MotoGP Assen, pagelle: Rossi, festa “gialla”. Lorenzo, da leggenda

Le Pagelle della MotoGP di Assen. Bella corsa, il ritorno di Valentino Rossi nella giornata stoica di Jorge Lorenzo. Bene Marquez e Crutchlow. Leggi i nostri voti ai piloti della classe regina.

MotoGP Assen 2013 - Gara

LA CORSA: da Assen. Voto 9. Grazie a Valentino Rossi “old style”, sul podio più alto torna a sventolare il tricolore e le note dell’inno di Mameli coprono il cielo di Assen. Ciliegine sulla torta di una corsa non stratosferica ma vissuta col … cuore in mano.

ROSSI:il ritorno del guerriero. Voto 10. Il campione della Yamaha (voto 10) da “infermiere” ritorna “dottore”: sul gradino più alto del podio dopo 993 giorni di digiuno (Sepang 10 ottobre 2010). Il 9 volte iridato si trova in canna il colpo vincente e non sbaglia. Gara perfetta, una vittoria vera: sarà vera svolta? Quinto in classifica con 85 punti.

LORENZO: leggenda. Voto 10 e lode. Un quinto posto che vale oro dopo una corsa storica a poche ore dall’intervento chirurgico alla clavicola: turni di prove saltati, partito in quarta fila, grande rimonta. E’ il vincitore morale della corsa. Poi ci sono i 127 punti nel carniere iridato!

MARQUEZ: superone. Voto 9+ Il rookie della Honda (voto 9) debutta ad Assen con mignolo e alluce fratturati dopo la (nuova) gran botta in prova. Al limite della temerarietà e anche oltre, ma classe e grinta da vendere: seconda piazza, sesto podio stagionale e terzo in classifica con 113 punti.

CRUTCHLOW: superino. Voto 9- L’inglese della Yamaha “privat” conquista la pole ma la brucia con una partenza no. Poi la gran rimonta non senza sbavature e la lotta per il secondo posto fino al quasi contatto con Marquez. Il manico c’è. Serve tranquillità e la moto ufficiale.

PEDROSA: sciupino. Voto 6- Il leader del campionato non sfrutta l’occasione favorevole offerta dagli infortuni di Lorenzo e Marquez. Si fa… “intimidire” prima da Rossi poi da Marquez accontentandosi della quarta piazza. Solo problemi di gomme? 136 punti, ancora davanti a tutti, in classifica.

ESPARGARO: art…ista. Voto 7+ Il pilota della ART (Voto 8+) si ripete con una prestazione maiuscola. Bel pilota, bella moto. E i risultati non mancano.

BRADL e BAUTISTA: piatti. Voto 5 Molto meno performanti in gara che in prova, chiudono al sesto e settimo posto ma con gap di circa 30 secondi. Almeno senza danni e per Bautista senza fare .. disastri.

DOVIZIOSO E HAYDEN: a pedali. Voto n.c. I due piloti della Rossa sono finiti dietro anche alle CRT con un gap di oltre mezzo minuto dall’ex Rossi. Una sola parola: rivoluzione! Qui e adesso. Altrimenti meglio chiudere baracca e burattini.

  • shares
  • Mail
42 commenti Aggiorna
Ordina: