Rossi: "sensazione fantastica"

Rossi ha rimesso dietro tutti, e bacia la sua M1

Rossi c'è, Rossi c'è sempre stato. Una verità che in fondo tutti sapevano, e che nessuno si sente più di mettere in discussione. La vittoria numero 89 del tavulliese - appena una in meno dello spagnolo Angel Nieto - è anche la sua 63esima nella classe regina, ma soprattutto la prima marchiata Bridgestone MotoGP.

Ed arriva nel momento giusto, arriva a zittire tutti, dopo un'estate di polemiche per aver lasciato le gomme che lo avevano reso grande, prima del crollo all'ombra di Stoner. E Rossi lo sa, e lo dice - "sono contentissimo, è una sensazione fantastica ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini in questo ultimo periodo" - perchè il Valentino di oggi è più maturo e sorridente rispetto a un anno fa.

E dimostra anche di esser cambiato pure nell'esultanza, marchio che per anni lo ha reso celebre agli occhi dei tifosi. Niente travestimenti o pazzie, ma una scelta minimalista di fermare la Yamaha poco dopo il traguardo per godersi dal muretto il passaggio dei rivali, stavolta tutti dietro. Di nuovo. E vale è un fiume in piena nel raccontare:

"È la mia prima vittoria con le Bridgestone! Sono riuscito finalmente a guidare come volevo, il mio passo è stato incredibile. Il campionato è ancora lungo e dei quattro in corsa per la vittoria finale ora abbiamo vinto tutti. Certo sono convinto che potremo fare sempre bene, adesso andiamo su pista toste

Dopo sette gare tornare a vincere è una bella sensazione: sono molto contento! Questo è un risultato molto importante per noi, soprattutto perché sono stato in grado di guidare come volevo dall’inizio alla fine, è stato un vero divertimento. Ho battagliato con Pedrosa, che mi ha seguito da vicino spingendomi a girare in 1’59” fino alla fine: è stato incredibile!

Durante tutto il weekend abbiamo sperato che la pioggia non arrivasse, perciò questa mattina eravamo piuttosto delusi, poi però abbiamo notato che la pista si stava asciugando, e abbiamo pregato che si asciugasse del tutto: siamo stati fortunati! Abbiamo lavorato molto bene con la Bridgestone: assieme ai loro tecnici abbiamo cambiato le gomme per la gara all’ultimo momento ed abbiamo effettuato la scelta giusta perché hanno funzionato bene fino alla fine, come dimostrano i miei tempi!

È un bel momento per noi anche perché è la nostra prima vittoria con la Bridgestone: per questo voglio ringraziarla. Siamo stati veloci sin dal venerdì mattina; passo dopo passo abbiamo trovato il set-up perfetto e oggi questo duro lavoro ci ha ripagati. In quattro gare ci sono stati quattro vincitori diversi: ciò dimostra quanto sia competitivo il campionato.

Adesso dobbiamo continuare così perché i nostri rivali sono molto vicini. Lorenzo ha fatto una gran gara, perciò è stata una grande giornata per tutti. Grazie al mio team e alla Yamaha: è bello essere qui di nuovo”.

Bentornato campione...

via | Yamaha Racing

  • shares
  • Mail
204 commenti Aggiorna
Ordina: