Dovizioso: "E' stata più dura del previsto"

I piloti del Ducati Team commentano commentano il brutto fine settimana di Jerez

MotoGP 2013 - Gallery Jerez

Il weekend del GP di Spagna si è rivelato avaro di soddisfazioni per il Ducati Team, arrivato a Jerez de La Frontera con i due piloti ufficiali Andrea Dovizioso e Nicky Hayden e con la wild-card Michele Pirro, da quest'anno 'test rider ufficiale' della scuderia di Borgo Panigale.

Dopo aver piazzato i due piloti 'titolari' in terza fila nelle qualifiche di ieri, il Ducati Team non è riuscito a trovare la giusta consistenza in gara per provare a dare l'assalto alle posizioni di vertice, con Hayden che è arrivato settimo a oltre 25 secondi dal vincitore e Dovizioso ottavo ma con un distacco di oltre 40 secondi. Non male invece Michele Pirro, alla sua prima gara della stagione e 11° al traguardo sulla sua GP13 'sperimentale' ad una manciata di secondi da Dovizioso .

Nonostante il persistente dolore al polso destro, Nicky Hayden è riuscito a difendere fino alla bandiera a scacchi il settimo posto conquistato in griglia dopo una corsa condotta praticamente in perfetta solitudine per tutti e 27 i giri. Il suo commento a fine gara è mirato a sottolineare gli aspetti positivi della giornata:

“Le piccole modifiche che abbiamo apportato nel warm-up hanno migliorato la moto in modo significativo, permettendomi di ottenere il quinto miglior crono e dandomi fiducia per la gara. Sono partito bene, ma il distacco è aumentato quando Bradl è caduto davanti a me, e non sono più riuscito a colmare il gap da Bautista e Crutchlow per avvicinarmi a loro. Desidero ringraziare il mio fisioterapista Alfredo Dente e la Clinica Mobile perché mi hanno aiutato ad affrontare la gara al meglio nonostante il problema al mio polso. Con l’adrenalina in corpo i primi quindici giri non sono stati un problema, ma l’ultima parte non è stata molto facile per me. E’ stato comunque il nostro miglior weekend finora in questa stagione, e speriamo di continuare a crescere.”

Per tutto il weekend Andrea Dovizioso non è mai riuscito a trovare un buon feeling con la sua Desmosedici GP13, tanto da ritrovarsi in gara a lottare con la ART di Aleix Espargaro per difendere l’ottavo posto, riuscendo ad avere la meglio sullo spagnolo solo a pochi giri dal traguardo:

“Sapevo che sarebbe stato un weekend difficile ma è stato più duro del previsto, soprattutto la gara. Sicuramente la gomma anteriore non era adatta per queste condizioni, ma non bisogna lamentarsi troppo perché questo è il gap che abbiamo in questo momento. Comunque non voglio trovare scuse perché oggi sono stato io a non guidare come avrei voluto, mentre Nicky ha interpretato decisamente meglio la pista. Domani comunque ci sarà un test importante per provare le novità portate in gara oggi da Pirro, e sono molto fiducioso.”

MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez

Michele Pirro l'anno scorso correva in MotoGP con una CRT, e quello di offi è stato per lui il debutto su un vero e proprio prototipo MotoGP. Queste le sue considerazioni dopo l'undicesimo posto i Jerez:

“Sinceramente, vedendo com’ero messo fino a metà gara, pensavo di riuscire a tenere il passo di Dovizioso e invece mi sono trovato a dover lottare con Espargaro. Poi ho fatto qualche piccolo errore, perdendo un po’ di tempo. Alla fine, ho perso il feeling con la gomma anteriore e anche un po’ di accelerazione in uscita. Peccato perché avevamo il potenziale per arrivare nei primi dieci. E’ stata la mia prima vera gara su una MotoGP e non è stato un compito facile perché non volevo commettere errori. Adesso ci concentriamo sulla prossima gara del Mugello, dove cercheremo di fare meglio. Questa pista non mi piace molto, ma in ogni caso abbiamo ottenuto delle buone indicazioni per il nostro lavoro di sviluppo. Voglio comunque ringraziare la Ducati per avermi dato questa opportunità.”

Le ultime riflessioni sul GP di Spagna del Ducati Team sono quelle di Bernhard Gobmeier, Direttore Generale Ducati Corse e numero uno della squadra bolognese:

“Sapevamo fin dai test disputati in precedenza qui a Jerez che questo weekend sarebbe stato difficile per noi, perché la pista non sembra coincidere con le caratteristiche della nostra GP13. Comunque Nicky ha girato abbastanza bene nonostante il dolore al polso, mentre Andrea ha avuto qualche problema con la gomma anteriore. E’ stato positivo vedere la prestazione di Pirro sulla distanza di gara, perché ha fatto buoni progressi e ha migliorato notevolmente il suo feeling con la moto ‘laboratorio’. Vorrei ringraziare l’intera squadra, incluso il team di sviluppo, per l’ottimo lavoro che hanno svolto durante questo weekend. Lavoro che continuerà domani, quando i due piloti del Ducati Team avranno l’opportunità di dare i loro input sulla moto sperimentale per garantirne il futuro sviluppo.”

MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez
MotoGP 2013 - Gallery Jerez

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: