Pedrosa pole e record al Mugello: "Ottimo ultimo giro"

Dani Pedrosa ha aspettato l'ultimo giro della Q2 per firmare il nuovo record della pista del Mugello e conquistare la pole del GP d'Italia, ma la sua maggior soddisfazione è aver migliorato il ritmo gara della sua Honda. Marquez partirà dalla sesta piazza: "Era il massimo che potessimo fare."

MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche

Con uno strepitoso 1'47.157 fatto registrare nelle ultimissime battute della Q2, Dani Pedrosa ha conquistato la pole position per il GP d'Italia della classe MotoGP andando a firmare nel contempo il nuovo record del tracciato del Mugello, lo spettacolare e velocissimo circuito toscano che domani ospiterà il quinto round del Motomondiale 2013.

Lo spagnolo può essere sicuramente soddisfatto di un risultato così importante, acciuffato per soli 69 millesimi su un Jorge Lorenzo in formissima, ma per Pedrosa i veri progressi riguardano quelli trovati in ottica della gara di domani:

"Oggi le condizioni della pista erano buone, le gomme hanno lavorato bene e abbiamo anche migliorato la moto. Tutto questo ci è stato molto utile per migliorare il nostro passo, e questa è la cosa più importante. La qualifica è stata difficile perché siamo rimasti indietro per gran parte della sessione, ma abbiamo trovato un ottimo ultimo giro e abbiamo preso la pole. Ora abbiamo alcune idee per migliorare la moto per domani, spero di fare una bella gara."

Il compagno di squadra Marc Marquez non è stato brillante al Mugello come nelle precedenti uscite di quest'anno, ma dopo lo spavento per la caduta alla San Donato di ieri - dove lo spagnolo ha davvero rischiato tantissimo cavandosela sono con un un colpo al mento e contusioni varie - e le successive altre escursioni fuori pista, il sesto posto raccolto oggi grazie al suo 1'47.763 (a poco più di 6 decimi dal più esperto compagno di colori) può essere valutato tutto sommato positivamente. Il giovane rookie di HRC è della stessa opinione:

"Il sesto posto di oggi è il massimo a cui potessimo aspirare, quindi sono molto contento di questo risultato. Alla fine delle qualifiche sono stato in grado di fare un gran giro, ma la gara di domani sarà molto difficile e dura. Non sarò al 100% fisicamente, perché sono ancora pieno di lividi e dolori: la spalla e quella che preoccupa di più, vedremo come reagirà domani. Abbiamo intenzione di dare il massimo, in ogni caso, poi vedremo fino dove riusciremo ad arrivare."

MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche
MotoGP 2013 - Mugello - Qualifiche

  • shares
  • Mail