JiR e Castelleto di Branduzzo: uniti per crescere

Team JiR Scot Honda

A soli 4 anni dalla fondazione, il Team JiR è già un indiscusso protagonista del motomondiale. Ma per arrivare ad alti livelli non è sufficiente investire ingenti capitali, serve organizzazione, un progetto concreto ed una pianificazione efficiente degli impegni futuri.

Gianluca Montiron, fondatore e amministratore del team, ha annunciato un accordo con i responsabili della pista di Castelletto di Branduzzo (Pavia), che permetterà alla scuderia di avere a disposizione il tracciato, adiacente alle nuove infrastrutture di JiR.

L'obiettivo è quello di creare un polo motoristico polivalente attrezzato con uffici, area conferenze e show room. Verranno promossi eventi a due e quattro ruote, corsi di guida e di educazione stradale per principianti, ragazzi, ragazze e bambini.

Per i più esperti, sono state studiate delle lezioni sportive apposite, con l'obiettivo di migliorare la tecnica di guida ed apprendere i "trucchi" del mestiere. Testimonial d'eccezione, l'ex Campione del Mondo della 250 Tetsuya Harada, ed il pilota della quarto di litro, Federico Sandi.

Il neonato JiR Junior Team, già si occupa della crescita di Matteo Traversa, iscritto al Campionato Italiano Velocità e al Honda RS125GP Trophy. Il prossimo imminente passo sarà l’avvio del XR100 JiR Honda Trophy, ideato e coordinato da JiR, con la gara di esordio il 27 luglio.

Per chi si recherà a girare in pista a Castelletto di Branduzzo, JiR metterà a disposizione le nuove Honda CBR600RR, "vestite" dalle livree Konica Minolta e JiR Team Scot. Per i principianti ed i bambini, si potranno utilizzare i nuovissimi modelli Honda FTR 225, XR100 e Ape 100.

Per ulteriori informazioni è possibile collegarsi al sito www.jir.mc.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: