Nicola Dutto in Messico per la Score International Baja 500

Il nostro Nicola Dutto, detiene il primato come primo pilota di moto paraplegico al mondo. Grande esempio di umanità e forza di volontà, il pilota di Cuneo continua a sorprenderci con le sue performance in sella alla sua KTM modificata per le sue esigenze. Dopo aver fatto da apripista all'Italian Baja 2013, Nicola è pronto per un'altra importante avventura, che questa volta lo attende oltreoceano.

Accompagnato da sua moglie e dal resto del suo prezioso Team, Nicola prenderà parte alla Score International Baja 500, una competizione inserita all'interno del Campionato del Mondo di Gare nel Deserto. Fra qualche giorno, Dutto sarà in sella alla sua KTM 500 EXC sulle dune del deserto della California per gli allenamenti conclusivi prima di partecipare alla durissima gara. La sua moto è stata modificata con i comandi di cambio e leva del freno posteriore al manubrio, sellino avvolgente e roll-bar di protezione per le gambe.

L'organizzazione del gigantesco evento sta ultimando i preparativi, prima che il semaforo verde si accenda nei giorni 1 e 2 giugno prossimi. La Baja 500 consiste in una gara nel deserto lunga oltre 800 km con formula no-stop, che consente solo brevissime pause per il rifornimento delle moto, e Nicola sarà l’unico italiano e gareggerà tra piloti professionisti proventi da 15 nazioni e 35 stati degli USA. Segue il commento del pilota.

Nicola Dutto:

“La tensione c’è, è inutile negarlo ma svanirà appena arriverò nel deserto. Questa settimana andrò a visionare i tratti più impegnativi del percorso con un’auto, per cercare di capire dove potrò mettere le ruote della mia moto. Ci sono dei punti di enduro estremo ma non mi scoraggio e cercherò di superarli. E’ una gara difficilissima ma io sono pronto sia a livello fisico che psicologico. Il mio obbiettivo è concludere la gara: giungere al traguardo in una gara così sarebbe un grande successo. Ringrazio in primis Angelo Crippa, Amministratore Delegato di KTM Italia, per il suo fondamentale supporto ed i miei sponsor storici Scorpion Bay, MG e Valvoline. Mi sono preparato per questo appuntamento con il massimo impegno curando ogni dettaglio. Ho svolto allenamenti intensi sia in moto assieme a Massimo Ravetta che in palestra ed in piscina con Enzo Maldari che in passato era stato il mio maestro di arti marziali ed ora mi ha aiutato molto per la preparazione atletica. Rivolgo un pensiero anche al mio staff, agli amici ed ai tifosi che mi sosteranno dall’ Italia”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: