Yamaha Gamma Enduro 2013 - Il test di Motoblog

Linea snella e aggressiva. Motore deciso e potente e agilità da duemmezzo. La nuova WR 450 F M.Y. 2013 si presenta ancora più agguerrita e dotata di soluzioni tecniche all'avanguardia! Ecco il nostro test presso il circuito di Recetto!

Il mercato delle enduro top di gamma deve ormai fare i conti da qualche anno con i nuovi modelli della Gamma Enduro 2013 by Yamaha. La casa dei Tre Diapason ha spostato progressivamente e negli ultimi anni sempre di più la sua attenzione sui modelli da enduro che vengono migliorati anno dopo anno. Anche quest'anno così Yamaha ha continuato a sviluppare i propri "gioielli" off-road apportando modifiche e soluzioni tecniche interessanti che rendono queste giapponesi da enduro delle moto pronte ad affrontare i tracciati più insidiosi e gli ostacoli più tecnici sparsi nel vastissimo mondo fuoristrada.

Dopo aver meravigliato tutti lo scorso anno con il suo nuovo appeal e le sue caratteristiche tecniche, la nuova Yamaha WR 450 F M.Y. 2013 si ripropone migliorata ma con lo stesso carattere aggressivo: performance da motocross e tecnica da enduro in una sola moto pronta a tutto. Da una parte troviamo il telaio di derivazione YZ 250 F, leggero ma robusto, dall'altra la spinta di un propulsore corposo e deciso che si caratterizza per il suo "cilindro rovesciato", il tutto al prezzo di 9.190 euro F.C.

All'interno della gamma enduro, troviamo ovviamente anche la piccola ma scattante ottavo di litro WR 125 2T e la via di mezzo WR 250 F, due moto più agili e adatte ai meno esperti che vogliono comunque lanciarsi nell'off-road con una moto all'avanguardia, frutto del lavoro dell'azienda Motorbike che trasforma i modelli da cross della casa di Iwata in vere moto da enduro.

La Tecnica



Yamaha WR 450 F 2013

Ben bilanciato ed ancorato saldamente al telaio a doppio trave in alluminio, il propulsore della quattroemmezzo giapponese vanta 5 valvole in testa e un sistema d'iniezione elettronica all'avanguardia ampiamente personalizzabile sfruttando il famoso "Power Tuner" che Yamaha mette a disposizione dei propri clienti.

La linea snella e le dimensioni compatte regalano a questa moto un look aggressivo ed un'agilità unica in qualsiasi situazione. Anche l'occhio vuole la sua parte, così in basso troviamo dei pregiati cerchi neri della Excel abbinati ad un manubrio Pro-Taper nascosto dietro ad una mascherina che ospita un grande faro dalla forma più unica che rara.

La parte delle sospensioni vanta una forcella con steli rovesciati da 48mm con cartucce aria e olio separate. Al posteriore troviamo invece un mono con una corsa più morbida per garantire un migliore controllo alle basse velocità. Sia avantreno che retrotreno sono ampiamente personalizzabili a seconda delle preferenze e delle necessità dei piloti che scelgono la nuova WR 450 F 2013.

La Guida



Una volta saliti in sella alla WR 450 F 2013 ci si sente da subito a proprio agio. Molto apprezzata la posizione di guida, grazie al giusto posizionamento delle pedane, del manubrio e della sella. Una volta in sella si sente subito l'agilità che il telaio da cross dona a questa moto. La taratura standard delle sospensioni è molto azzeccata e trasmette la giusta sicurezza. Scorre bene la forcella, che copia bene le asperità dei tratti più veloci e i tratti rocciosi più impervi.

Dove il terreno si fa più morbido però, l'idraulica della forcella si rivela un po' troppo morbida e poco frenata. Ma nella maggior parte dei casi, la WR 450 F 2013 riesce a trasmettere sicurezza ma sopratutto agilità e semplicità di guida, come se si stesse guidando una scattante 250.

Nei tratti più tecnici come il fettucciato riusciamo a percepire l'ottimo lavoro svolto dall'avantreno in fase d'inserimento. In uscita, il propulsore fa da padrone, rispondendo egregiamente alla richiesta di gas senza strappare o perdere potenza. Ottima la trazione al posteriore, che può essere facilmente controllabile nelle scodate più esagerate quando il terreno è troppo scivoloso.

La frenata è decisa e ci permette di dosare bene l'impianto anche quando commettiamo qualche piccolo errore in inserimento. Lanciamo infine un occhio ai consumi, molto moderati rispetto alle nostre aspettative. Il test è stato lungo ed articolato diversamente nelle varie parti della giornata ma tutto sommato il serbatoio da 7,2 lt ha mantenuto buona parte del carburante al suo interno, nonostante l'intervento sulla manopola del gas non sia stato così pacato e gentile!

Più agili e maneggevoli le sorelle più piccole da 125 e 250cc, se la 250 si rivela flessibile e facile in ogni condizione, ben bilanciata e molto aggressiva nel propulsore (che ricordiamo essere direttamente derivato dalla versione da cross) la 125 sa stupire proprio per il rendimento del suo motore. Del 250 abbiamo apprezzato il cambio molto ravvicinato e la buona distribuzione dei pesi che lo rende adatto anche ad un utilizzo più trialistico e impegnativo. La 125 invece si fa apprezzare per il suo motore due tempi aggressivo agli alti, insospettabile al bassi ma piacevolissima per la sua leggerezza che la rende ottima sui tratti più lenti, anche se quando si affrontano percorsi di enduro più estremo paga la poca coppia ai bassi regimi.

Pregi & Difetti


Piace
Rendimento e risposta del motore
Funzionamento e scorrevolezza delle sospensioni
Posizione di guida
Maneggevolezza
Qualità costruttiva globale

Non Piace
Radiatore sinistro un po' voluminoso

Scheda Tecnica



Motore
Motore raffreddato a liquido, 4 tempi, DOHC, 5 valvole
Cilindrata 449cc
Alesaggio x corsa 95,0 mm x 63,4 mm
Rapporto di compressione 12,3 : 1
Lubrificazione Carter secco
Alimentazione Iniezione
Frizione In bagno d'olio, A dischi multipli
Accensione CDI
Avviamento Elettrico e a pedale
Trasmissione sempre in presa, 5 marce
Trasmissione finale Catena

Telaio
Telaio Doppio trave in alluminio
Sospensione anteriore Forcella a steli rovesciati
Escursione anteriore 300 mm
Inclinazione cannotto sterzo 27º
Avancorsa 115 mm
Sospensione posteriore Forcellone oscillante, (leveraggi progressivi)
Escursione posteriore 305 mm
Freno anteriore Disco idraulico, Ø 250 mm
Freno posteriore Disco, Ø 245 mm
Pneumatico anteriore 80/100-21 51P
Pneumatico posteriore 120/90-18 65P

Dimensioni
Lunghezza 2.315 mm
Larghezza 825 mm
Altezza 1.275 mm
Altezza sella 960 mm
Interasse 1.475 mm
Altezza minima da terra 335 mm
Peso a secco (in configurazione Racing) 116 kg
Capacità serbatoio carburante 7,2 Litri
Quantità olio motore 1,2 Litri

  • shares
  • Mail