Le Supermoto mondiali arrivano a Castelletto per il GP d'Europa

Gozzini è pronto a tenere il suo ruolo di protagonista nel Supermotard mondiale

Con la ormai consueta pausa di due settimane dopo la terza prova del Campionato Italiano Supermoto, la bella gara di Busca - le Supermoto tornano in pista, e lo fanno per la competizione più importante del panorama: il Campionato del Mondo Supermoto.

Che si prepara ora alla sua seconda sfida, di un campionato che oggi possiamo finalmente dire è cresciuto, è sempre più sicuro di sé e soprattutto ha un’irrefrenabile voglia di farsi vedere. Ed ecco allora che la prova di questo weekend (24/25 maggio) diventa imperdibile: si tratta del resto di una vera classica proposta dal circuito di patron Adriano Monti, lo spettacolare Motodromo pavese di Castelletto di Branduzzo.

Una pista che piace al pubblico, agli appassionati e anche ai piloti che ogni volta trovano importanti innovazioni. E che garantirà anche questa volta il grande spettacolo che il ricco mosaico di eventi in programma nella due giorni regalerà a suon di confronti spettacolari, gare mondiali ed europee.

E nella suggestiva cornice del Motodromo arriveranno per difendere la propria leadership in classe S1 lo specialista francese ex campione del mondo e vincitore della prima prova Thierry Van Den Bosch, in sella alla sua bicilindrica Aprilia factory con la quale dovrà difendersi dagli attacchi di un altro ex di lusso come il tedesco ufficiale Ktm (Team Miglio) che ha diviso vittorie e secondi posti nella gara inaugurale, Bernd Hiemer.

Ma a tenre testa ai due ci sarà anche l’altro transalpino rivelatosi fortissimo nelle prime gare internazionali in Italia: Thomas Chareyre e la sua l’Husqvarna ufficiale gestita da Fabrizio Azzalin. Appena dietro gl ispecialisti francesi troviamo due dei nostri migliori rappresentanti azzurri: Ivan Lazzarini (Aprilia-DRC), e il bolognese campione italiano in carica Fabio Balducci (Suzuki-Lux Performance) che non staranno certo a guardare sul terreno amico di Castelletto.

Ma sono altri e qualificati gli azzurri che troveremo anche in questa attesissima prova iridata, tra i quali Marco Dondi, Riccardo Peroni, Elia Sammartin, Massimiliano Porfiri, Teo Monticelli, Christian Ravaglia, Marco Ricci, Alex Serafini, Giovanni Bussei, Alessandro Daverio.

In classe S2, ed ecco la vera sorpresa, a guidare la graduatoria del campionato è un lombardo, Davide Gozzini (TM), il bresciano già conosciuto per le sue prodezze in campo agonistico, che quest’anno ha deciso di alzare la posta in palio cercando di aggiungere al suo palmares, che contiene già un freschissimo titolo tricolore, anche quello mondiale.

Un progetto importante al quale Davide crede, soprattutto pensando che a questa prova potrà contare su un consistente numero di sostenitori che giungeranno non solo dalla sua regione ma anche da fuori. Oltre all’ufficiale TM ritroveremo un altro specialista di fama come il campione del mondo in carica il transalpino Adrien Chareyre (Husqvarna-Azzalin) che occupa la seconda posizione in graduatoria dopo aver diviso nella prova del 13 aprile primi e secondi posti con il bresciano.

In terza posizione arriverà l’albense Attilio Pignotti con la sua Ktm factory del team Miglio. Un terzetto agguerritissimo al quale si agganciano inseguitori pericolosi come il pontino Luca Minutilli (Aprilia-Pmr-H2O), il bolognese ex tricolore Massimo Beltrami (Aprilia-Drc) e il pesarese Lorenzo Mariani (TM-Mrc), tutti nei primi sei posti in graduatoria. Oltre a loro troveremo gli altri azzurri Emanuele Giovanelli (Yamaha-RZ), Paolo Gaspardone (Husaberg-Brt), Gabriele Gianola (Honda), il portacolori del locale club Riccardo Buscone (Yamaha), Fabrizio Fiorucci (TM).

Ad organizzare il GP d’Europa di Supermoto, valevole come seconda prova del campionato mondiale della specialità, sarà la DBO, società torinese a cui è stata affidata da YouthStream una parte della gestione organizzativa dell’intero mondiale Supermoto 2008, oltre ai mondiali di motocross MX1, MX2 e MX3 che si svolgeranno in Italia anche in questa stagione.

Importante anche la sinergia tra DBO e Motodromo che stanno lavorando da mesi per rendere straordinario questo evento in programma nel weekend del 24 e 25 maggio, che come al solito potrà contare su delle partnership di importante stirpe come Fiat Auto e Fiat Professional che coniugano il loro impegno rivolto a questa manifestazione con Shell Advance, oltre al patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Pavia e del Comune di Castelletto di Branduzzo.

Per assistere al grande spettacolo, il costo del biglietto intero per la giornata di domenica sarà di 20 euro e 10 euro per il sabato, potendo assistere così non solo alla spettacolare prova mondiale di Supermoto ma anche al confronto dell’appassionante Trofeo Ktm che sarà presente per disputare la terza prova stagionale.

via | GP SupermotoS1

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: