MotoGP, Assen: Lorenzo pronto a sorpassare Pedrosa. Attesa la reazione di Rossi

Il Campione del Mondo in carica viene da due vittorie consecutive e ha solo 7 punti di svantaggio su Pedrosa. Ad Assen sarà battaglia tra i due.

Best MotoGP Montmelo 2013

Mancano ormai pochi giorni al Gran Premio di Assen nei Paesi Bassi che si disputerà sabato 29 giugno: dopo la vittoria di Jorge Lorenzo al Montmelò la situazione in classifica generale si fa interessante con il campione in carica pronto a contendere al connazionale Dani Pedrosa la leadership in classifica generale. Pedrosa è ora primo con 123 punti e il majorquino lo segue a 116: l'anno scorso era stato l'australiano Casey Stoner a vincere sul tracciato olandese, dopo aver conquistato la pole, mentre proprio Pedrosa la scorsa stagione aveva centrato il record del circuito con 1'34.548.

L'Iveco TT di Assen è un circuito storico, inaugurato nel 1949 e da sempre ospite del Mondiale: ristrutturato più volte (gli ultimi lavori risalgono alla scorsa stagione), è lungo 4.555 km e presenta un rettilineo di nemmeno 500 metri, 6 curve a sinistra e 12 curve a destra.

Grande attesa anche per Valentino Rossi e Marc Marquez: il campionissimo della Yamaha, dopo l'ottimo esordio in Qatar non è più salito sul podio e dopo la caduta del Mugello è riuscito a gestire un buon 4° posto in Catalunya, ma da lui ci aspetta di più e la cui ultima vittoria ad Assen (l'anno scorso in sella alla Ducati finì 13°) risale al 2009. Sul tracciato olandese "The Doctor" ha collezionato un totale di 7 vittorie in carriera, di cui 5 nella classe regina. Per Marquez si tratta dell'ennesimo esordio stagionale ma il giovane fenomeno Repsol Honda ha già dimostrato da tempo di aver messo da parte ogni timore reverenziale nei confronti degli illustri colleghi e anche al Montmelò ha lottato fino all'ultima curva per soffiare il secondo posto al compagno di squadra Pedrosa.

Si attendono reazioni anche da parte di Ducati: dopo i test IRTA di Montmelò i piloti di Borgo Panigale sono pronti a rimettersi al lavoro ma appare chiaro che la situazione non è facile e i problemi della Desmosedici non sembrano essere stati risolti. Andrea Dovizioso non ha mai vinto ad Assen, mentre l'unica vittoria di Nicky Hayden risale al 2006, anno in cui si aggiudico il titolo mondiale.

Oltre ai team ufficiali grande attesa anche per Cal Crutchlow: il britannico del tam Monster Yamaha Tech 3 è stato l'unico (assieme a Rossi) in grado di salire sul podio in questa stagione e contendere i primi posti al terzetto spagnolo Lorenzo - Pedrosa - Marquez. Assieme a lui il compagno di squadra Bradley Smith, reduce da un buon sesto posto in Catalunya e poi Stefan Bradl (LCR Honda) che sta dimostrando una crescita costante, gara dopo gara. Ultimi chiamati all'appello, oltre ai team CRT, i due ducatisti del team Pramac, Andrea Iannone e Ben Spies, che probabilmente sarà nuovamente sostituito dal collaudatore Michele Pirro.

  • shares
  • Mail
133 commenti Aggiorna
Ordina: