Rossi: "Lavoriamo sia per l'asciutto che per il bagnato"

Il pesarese, secondo nelle FP2 bagnate di Assen, rimane l'unico pilota ufficiale Yamaha in Olanda dopo lo sfortunato incidente di Lorenzo: "Spero torni al Sachsenring."

MotoGP 2013 - Prove libere Assen

La notizia del giorno nel tradizionale giovedì di prove libere ed Assen è stato ovviamente l'incidente occorso al Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo, scivolato sulla pista bagnata di Assen nel pomeriggio dopo aver dominato il turno del mattino sull'asciutto. Gli immediati sospetti su una possibile frattura della clavicola sinistra sono stati subito confermati dai primi esami, tanto che è già stato fissato per domani l'appuntamento tra il maiorchino e la sala operatoria dell'ospedale di Barcellona e la crew del 'solito' Dr.Mir per procedere con l'inevitabile intervento chirurgico.

Con Lorenzo fuori dai giochi per il GP d'Olanda e la speranza di rivederlo in pista già per il round successivo in Germania del 14 Luglio - caso in cui, prevedibilmente, il fuoriclasse della Yamaha sarà comunque molto lontano dal 100% della forma - tutta le speranze del team Yamaha Factory Racing per un buon risultato ad Assen si riversano sulle spalle di Valentino Rossi, che dal canto suo può essere obiettivamente soddisfatto di quanto fatto nella giornata di oggi.

Nelle libere 'asciutte' del mattino, Rossi aveva chiuso al quarto popsto, a 7 decimi dal compagno di box, a 3 decimi e mezzo dal secondo posto di Cal Crutchlow (Yamaha Tech3) e a 75 millesimi dal terzo posto di Marc Marquez (Honda Repsol), mentre nella sessione 'bagnata' del pomeriggio ha chiuso secondo assoluto a 2 decimi e mezzo dal talentuoso rookie di HRC, ma con quasi quattro decimi sull'altra Honda RC213V ufficiale Dani Pedrosa e 7 su quella clienti di Stefan Bradl (LCR Honda).

Con queste premesse, il pluri-iridato campione di Tavullia potrebbe finalmente centrare il primo buon risultato in qualifica in questo travagliato 2013, visto che la forzata assenza del forte compagno di squadra lo erige quale indiscutibile prima guida per la casa dei 3 diapason. Questo il suo commento a fine giornata:

"E 'stata una giornata positiva per noi, perché questa mattina, in condizioni di asciutto, non eravamo poi così male: abbiamo continuato a lavorare sul nostro nuovo assetto e la prima impressione è stata sicuramente positiva, anche se dobbiamo lavorare ancora per migliorare. Avevamo in programma di testare qualcosa di davvero importante nel pomeriggio con l'asciutto, ma purtroppo ha piovuto. Ad ogni modo, abbiamo continuato il nostro lavoro sul bagnato ed è stata una buona sessione: abbiamo fatto un buon lavoro con il nosstro set-up e la moto è andata molto bene anche sul bagnato. Ho continuato a migliorare giro dopo giro, ho trovato un buon passo, e alla fine ero in seconda posizione. Dobbiamo continuare a lavorare in entrambe le condizioni, perchè lo sanno tutti che qui ad Assen può essere sia bagnato che asciutto."

Non manca un augurio allo sfortunato compagno di squadra:

"Purtroppo Jorge ha avuto un brutto incidente e si è infortunato. E' un grande peccato per la Yamaha, per la squadra e soprattutto per lui, visto che è in lotta per il campionato. Spero che possa tornare al più presto, magari per la prossima gara del Sachsenring. Spero di fare un buon risultato [ad Assen] perché ora sono l'unico rimasto nel team Yamaha Factory Racing, voglio far bene per la squadra e tutti i ragazzi."

MotoGP 2013 - Prove libere Assen
MotoGP 2013 - Prove libere Assen
MotoGP 2013 - Prove libere Assen
MotoGP 2013 - Prove libere Assen
MotoGP 2013 - Prove libere Assen

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: