Autodromo di Modena: debutto con il Trofeo Motoestate

L'Autodromo di Modena debutta nelle competizioni a due ruote con il Trofeo Motoestate

Autodromo di Modena

Il prossimo weekend (29 e 30 giugno 2013) debutterà con i Trofei Motoestate con un gara a lui titolato il nuovo Autodromo di Modena, gioiellino sulla Via Emilia che ora collega tutta la regione del motore. Un weekend dunque importante per il Motoestate che si lega ancora di più al territorio.

Il trofeo organizzato dal Moto Club Ducale e promosso da Sprinthouse prosegue dunque nell’opera di inaugurare le piste del nord portando il suo show: era accaduto a Varano, negli anni '80, si è confermato a Franciacorta, a metà anni 2000, ed ora Modena. Una domenica dunque importante quella del 30 perché gli iscritti dei trofei Motoestate, Motodiserie e MiniOpen ritornano in pista per il terzo round stagionale.

La 600 del Motoestate è tornata ad essere la categoria degli anni d’oro grazie a piloti velocissimi del calibro di Renaudo, Pusceddu, giovanissimo e talentuoso protagonista anche nel trofeo Honda, Lo Bartolo, Besana che sono il lizza per il successo di ogni gara e quello finale. La 1000 Motoestate ha avuto due vincitori in altrettante gare: Pagnoncelli e Accornero si sono spartiti il gradino più alto del podio nei round di Franciacorta e Varano, mentre Viganò ha sempre centrato il podio in entrambe le occasioni e completa la lotta a tre della Open.

Incertezza anche nelle Motodiserie con una 600 che vede in testa Serafini, due volte su due a centro, che però dovrà vedersela con Tarenzi, fino a oggi velocissimo ma inconsistente, e la pattuglia di giovani che contraddistingue questa categoria. Sono infatti ben 8 i debuttanti che confermano le Motodiserie come entry- level nel mondo delle corse grazie a costi contenuti. Tra questi spiccano il giovane Lausdei, positivo sia su pista bagnata che sull’asciutto, e Frascini.

Nella 1000 lotta tra Cristini, campione in carica e capo classifica, Carlini e De Carli, quest’anno autore di un grande inizio campionato. La Naked fino a oggi ha vissuto sul dominio di Gaggiolo, ma Cherubini, Catino e Dell’Aglio, primo fra le Gladius, sono pronti a dargli filo da torcere. Infine la MiniOpen, con Scalbi uomo da battere, due volte al segno, che ancora una volta dovrà vedersela con il neozelandese Conor e i giovani Vinchiaturo, Bellan e Giovannetti.

Si attende dunque un weekend fitto di eventi durante il quale gli organizzatori hanno organizzato anche sessioni di prove libere per gli amatori e appassionati che vogliono vivere una domenica da protagonisti a fianco dei piloti del Motoestate. I turni, previsti in tarda mattinata e dopo pranzo, saranno divisi per moto d’epoca e moto moderne. Per maggiori informazioni visitate il sito dell'Autodromo modenese.

Autodromo di Modena
Autodromo di Modena
Autodromo di Modena

  • shares
  • Mail