Alstare pioniera: ecco la GSX-R 1ooo a biocarburante

Alstare Suzuki sperimenta la GSX con il biocarburante

Si sa, gli appassionati delle due ruote amano le gare, i curvoni sparati a tutto gas, i burn out distruggi pneumatico, il rombo spacca timpani dei potentissimi motori racing. Di contro, le maggiori case motociclistiche, in linea con le sempre più restrittive norme sull'inquinamento ambientale, continuano ad investire fior di quattrini nella progettazione di propulsori ecologici.

Molto interessante il lavoro compiuto dal Team Alstare, che a partire dal 2007, ha iniziato a lavorare sullo sviluppo di motori di piccola cilindrata quali motociclette e quad, alimentati da biocarburante. I validissimi tecnici belgi, si sono avvalsi del supporto della giapponese Suzuki e della italianissima Magneti Marelli, per continuare il proprio lavoro di sperimentazione.

Uno degli obiettivi della ricerca è proprio quello di migliorare l'intero processo di trasformazione dalla pianta al combustibile, ottimizzando in questo modo costi e risorse.

I risultati sembrano davvero interessanti! Dopo la realizzazione di un quad agricolo alimentato da una miscela composta per l'85% di bioetanolo e per il 15% di benzina, l'Alstare ha presentato un prototipo di GSX-R 1000 Superstock funzionante con l'85% di biocarburante.

Sabato 11 maggio sul tracciato di Monza, Alan Cathcart ha dato prova delle performance della rivoluzionaria due ruote made in Belgio, oramai nuovo punto di riferimento nell'ambito dei motori racing bio.

Forse tra qualche anno, in linea con le normative europee, si potrebbe assistere a gare di Superbike e MotoGP caratterizzate dalla presenza esclusiva di "eco-moto". Comunque andranno le cose, un bel passo in avanti è stato fatto. Complimenti davvero Alstare!

via | WorldSBK.com

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: