Losail MotoGP: Re Stoner è tornato! 2° uno stupendo Lorenzo

Stoner ha ricordato a tutti che è lui il campione del mondo

...e Valentino Rossi? Quinto all'arrivo, beffato anche da uno stupendo Andrea Dovizioso. E' stata una gara che ricorderemo a lungo quella della MotoGP in Qatar che ha aperto la stagione. E non per la notturna - che in fondo alla fine è passata quasi inosservata non avendo creato alcun problema - ma perchè la pista ci ha mostrato dei veri eroi di giornata. Che sono stati tanti e tutti di primissimo livello.

Come abbiamo racconato nella nostra "diretta" Re Casey Stoner ha ripreso il suo trono. E lo ha fatto con la solita, indiscutibile ormai, superiorità. Fatta da una lunghissima serie di giri tutti sotto al 1"55.50 culiminati con il nuovo primato della pista: touchè, altro non si può dire davanti all'austrliano che ha impiegato i primi 10 giri a ritrovare il giusto feeling con la sua Ducati, ma non ha perso mai la calma e al momento giusto ha messo la freccia e salutati tutti!

Lo stesso tempo in cui l'altro grande atteso di oggi, Rossi, ha invece illuso un po' tutti con una partenza a razzo - complici delle Bridgestone a molla che hanno ben presto esaurito il loro effetto turbo sulla sua M1 - che si è poi pian piano trasformata in una blanda cavalcata fino all'arrivo: il pesarese è scivolato in una specie di limbo fatto solo di denti stretti e contenimento.

Ma tra Stoner e Rossi questa sera c'era una vita, non solo di secondi, ma anche di storie di incorniciare. A cominciare dal secondo, Jorge "Por fuera" Lorenzo che questa sera ha stupito forse più di Re Stoner mettendo a segno una gara capolavoro.

Per lui un secondo posto che la dice lunga sul suo potenziale, fermato nella rincorsa all'autraliano solo da una comprensibile tensione e fatica che alla prima gara sono inevitabili. Terzo un altro che il suo miracolo lo ha fatto, Dani Pedrosa, con una mano gondia e un cuore ancora di più.

Lo spagnolo si è dimenticato del dolore e di una Honda che doveva essere un "pacco" (ma che sul dritto volava) e ha conquistato un terzo posto quanto mai insperato. Ma dietro lo spagnolo continuano le belle storie perchè prima di arrivare a Rossi c'è ancora la quarta posizione del nostro Andrea Dovizioso.

Che ha lottato tutta la gara con i primi, che non ha mai messo in discussione velocità e coraggio e che alla fine la ha spuntata su un Valentino piuttosto impacciato mettendoci quella zampata che neanche in 250 gli riusciva così bene. Bravo Andrea, benvenuto nel club dei N°1!

Quinta posizione c'è appunto Valentino, che ha messo la sua Yamaha davanti al compagno di marca James Toseland: è lui la terza bella rivelazione di oggi. L'ennesima conferma se mai ce ne fosse bisogno che la Superbike è fatta di campioni veri.

Toseland ha corso alla grande, con la solita cattiveria agonistica tipica delle derivate di serie, e tutto quello che ha potuto fare lo ha fatto: entrate arrembanti comprese. Complimenti anche a te, Giacomino.

Dietro dell'inglese è arrivata l'altra Yamaha di Colin Edwards (arrembante anche lui nelle prime fasi di gara) mentre Loris Capirossi ha concluso ottavo la sua prima esperienza con la Suzuki. Male invece ancora una volta Melandri che per ora il feelingo con la Desmosedici non sa neanche cosa sia: per lui una 11esima posizione con la speranza che serva come preziosa esperienza. Caduta per Alex De Angelis.

In definitiva spettacolo come nelle migliori occasioni: nessun dominio nei gommisti, nessuna caduta, tanti debuttanti lì davanti insieme ai Pro: agonismo e divertimento. Bentornata MotoGP!

Segue l'ordine di arrivo completo della gara:

GP Qatar - Gara - MotoGP
1 Casey STONER AUS Ducati Marlboro Team DUCATI 42'36.587
2 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team YAMAHA 42'41.910
3 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team HONDA 42'47.187
4 Andrea DOVIZIOSO ITA JiR Team Scot MotoGP HONDA 42'49.875
5 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team YAMAHA 42'49.892
6 James TOSELAND GBR Tech 3 Yamaha YAMAHA 42'50.627
7 Colin EDWARDS USA Tech 3 Yamaha YAMAHA 42'51.737
8 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP SUZUKI 43'09.092
9 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP HONDA 43'09.590
10 Nicky HAYDEN USA Repsol Honda Team HONDA 43'14.941
11 Marco MELANDRI ITA Ducati Marlboro Team DUCATI 43'20.871
12 John HOPKINS USA Kawasaki Racing Team KAWASAKI 43'26.444
13 Shinya NAKANO JPN San Carlo Honda Gresini HONDA 43'26.458
14 Toni ELIAS SPA Alice Team DUCATI 43'35.119
15 Sylvain GUINTOLI FRA Alice Team DUCATI 43'35.517
16 WEST AUS Kawasaki Racing Team KAWASAKI 43'42.230
17 VERMEULEN AUS Rizla Suzuki MotoGP SUZUKI 43'11.483 1 lap
Non Classificato
15 ANGELIS RSM San Carlo Honda Gresini HONDA 6 laps

  • shares
  • Mail
316 commenti Aggiorna
Ordina: