Casey Stoner: "Mugello, una pista fantastica"

Casey Stoner Ducati Marlboro

A due giorni dal Gran Premio del Mugello, i piloti del Team Ducati sono pronti ad affrontare una delle prove più entusiasmanti dell'intero calendario della MotoGP. Saranno davvero tanti i tifosi della "Rossa" che verranno da tutta Italia per sostenere Casey Stoner e Marco Melandri.

L'autraliano ha ottenuto in Italia la prima pole in carriera, nel 2003 in 125cc, è arrivato secondo nel 2004 in 250cc e quarto lo scorso anno, dietro ad uno strepitoso Alex Barros. Un curriculum al quale manca un risultato, la vittoria.

"Ogni volta che qualcuno mi chiede quali siano le mie piste preferite, mi viene subito in mente quella del Mugello. E' una vera pista, veloce e tecnica, molto impegnativa perché richiede una grande precisione nelle linee altrimenti si perde un sacco di tempo.

L'anno scorso abbiamo mancato il podio per poco ma la gara è stata importante ugualmente perché abbiamo capito diverse cose della moto e siamo riusciti a presentarci molto competitivi alla gara successiva. Quest'anno veniamo da una gara difficile perché abbiamo avuto un problema che ci ha impedito di fare il podio ma anche positiva se guardiamo al fine settimana nel suo complesso perché in prova siamo stati molto veloci e molto costanti sul passo. Speriamo di riuscire ad essere altrettanto veloci al Mugello e di poter fare una bella gara, per il pubblico ma soprattutto per tutti i ragazzi della Ducati e per la squadra che lavora tantissimo e che si merita un bel risultato".

Melandri ha vinto sul tracciato toscano nel 2002 quando militava in 250cc ed ha ottenuto due secondi posti nel 1998 e nel 1999 in 125cc.

"Penso che ci siamo poche piste al mondo belle come il Mugello. Non si tratta solo dell'atmosfera e dei tifosi. Il tracciato è particolarmente entusiasmante ed impegnativo nello stesso tempo, con un rettilineo lunghissimo, non perfettamente dritto e per questo ancora più difficile che porta ad una delle curve che amo di più, la San Donato. Poi c'è un mix di curve veloci e lente, e cambi di direzione velocissimi dove senti subito se stai facendo un buon giro. E' una pista che i tecnici Ducati conoscono bene e dove spero davvero di avere la possibilità di fare una bella gara."

  • shares
  • Mail
46 commenti Aggiorna
Ordina: