Valentino: "i test a Sepang tra i più positivi della mia carriera"

Rossi entusiasta dei test a Sepang di questi giorni

Se quel ragazzo nato a Tavullia che di nome fa Valentino Rossi ieri era felice, oggi dopo il terzo giorno di test sulla pista di Sepang se possibile lo è ancora di più. Certo in cima alla lista del più veloce oggi c'è la sorpresa - ma neanche troppo - di quel suo nuovo compagno che di nome fa Lorenzo e che di fatto è "por fuera" e va già fortissimo, ma come raccontato nel report della giornata anche Rossi oggi è andato ancora una volta forte, fortissimo.

E per tanti giri. A dimostrazione che il pesarese ha lavorato sul passo di gara e che quest'anno ne vedremo delle belle: il paragone con i tempi di Casey Stoner nel corso dei primi test e tanto facile quanto i tempi dei due sono sovrapponibili. Ma la cosa si fa ancora più interessante se si considera che il pilota del Team Fiat Yamaha ha completato nella parte più calda della giornata 14 giri sul passo del 2.01 con un best di 2:01.437 al suo 20esimo passaggio. Che vuol dire 0.9 secondi più veloce del suo best lap nel GP Malase l'anno scorso.

Insomma c'è di che sorridere, come racconta lui stesso, che definisce la sua simulazione di gara "molto bella":

"Sono molto felice per la simulazione di oggi e, in generale, per come sono andati questi test. Tutto ha funzionato bene nella simulazione di gara ed è stato un miglioramento rispetto all'ultima volta. Ora abbiamo un'idea precisa del punto in cui ci troviamo. Abbiamo lavorato su diversi aspetti ricevendo in generale risposte positive.

Ho avuto la possibilitá di capire meglio le gomme e di raccogliere informazioni sul loro comportamento in gara. Oggi ci siamo concentrati sul set-up della moto per farla rendere al meglio con le nuove gomme, ma abbiamo lavorato anche sul motore e sull'elettronica. Abbiamo ancora molto lavoro da fare perchè abbiamo dei grandi rivali come Casey ma, finora, le cose stanno andando bene".

Deciso insomma il passo avanti rispetto a "Sepang1": "Siamo partiti subito bene e abbiamo risolto una vibrazione della ruota anteriore che era stato un grosso problema per me i test precedenti. E siamo finalmente migliorati anche con le gomme da tempo - il suo miglior tempo con queste gomme durante i test è stato di ben 2.1 secondi più veloce di quanto aveva fatto con le Michelin alla fine della stagione, n.d.r. - ma soprattutto era tanto tempo che non provavo un piacere simile alla guida".

Questi sono stati tra i test più positivi che mi ricordo nella mia carriera: sono stato molto consistente e altrettanto veloce con le gomme da gara. Adesso non vedo l'ora di andare a Jerez per i prossimi test e confrontarmi con i nostri avversari. Penso che abbiamo le potenzialità per vincere."

via | MCN

  • shares
  • Mail
212 commenti Aggiorna
Ordina: