Cassa integrazione Husqvarna: se ne riparla al Ministero

Sarà Ministero dello Sviluppo economico ad occuparsi della delicata vertenza Husqvarna, che riguarda il futuro di 212 persone.

Il prossimo 22 maggio sarà in Ministero ad occuparsi della delicata vertenza di Husqvarna Motorcycles che vede coinvolti 212 dipendenti e le relative famiglie. Un problema nato dopo il passaggio della casa varesina da BMW a Pierer Industrie AG, gruppo austriaco facente capo al CEO di KTM, Stefan Pierer.

Come richiesto dai sindacati, è stato convocato un tavolo a Roma e l'appuntamento è fissato per il prossimo 22 maggio nelle sede del ministero guidato da Flavio Zanonato. Ieri mattina, in Regione Lombardia a Milano, che si è resa disponibile ad occuparsi della questione, durante il già programmato incontro tra le parti, è stata decisa una proroga della trattativa sulla cassa integrazione, fino al 31 maggio.

Dopo l'incontro al ministero, è già stato convocato un altro tavolo regionale per il giorno 24 maggio. Anche durante l'incontro di ieri, - riporta La Provincia di Varese - l'azienda non ha cambiato posizione, ribadendo che la cassa integrazione partirà il primo giugno e che c'è l'intenzione di procedere ad una riconversione industriale, senza però entrare nel dettaglio, né presentare un piano industriale.

  • shares
  • Mail