata dove la pista risultava, ovviamente poco gommata, nel pomeriggio le 4 stelle della classe regina e i due piloti della categoria Moto2™ hanno migliorato nettamente i propri crono con Stefan Bradl che è risultato essere il più rapido grazie al tempo di 1’44.188. Alvaro Bautista, impegnato come tutti i piloti in pista a testare le varianti di Bridgestone su un asfalto super abrasivo, ha chiuso a poco più di tre decimi dal tedesco, precendendo a sua volta Cal Crutchlow, lontano 9 decimi ed Hector Barberá staccato di quasi 4 secondi. Il commento di Alvaro Bautista:

"E’ la prima volta che visito l’Argentina e sto vivendo un’esperienza bellissima. A Buonos Aires abbiamo ricevuto una meravigliosa accoglienza con una presenza straordinaria di giornalisti. Ieri a Termas de Rio Hondo abbiamo trascorso una splendida giornata da turisti ed è stato decisamente bello. Oggi siamo scesi in pista ed abbiamo preso confidenza con un circuito che al primo impatto mi sembra molto bello con traiettorie tecnicamente interessanti. Abbiamo fatto una prima giornata di studio e domani ci concentreremo sulla messa a punto e sul provare alcune soluzioni di assetto."

Per la classe intermedia Esteve Rabat ha dimostrato di potersi adattare rapidamente al tracciato argentino, con lo spagnolo che ha chiuso ad appena 7 decimi dalla CRT che lo precede, mentre Nicolas Terol ha completato il gruppo staccato di oltre 5 secondi dal miglior tempo. Domani seconda e ultima giornata di test a partire dalle 10.00 ora locale le 15.00 in Italia.

MotoGP in Argentina fino al 2016

Dorna ha annunciato il rientro della MotoGP in Argentina. Il contratto firmato ieri pomeriggio vedrà l'Argentina ricevere il Gran Premio di MotoGP, Moto2 e Moto3 nel 2014, 2015 e 2016. Il Ministro del Turismo Enrique Meyer, presente presso il Circuito Internazionale di Termas de Rio Hondo ha osservato che:

"È un gran onore ricevere questo evento. Ci auguriamo che il pubblico argentino possa godere della massima espressione del motociclismo che manca nel nostro paese dal 1999 e faremo del nostro meglio perché la MotoGP™ rimanga qui a lungo. Stiamo ricevendo ottime recensioni da parte dei piloti in relazione al circuito e siamo entusiasti di ospitare questo evento che servirà come preparazione al Gran Premio del 2014. Ha inoltre osservato che: "Lo sviluppo che si è verificato in Termas de Rio Hondo ci consente oggi di posizionarci come un destino termale che dispone di una vasta gamma di hotel e di servizi e che presto non conterà solo il circuito, ma anche su un campo da golf. Vedere tutti gli appassionati di moto che si incontrano in questi giorni qui per assistere al test MotoGP e Moto2 è motivo d’orgoglio e continueremo a lavorare per massimizzare i benefici per ciascuna delle province dell'Argentina".

Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo

Conferenza Stampa


A poche ore dall’inizio dei test MotoGP sul nuovo tracciato di Rio Hondo, numerosi piloti del mondiale si sono ritrovati a Buenos Aires nel pomeriggio di martedì per la conferenza stampa di presentazione dei test. Il nuovo tracciato che ospiterà i test, situato a circa 1100 km a nord ovest di Buenos Aires, darà il benvenuto ai piloti della classe regina a partire da giovedì e per la durata di due giorni.

Ieri si è svolta la prima conferenza stampa, tenutasi presso l’Hotel NH di Buenos Aires, alla quale hanno preso parte Angel Hugo Nicolai (Vice Governor of the Province of Santiago del Estero), Leonardo Boto Alvarez (Executive Director, National Institute of Tourism) ed Ignacio Sagnier (Communications Manager, Dorna Sports). Parlando del test, il pilota del team Monster Yamaha Tech 3 Cal Crutchlow ha dichiarato:

“Non vedo l’ora di provare questo circuito e poi raccontare agli altri le prime sensazioni. Per il poco che ho visto sembra un tracciato fantastico e speriamo di avere un paio di giorni buoni per raccogliere informazioni importanti”.

Con Crutchlow c’erano anche Alvaro Bautista, Stefan Bradl ed Hector Barbera e i piloti Moto2™ Tito Rabat e Nico Terol. Il pilota del team GO&FUN Honda Gresini Alvaro Bautista ha aggiunto:

“Sarà molto interessante vedere la nuova pista: le curve, l’asfalto e il livello di sicurezza, che sarà determinante”. Con il suo “compagno” di Honda che ha concluso: “Il layout sembra molto veloce, ci sono curve rapidissime e spero che sia un buon test. La cosa più importante sarà registrare le reazioni delle gomme.”

In pista, da giovedì dalle 10.00 alle 17.00 (ora locale GMT -3), ci saranno Stefan Bradl (LCR Honda), Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3), Alvaro Bautista (Go&Fun Gresini) ed Hector Barberá (Blusens Avintia) per la classe regina e Nicolas Terol (Mapfre Aspar Moto2) e Esteve Rabat (Tuenti HP 40).

La Bridgestone, fornitrice unica della classe regina, si prepara a due giorni fondamentali a Rio Hondo, dove ha portato un ampio range di gomme. Masao Azuma, Capo Ingegnere del dipartimento di sviluppo gomme Bridgestone Motorsport, ha parlato del prossimo appuntamento di domani e venerdì:

“Abbiamo ricevuto i primi dati preliminari dai disegnatori del circuito e sembra chiaro che Rio Hondo è un tracciato rapidissimo con curve molto veloci. Abbiamo fatto simulazioni nel nostro centro tecnico in Giappone e ci aspettiamo che tale GP sarà uno degli eventi più aspri del calendario per le temperature altissime attese. Nei test le temperature saranno diverse visto che ora è inverno, quindi dovremo fornire buone performance di riscaldamento rapido per i piloti,” ha continuato prima di entrare nello specifico. Con così tante considerazioni a livello di performance e sicurezza, abbiamo portato un numero considerevole di mescole a Rio Hondo. In particolare per le gomme slick posteriori avremo opzioni simmetriche e asimmetriche con diverse composizioni e le avremo in versione standard e resistente ad alte temperature”

Fondamentali saranno ovviamente i riscontri dei piloti MotoGP presenti che indirizzeranno la casa giapponese sul prodotto finale per il GP d’Argentina della prossima stagione.

Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo
Test MotoGP Argentina Rio Hondo

  • shares
  • Mail