Valentino Rossi: "Già adesso il tempo sul giro non è poi così male"

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi chiudono appaiati in vetta alla graduatoria dei tempi del venerdì, ma il loro pensiero è già concentrato sulle qualifiche di domani.

MotoGP 2013 - Prove libere Mugello

Gli alfieri di Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, sono stati gli indiscussi protagonisti del venerdì di prove libere del Mugello, tradizionale sede del Gran Premio d'Italia del Motomondiale che quest'anno coincide con la quinta prova del calendario. Dopo il turno del mattino in cui entrambi avevano preferito non rischiare viste le pessime condizioni di aderenza del tracciato - con entrambi ampiamnete fuori dalla Top 10 - i due si sono spremuti nel pomeriggio ritrovandosi poi in quest'ordine in cima alla classifica dei tempi con soli 34 millesimi a separarli.

L'italiano comunque è quello che forse ha lasciato una maggiore impressione per via della costanza con cui ha migliorato la sua prestazione sul giro, piazzandosi subito in vetta della graduatoria dei tempi delle FP2 e rimandoci per lughi tratti, venendo beffato dal compagno di box solo nelle ultimissime battute. Per Valentino Rossi, sette volte sul gradino più alto del podio al Mugello in carriera, il fine settimana toscano è sicuramente iniziato sotto buoni auspici, anche in virtù di un passo-gara che sembra già molto buono:

"Sono felice perché quella di oggi è stata una sessione molto buona, fin dal principio, rimanendo sempre nelle posizioni di test. E' andata molto bene per la squadra, perchè abbiamo fatto primo e secondo, e anche per la Yamaha, visto che ci sono tre Yamaha nelle prime tre posizioni. Già adesso il tempo sul giro non è poi così male, ma dobbiamo rimanere attenti e concentrati per domani perché di sicuro i nostri avversari potranno migliorare molto. Dobbiamo fare un altro passo avanti per migliorare e andare più veloci, in modo da poter lottare per una buona posizione in gara."

Soddisfazione naturalmente anche per il Campione del Mondo Jorge Lorenzo, che però - saggiamente - si guarda bene dall'abbassare la guardia in vista del sabato:

"Questa mattina era bagnato e le condizioni erano pessime, così abbiamo preferito non uscire alla fine delle FP1 con le gomme slick perchè pensavamo che la pista fosse pericolosa. Abbiamo dovuto aspettare il pomeriggio per l'asciutto: fin dall'inizio i piloti Yamaha sono stati molto forti e competitivi, e questo significa che la pista è buona per noi quest'anno. Dobbiamo aspettarci un miglioramento da parte dei nostri rivali, ma un eventuale cambiamento delle condizioni meteo potrebbe cambiare le nostre prestazioni. Al momento siamo molto competitivi e soddisfatti."

MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello
MotoGP 2013 - Prove libere Mugello

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: