Yamaha Gamma Cross 2013: Il Video test di Motoblog

Rinnovate nel look e in alcune parti meccaniche, le nuove Yamaha della gamma Cross 2013 sono pronte ad affrontare i tracciati di tutto il mondo a testa alta senza temere la concorrenza. In pista per noi, un pilota del Campionato Italiano Motocross, il giovanissimo Simone Croci.

Se il mercato motociclistico nel 2012 ha fatto segnare un'ulteriore flessione, c'è tuttavia un segmento che accusa molto meno degli altri la crisi: il fuoristrada. Più che di un forte aumento dei volumi è più corretto parlare di un mantenimento e leggero innalzamento delle vendite, ma se paragonato alla forte flessione di altri segmenti ecco che la quota di mercato si allarga in modo deciso seppur sfruttando i demeriti altrui.

Un dato molto significativo è proprio il confronto con il segmento delle moto supersportive, le più colpite dalla crisi e dalle incertezze del mercato, accade così che nel 2012 avviene lo storico sorpasso nelle immatricolazioni delle off-road targate verso le moto sportive. Leggendo tra le righe dei dati di vendita, scopriamo anche che il primo mercato è quello della on-off (trainate dalla GS), il secondo mercato è quello delle naked e turistiche e poi troviamo loro, le off-road con una divisione nei volumi di circa il 50% e 50% tra Enduro e Cross.

Non è un caso quindi che molte aziende motociclistiche abbiano ripreso a investire con forza e proporre nuovi modelli in queste categorie, prime tra tutte la Yamaha che, forte di un passato e una storia importante in questo segmento, negli ultimi anni continua ad apportare piccole e grandi modifiche a tutti i modelli della sua gamma off-road. Abbiamo quindi testato sul circuito lombardo di Recetto l'intera gamma cross 2013 scoprendo dettagli e caratteristiche di questi nuovi mezzi destinati sia ai piloti professionisti sia agli amatori più esigenti.

La Gamma Off-road Yamaha 2013


YZ 125



Per gli amanti della miscela e per chi vuole lanciarsi con decisione nel fantastico mondo del Motocross, Yamaha non si lascia alle spalle la tradizione e anche per il 2013 inserisce all'interno della sua Gamma Cross la storica YZ 125, l’ultima ottavo di litro 2 tempi giapponese rimasta sul mercato.

Nonostante le linee generali e la base siano rimaste le stesse dei modelli che erano in produzione quasi dieci anni fa, per il 2013 l’agilissima YZ 125 riceve dei piccoli aggiornamenti che accrescono ancora di più il suo carattere semplice ma deciso. Gli ingegneri della Casa dei Tre Diapason hanno rivisto il piccolo propulsore 2 tempi, dotato di valvola allo scarico Yamaha Power Valve System, molto reattivo e instancabile su qualsiasi tracciato. Le altre novità più importanti riguardano il nuovo scarico che rispetta le severe norme anti-rumorosità imposte dalla FMI e delle nuove grafiche che si integrano con il resto dei modelli della gamma. Il prezzo proposto da Yamaha è di 7.090 euro.

Il suo comportamento una volta saliti in sella è il classico delle 125 2 tempi: agilissima nei cambi repentini di direzione, scattante e sempre pronta ad ogni richiesta di gas, leggera e maneggevole anche sui tracciati più tecnici e difficili come quello di Recetto. Le sospensioni riescono ad offrire un’ottima risposta alle diverse tipologie di terreno che vengono affrontate in pista, risultando efficaci sia in entrata ed uscita di curva sia prima e dopo un salto. Il motore è sempre pronto e l’erogazione è molto fluida, non strappa e consente di guidare la moto quasi sempre con il gas spalancato.

YZ 250



Il duemmezzo due tempi, una tipologia di motore ancora viva (per fortuna) e che ha perso il fascino di un tempo, continua ad essere presente anche per il 2013 all'interno della gamma Yamaha Cross. La YZ 250 però, nonostante alcuni appassionati bramassero da tempo un modello più aggiornato, rimane la stessa moto degli anni passati, eccetto la rivisitazione di motore e sospensioni e le modifiche già citate e apportate alla sorella minore, la YZ 125: nuove grafiche e un nuovo impianto di scarico che rispetta le norme imposte dalla Federazione.

Nel complesso, la moto rimane comunque un mezzo per veri esperti, dotata di una potenza enorme erogata fin da subito, in grado di divorare letteralmente qualsiasi tipo di terreno che viene morso dai suoi tasselli. Il prezzo di questo modello è fissato a 7.890 euro.

YZ 250 F



La moto più attesa e che ci ha colpito di più durante questo test, è sicuramente la YZ 250 F, la piccola giapponese quarto di litro con propulsore 4 tempi che anche per il 2013 afferma il proprio DNA da pista. Nel complesso, le linee del M.Y. 2013 rimarcano quelle della precedente generazione, salvo il nuovo scarico aggiornato per rispettare i limiti imposti dalla FMI. Altra importante novità introdotta da Yamaha, è la possibilità di modificare l’erogazione agendo direttamente sulla centralina.

La struttura portante di questo modello è il telaio composto da una trave bilaterale in alluminio progettato apposta per il tipo di propulsore che monta. Il peso si mantiene sui 103 kg a secco, cifra che mantiene la YZ 250 F tra le cross più leggere presenti sul mercato. La parte delle sospensioni vanta una forcella a steli rovesciati con valvola smorzatrice e asta interna a corsa maggiorata, soluzione tecnica che assicura una maggiore sensibilità nelle curve più veloci. Più basso di circa 30mm il mono posteriore, una scelta che consente di affrontare meglio i tratti più tecnici che si possono presentare nelle piste più difficili.

Saliti in sella, notiamo subito come il motore sia pronto a scalpitare ed a lanciarci verso i salti più veloci. L’erogazione fornita dal carburatore da 39 mm è piuttosto particolare: ad un primo colpo di gas il motore non sputa fuori tutta la potenza, ma tentenna un po’ prima di lasciar sfogare i suoi cavalli. La posizione in sella è come sempre azzeccata per una moto di questo livello, e la triangolazione manubrio-sella-pedane garantisce al pilota un ottimo controllo in ogni situazione.

In pista questa moto è una vera goduria: l’agilità fa da padrona, coadiuvata da un motore scattante e generoso. In inserimento di curva però, l’avantreno risulta un po’ troppo caricato e non regala tanta sicurezza, nonostante l’ottimo lavoro della forcella. L’impianto frenante firmato Nissin, garantisce una frenata molto modulabile e precisa, una qualità a volte trascurata nel mondo del cross. Yamaha propone la sua YZ 250 F 2013 al prezzo di 8.490 euro.

YZ 450 F



Arriviamo così alla YZ 450 F, la più performante della Gamma Cross 2013, pensata per i veri esperti che vogliono continuare a dominare la pista cavalcando una grande riserva di pura potenza. Nonostante le sue doti rinomate, questo modello ha perso l’attenzione di un’ampia fetta di appassionati che negli ultimi anni hanno puntato l’occhio su moto più mansuete e meno impegnative.

Tuttavia, la YZ 450 F mantiene il suo carattere forte e deciso, ed è stata aggiornata con le modifiche già citate ed apportate al resto della gamma, ovvero uno scarico a norma FMI e una centralina a mappatura variabile che consente di gestire al meglio l’erogazione di potenza del propulsore.

La nuova quattroemmezzo di Iwata vanta un innovativo sistema di sospensioni completamente rivisto nell’idraulica per dare maggiore sostegno e scorrevolezza alla moto in qualunque situazione. L’escursione di entrambe le sospensioni è stata aumentata, e nel particolare, la forcella adesso è dotata di una corsa più lunga di 10 mm.

Il propulsore rimane il singolare monocilindrico rovesciato con aspirazione nella parte anteriore, soluzione che garantisce un riempimento più efficiente del cilindro. Inoltre, questa configurazione consente un'aspirazione lineare e permette di abbassare il baricentro del motore per incrementare la stabilità in entrata e uscita di curva, una caratteristica che dona maggiore maneggevolezza alla moto.

L’elettronica è gestita dal Power Tuner Yamaha, uno strumento speciale in dotazione di serie con la YZ 450 F che consente di modificare le mappature standard sulla base delle condizioni della pista, di quelle atmosferiche e delle preferenze personali del pilota. Per ciascun regime di rotazione (basso, medio, alto) è possibile regolare i parametri di iniezione e anticipo in funzione del grado di apertura del corpo sfarfallato (3 range). Avremo dunque un totale di 9 punti regolabili.

Entrando in pista, bisogna prendere confidenza con l’erogazione del motore, molto dolce e lineare capace di regalare prestazioni eccellenti senza richiedere un'impegno eccessivo. Sfruttando la possibilità di mappare nelle diverse modalità la centralina, si riesce facilmente a trovare la mappa più adatta alle proprie esigenze, nonostante il settaggio standard di cui è dotata la moto sia ben tarato e pulito.

La coppia erogata regala al pilota una sensazione di reattività perenne e l’ottima ciclistica consente di disegnare traiettorie precise anche in un tracciato molto tecnico come quello di Recetto. Con 8.990 euro, Yamaha offre la possibilità di portare a casa questo modello, completo di Power Tuner, pensato per chi cerca il massimo delle prestazioni in pista.

Il Tester



A provare con noi tutte le moto della gamma Yamaha cross c'era un tester molto particolare e decisamente autorevole, si tratta di Simone Croci, promettente e giovane pilota italiano che a soli 19 anni è già campione italiano enduro e vice campione italiano cross. Un pilota che che vive il tassello da ogni angolazione e che sa mixare in modo costruttivo la guida nel cross con quella in enduro.

Scheda Tecnica YZ 125



Motore
Motore raffreddato a liquido, 2 tempi, Monocilindrico inclinato in avanti, Valvola lamellare, valvola lamellare con YPVS
Cilindrata 124cc
Alesaggio x corsa 54,0 mm x 54,5 mm
Rapporto di compressione 8.6 ~10.7 : 1
Lubrificazione Premix
Alimentazione Mikuni TMX38
Frizione In bagno d'olio, A dischi multipli
Accensione CDI
Avviamento A pedale
Trasmissione sempre in presa, 6 marce
Trasmissione finale Catena

Telaio
Telaio Semi-doppia culla
Sospensione anteriore Forcella a steli rovesciati
Escursione anteriore 300 mm
Inclinazione cannotto sterzo 25º
Avancorsa 107 mm
Sospensione posteriore Forcellone oscillante, (leveraggi progressivi)
Escursione posteriore 315 mm
Freno anteriore Disco, Ø 250 mm
Freno posteriore Disco, Ø 245 mm
Pneumatico anteriore 80/100-21 51M
Pneumatico posteriore 100/90-19 57M

Dimensioni
Lunghezza 2.139 mm
Larghezza 827 mm
Altezza 1.318 mm
Altezza sella 998 mm
Interasse 1.443 mm
Altezza minima da terra 388 mm
Peso in ordine di marcia (compresi serbatoi olio e carburante pieni) 94 kg
Capacità serbatoio carburante 8,0 Litri
Quantità olio motore 0,7 Litri

Scheda Tecnica YZ 250 F



Motore
Motore raffreddato a liquido, 4 tempi, DOHC, 5 valvole, Monocilindrico inclinato in avanti
Cilindrata 250cc
Alesaggio x corsa 77,0 mm x 53,6 mm
Rapporto di compressione 13,5 : 1
Lubrificazione Carter secco
Alimentazione Keihin FCR-MX39/1
Frizione In bagno d'olio, A dischi multipli
Accensione CDI
Avviamento A pedale
Trasmissione sempre in presa, 5 marce
Trasmissione finale Catena

Telaio
Telaio Doppio trave in alluminio
Sospensione anteriore Forcella a steli rovesciati
Escursione anteriore 300 mm
Inclinazione cannotto sterzo 27º
Avancorsa 119,9 mm
Sospensione posteriore Forcellone oscillante, (leveraggi progressivi)
Escursione posteriore 312 mm
Freno anteriore Disco idraulico, Ø 250 mm
Freno posteriore Disco, Ø 245 mm
Pneumatico anteriore 80/100-21-51M
Pneumatico posteriore 100/90-19 57M

Dimensioni
Lunghezza 2.163 mm
Larghezza 825 mm
Altezza 1.306 mm
Altezza sella 992 mm
Interasse 1.468 mm
Altezza minima da terra 378 mm
Peso in ordine di marcia (compresi serbatoi olio e carburante pieni) 103 kg
Capacità serbatoio carburante 6,4 Litri
Quantità olio motore 1,2 Litri

Scheda Tecnica YZ 450 F



Motore
Motore raffreddato a liquido, 4 tempi, DOHC, 4 valvole, monocilindrico inclinato indietro
Cilindrata 449,7cc
Alesaggio x corsa 97,0 mm x 60,8 mm
Rapporto di compressione 12,5 : 1
Lubrificazione Carter secco
Alimentazione Iniezione
Frizione In bagno d'olio, A dischi multipli
Accensione Transistorizzata
Avviamento A pedale
Trasmissione sempre in presa, 5 marce
Trasmissione finale Catena

Telaio
Telaio A doppio trave
Sospensione anteriore Forcella a steli rovesciati
Escursione anteriore 310 mm
Inclinazione cannotto sterzo 26º
Avancorsa 117 mm
Sospensione posteriore Forcellone oscillante, (leveraggi progressivi)
Escursione posteriore 310 mm
Freno anteriore Disco idraulico, Ø 250 mm
Freno posteriore Disco idraulico, Ø 245 mm
Pneumatico anteriore 80/100-21-51M
Pneumatico posteriore 110/90-19 62M

Dimensioni
Lunghezza 2.191 mm
Larghezza 825 mm
Altezza 1.311 mm
Altezza sella 999 mm
Interasse 1.487 mm
Altezza minima da terra 383 mm
Peso in ordine di marcia (compresi serbatoi olio e carburante pieni) 111 kg
Capacità serbatoio carburante 6,2 Litri
Quantità olio motore 1,2 Litri

  • shares
  • Mail