C.I.V. Mugello i titoli vanno a: Roccoli la SS, Scassa la SBK, Pirro la STK e Savadori la 125

Roccoli ha conquistato la Supersport nel CIVGiornata da grande occasioni quella di ieri sul circuito del Mugello dove si è corsa la tappa decisiva del Campionato Italiano Velocità 2008: grande spettacolo in pista, dove davanti al tanto pubblico presente, i pronostici di giornata non sono stati smentiti con i titoli andati tutti ai favoriti della vigilia.

Che sono il cesenate Lorenzo Savadori (Aprilia – RCGM) nella 125 G.P., il pugliese di San Giovanni Rotondo Michele Pirro (Yamaha – Lorenzini by Leoni) nella Superstock, il riminese Massimo Roccoli (Yamaha – Lorenzini by Leoni) nella 600 S.S. e l’aretino Luca Scassa (MV Agusta – Unionbike Gimotorsports) nella Superbike.

Con proprio gli ultimi due protagonisti anche delle rispettive gare, vinte a coronare una stagione perfetta, mentre nella 125 G.P. si è imposto il ravennate Riccardo Moretti (Honda – CRP) e nella Superstock il marchigiano di Urbisaglia Stefano Cruciani (Ducati – Stop and Go Dunlop Team).

E parlando della ottavo di litro, a Savadori era sufficiente salire sul podio per conquistare - dopo il titolo continentale della scorsa settimana - anche il tricolore della ottavo di litro: il cesenate non ha fallito l’appuntamento, e senza rischiare troppo ha chiuso al secondo posto una gara attenta ma non rinunciataria.

Il quindicenne romagnolo ha poi preceduto Ferruccio Lamborghini (Aprilia – JGP Racing Dream) che grazie al podio è finito terzo in campionato, riscattando in questo modo una stagione non certo esaltante. Per Savadori si chiude così una settimana eccezionale che con molta probabilità gli aprirà le porte del mondiale nel 2009.

Nella Superstock invece, Pirro partiva con un buon margine di punti sul diretto rivale al titolo Davide Giugliano (Suzuki – TCM Cruciani Moto) ma non per questo il pugliese si è risparmiato, almeno fino a metà gara quando in un contatto un po’ troppo ravvicinato ha rischiato di rovinare tutto.

A quel punto ha giustamente deciso di lasciare passare i rivali e si è limitato a controllare la corsa chiudendo al quarto posto: piazzamento che comunque gli ha garantito il secondo titolo consecutivo. La vittoria è andata all’ex campione italiano Stefano Cruciani che sul traguardo ha preceduto Giugliano e il compagno di Pirro, Michele Magnoni.

Nella Supersport invece il bravissimo Massimo Roccoli aveva dichiarato che avrebbe puntato solo alla vittoria - senza fare calcoli - ed è stato di parola: dopo aver combattuto con un agguerrito gruppo di rivali, Massimo ad un quarto di gara dalla fine si è portato al comando e vi è rimasto fino alla bandiera a scacchi.

Il riminese ha preceduto Franco Battaini (Yamaha – TNT Racing by Gatty), il rivale al titolo Danilo Marrancone (Yamaha – WCR Bike Service) e il sorprendente ex campione della ottavo di litro Roberto Lacalendola, alla sua seconda gara nelle quattro tempi.

E chiudiamo con la Superbike, altra cateogoria dove per gli avversari non c'è stato nulla da fare: Luca Scassa dopo aver realizzato la pole con il nuovo record della pista, ha dominato anche la gara, tanto che già al secondo giro vantava un buon margine sugli inseguitori.

Da quel momento in poi si è limitato a controllare a distanza i rivali, andando a conquistare la seconda vittoria consecutiva, cosa che gli ha permesso di portare in casa MV Agusta il primo titolo tricolore della Superbike nei sessant’anni di storia della casa varesina.

Scassa ha preceduto Riccardo Chiarello (Suzuki – Penta Race Best Motors) alla migliore prestazione stagionale, e l’ex casco tricolore Marco Borciani (Ducati – GPM Chemiba). Buon quarto il fiorentino ed ex iridato del CIV e della 125 G.P., Alex Gramigni tornato in gara dopo un anno di stop.

Nel campionato Yamaha Cristiano Erbacci si è aggiudicato la finale del supercampione R6, mentre Sebastiano Zerbo con il terzo posto dietro a Brunelli e Carlacci ha vinto il titolo nella R1 Marchesini Cup. Infine la Gold Cup 2008 è andata al giovane romagnolo Roberto Tamburini mentre Pasina si è imposto nella Silver Cup.

Terminate le gare, il prossimo appuntamento con il CIV sono le premiazioni che si terranno a Rimini il prossimo 28 novembre.

via | Motociv

  • shares
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: